Leonardo Romanelli 2.0

Rufina - 18/09/2021 : 26/09/2021

Prima mostra personale di Leonardo Romanelli.

Informazioni

  • Luogo: VILLA POGGIO REALE
  • Indirizzo: Viale Duca Della Vittoria 7 - Rufina - Toscana
  • Quando: dal 18/09/2021 - al 26/09/2021
  • Vernissage: 18/09/2021 ore 18
  • Autori: Leonardo Romanelli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: La mostra sarà aperta nei giorni 19-24-25-26 settembre dalle ore 18:00 alle ore 20:00

Comunicato stampa

A cura dell'Associazione Culturale KEEP ART
Villa di Poggio Reale – Viale Duca della Vittoria, 7 Rufina – FIRENZE
Vernissage sabato 18 settembre 2021 dalle ore 18:00
La mostra sarà aperta nei giorni 19-24-25-26 settembre dalle ore 18:00 alle ore 20:00
In collaborazione con il Comune di Rufina ed il Consorzio Chianti Rufina, presentiamo la prima
mostra personale di Leonardo Romanelli.
Il tempo cambia il vino e cambia gli uomini ed ha fatto esplodere l’immaginazione di Leonardo
Romanelli in una produzione di opere dall’euforia pop


Critico enogastronimico, giornalista e poliedrico divulgatore, Leonardo Romanelli fa il suo esordio nel
mondo dell’arte concettuale, senza la presunzione di creare un successo estetico, ma con l’obiettivo di
comunicare, incuriosire, avvicinare, chi si approccia al mondo del vino e far riflettere chi di questo
ambiente ne ha fatto la sua vita.
Il periodo di restrizioni e preoccupazioni lo ha portato ad un esame intimo e critico ed il gioco di parole
si fa assai calzante, nell’approccio al vino. Liberando freni inibitori e dando sfogo alla creatività, si è
cimentato in un racconto del vino lontano dalle consuetudini e convenzioni. Ricicla così materiali
abbandonati, trasforma scuri e finestre dismesse ed altri oggetti non più utilizzati, catapultandoli in un
mondo di colori e vivacità, come in una briosa ebrezza alcolica.
Quando lo abbiamo incontrato il suo entusiasmo è stato contagioso, ci ha preso per mano e mostrato
come il vino può essere ispirazione nelle sue componenti, riflessi, colori, sensazioni tattili e storie.
Emerge il suo entusiasmo nel raccontare l’idea, che con emozione lo accompagna nel
materializzare concetti, un nuovo modo per esprimersi.
Nessuna pretesa d’artista, questa esposizione è il frutto di una metamorfosi emotiva che ha portato
Leonardo Romanelli a sperimentare senza lacci, talora con ironia e talora con turbamento.
Una mostra 2.0, un punto di partenza che anticipa un percorso itinerante fatto di performance e
land art tra vigne e cantine, per un progetto dinamico che vuole coinvolgere il pubblico in questo
affascinante mondo.