Le imprese culturali e creative

Ancona - 22/11/2012 : 22/11/2012

Si svolgerà presso Palazzo Li Madou della Regione Marche, il seminario “Le Marche nello scenario di “Europa 2020”: le imprese culturali e creative”, promosso dalla Regione Marche, Osservatorio regionale per la Cultura, SVIM Sviluppo Marche e da Federculture.

Informazioni

Comunicato stampa

Le Marche nello scenario di “Europa 2020”:
le imprese culturali e creative

Si svolgerà giovedì 22 novembre, presso Palazzo Li Madou della Regione Marche, il seminario “Le Marche nello scenario di “Europa 2020”: le imprese culturali e creative”, promosso dalla Regione Marche, Osservatorio regionale per la Cultura, SVIM Sviluppo Marche e da Federculture.
L’iniziativa si propone come un momento concreto di confronto tra operatori, tecnici e istituzioni su una realtà di grande interesse a livello regionale

Le politiche culturali della Regione Marche sono fortemente orientate a interpretare la cultura come protagonista nei processi di sviluppo economico e fattore di crescita in un momento di grave crisi del contesto nazionale ed europeo. “Il territorio marchigiano” sottolinea l’Assessore alla Cultura Pietro Marcolini “è un ambito di sperimentazione di nuove contaminazioni, dove possono emergere progettualità pubblico-private, legate ai territori e alle produzioni, capaci di costruire delle reti aperte che trovino una sponda nella nuova stagione della programmazione europea 2014-2020”.
Tante le potenzialità e i soggetti che operano a diversi livelli in questo ambito, il cui sistema di relazioni può essere ora strutturato in un vero e proprio “Distretto Culturale Evoluto delle Marche”, che prevede il sostegno a modelli di sviluppo territoriale a matrice culturale, in stretta integrazione tra cultura, economia, nuove tecnologie, turismo, agricoltura e filiera del gusto, formazione. Il “Distretto Culturale delle Marche” risponde a una visione strategica che individua nella cultura la leva trasversale di uno sviluppo volto a sostenere, diversificare e potenziare il sistema imprenditoriale marchigiano con una crescente interazione fra il mondo delle imprese e il mondo della cultura. Il progetto intende dare forma al sistema di relazioni tra soggetti pubblici e privati stabilizzando e valorizzando tutte le contaminazioni e le fertilizzazioni reciproche tra cultura, creatività e beni e servizi prodotti che incorporano la migliore espressione dei valori intangibili del territorio.
Il convegno vede gli interventi di esperti e professionisti del settore quale Pier Luigi Sacco (Presidente Osservatorio Regionale per la Cultura), Antonio Farrauto (DG Cultura Commissione Europea) e Valentina Montalto (KEA European Affairs) che illustreranno lo scenario e le opportunità delle politiche europee per la cultura. Uno sguardo alle politiche nazionali grazie all’intervento di Giampiero Marchesi (DPS Uval Ministero dello Sviluppo Economico) e un approfondimento circa la programmazione del MIBAC per le imprese culturali e creative grazie al contributo di Silvia Patrignani (DG VAL Ministero per i Beni e le Attività Culturali). Si approfondiranno inoltre le caratteristiche, le esigenze e le peculiarità del panorama regionale grazie agli interventi di Fabio Renzi (Segretario Generale Symbola Fondazione per le qualità italiane) e Francesco Adornato (Vicepresidente Fondazione Marche Cinema Multimedia). Il dibattito verrà moderato da Sergio Bozzi, Svim - AU Sviluppo Marche S.p.A. Concluderà il Vicepresidente della Giunta Regionale delle Marche Paolo Petrini.
Nel pomeriggio uno sguardo alle opportunità e agli strumenti finanziari per la cultura, grazie al contributo di Claudio Bocci (Direttore Sviluppo e Relazioni Istituzionali Federculture) a cui seguirà un focus sugli strumenti di credito e garanzia per lo sviluppo delle imprese culturali e creative tramite gli interventi di Pierpaolo Proietti (MedioCredito Centrale), Marco Ratti (Banca Prossima), Agostino Sebastiani (Banca Marche). Carlo Pesaresi, Presidente del Consorzio Marche Spettacolo, illustrerà inoltre le esigenze di credito delle imprese culturali e creative dal punto di vista di una importante realtà marchigiana. Modererà Giorgio Cippitelli (Presidente Società Regionale Garanzia Marche). Sarà l’Assessore alla Cultura e Bilancio della Regione Marche Pietro Marcolini a fare sintesi dei contributi della giornata nell’ambito delle linee di indirizzo politico culturale regionale.