Leandro Lottici – Plastica e Cemento 2003-2015

Latina - 28/05/2015 : 30/06/2015

Dopo la retrospettiva dedicata all'artista dallo Spazio Tadini di Milano, il mondo di Leandro Lottici sbarca a Latina, in una personale intitolata Leandro Lottici – Plastica e Cemento 2003 – 2015.

Informazioni

Comunicato stampa

Dopo la retrospettiva dedicata all'artista dallo Spazio Tadini di Milano, il mondo di Leandro Lottici sbarca a Latina, in una personale intitolata Leandro Lottici – Plastica e Cemento 2003 – 2015. In questa occasione, la galleria propone una selezione esaustiva delle sue opere che ne ripercorrono i primi 12 anni di carriera, mettendone in luce gli sviluppi e i cambiamenti della sua pittura, rintracciabili quadro dopo quadro


All'interno di un percorso espositivo che esplora l'evoluzione del concetto di spazio e della sua verticalità, l'opera di Lottici si colloca in un humus fortemente industriale: pannelli di alluminio, plastiche e cellotex abbandonano le fabbriche per accogliere immagini nelle quali l'armonia della simmetria viene smorzata da scorci e altezze che disorientano la percezione, dove la figura umana non trova mai spazio o viene ridotta a una sagoma nera a rievocare il simbolismo della segnaletica cantieristica.
In questa mostra, si respira l'odore dello smog e dell'asfalto tipico delle grandi Metropoli ivi raffigurate (Milano e i suoi edifici, testimonianze di una rivoluzione culturale e industriale in primis, Toronto, Roma, Hang Zhou, Londra a seguire), si ascolta il frastuono dei cantieri e delle ferrovie, evocati in maniera magistrale dalla mano e dallo spirito di Lottici.
L'esposizione è curata di Lea Ficca e Matteo Di Marco, che porteranno nuovamente alla luce il lungo percorso del versatile artista, già mostrato a Milano presso lo Spazio Tadini, prestigiosa casa museo e luogo di eventi culturali e artistici, con il quale la LM Gallery condivide, oltre alla diffusione dell'arte emergente, la stima per questo giovane e talentuoso artista.
Oltre alla ricerca pittorica, caratterizzerà questa mostra anche la presenza di alcune incisioni inedite e di alcuni pezzi di scultura, un'ulteriore testimonianza del valore, ma anche dell'abilità tecnica che permea ogni lavoro di Lottici.

Biografia
Leandro Lottici è' nato a Roma nel 1979. Ha studiato scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. Lavora prevalentemente l'acciaio e altri metalli. Attivo anche nella grafica usa la xilografia su legno per tradurre in segno immagini di Grattacieli e palazzi, filo conduttore della sua ricerca artistica. In pittura lavora i suoi paesaggi urbani con materiali edili quali cemento e plastica. Partecipa a numerose mostre collettive (tra cui si ricordano gli spazi museali della Galleria d'Arte del Teatro dell'Opera de Il Cairo – Egitto, il Museo Venanzo Crocetti - Roma, Palazzo Valentini – Roma; China International Exhibition Center - Pechino - Cina, MACRO – La Pelanda – Roma, Peace Exhibition Center - Hangzhou - Cina) e diverse le sue personali (tra cui Sinfonia urbana - echi dalla città, Galleria Il Narciso – Roma; Una tartaruga in città - sorpasso alla moviola, Rocca dei Terzi - Sissa – Parma, presentazione critica di Lorenzo Canova; Di corsa sul filo, Galleria Polid’Arte – Spoleto, presentazione critica di Ennio Calabria; Fiume Tevere, Art 6 Gallery - Hangzhou - Cina a cura di Paola Di Giammaria con presentazione critica di Lorenzo Canova e Cheng NanYan; Room 191, ArtRooms Art Fair – Londra con Le Dame Gallery). Sue opere sono state acquistate da diversi enti pubblici (tra cui il NAMOC - National Art Museum of China di Pechino – Cina, "Agenzia delle Dogane - Ministero delle Finanze", "Fondazione Catel" e Archivio dell' “Ufficio Filatelico e Numismatico” Vaticano). Autore di monumenti ad Arrone (TR), Fontenuova (Rm), Sissa (PR) e Stato Città del Vaticano. Vive e lavora a Roma.