Le ambre della principessa

Vicenza - 03/02/2017 : 07/01/2018

“Le ambre della principessa. Storie e archeologia dall’antica terra di Puglia”: quarto appuntamento della rassegna Il Tempo dell’Antico che le Gallerie d’Italia di Vicenza dedicano alla valorizzazione della collezione Intesa Sanpaolo di ceramiche attiche e magnogreche.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIE D'ITALIA - PALAZZO LEONI MONTANARI
  • Indirizzo: Contrà Santa Corona 25 - Vicenza - Veneto
  • Quando: dal 03/02/2017 - al 07/01/2018
  • Vernissage: 03/02/2017 ore 12 su invito
  • Generi: archeologia
  • Orari: Da martedì a domenica dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17:30) Chiuso il lunedì
  • Biglietti: Biglietto intero: 5€ Biglietto ridotto: 3€ Ingresso gratuito per le scuole, per i minori di 18 anni e per tutti la prima domenica del mese. Prenotazione obbligatoria per i gruppi e le scuole.

Comunicato stampa

Ambre magiche, eleganti gioielli e ornamenti, un affresco con l’intreccio misterioso di una danza, un vaso attico con una fanciulla artigiana nella sua bottega ceramica e uno apulo con due amanti abbracciati: questi sono solo alcuni degli straordinari esemplari presenti nella mostra “Le ambre della principessa”.

Questo è il titolo del quarto appuntamento della rassegna Il Tempo dell’Antico che le Gallerie d’Italia di Vicenza dedicano alla valorizzazione della collezione Intesa Sanpaolo di ceramiche attiche e magnogreche



Il progetto espositivo è stato pensato per accompagnarvi alla scoperta dei tesori archeologici dell’antica Puglia, rinvenuti nel 1800, quando esplose tra la nobiltà europea l’interesse per i manufatti della civiltà greca e romana.
La passione per l’antico si tradusse concretamente in una frenetica ricerca di reperti.
Tornava alla luce in quegli anni lo splendore di Pompei, di Paestum e delle sepolture nei siti campani e pugliesi, colme di vasi figurati, ori, gioielli, armature e pitture.

Proprio in questo frangente si è formata la collezione Caputi – oggi Intesa Sanpaolo – costituita da ceramiche attiche e magnogreche ritrovate a Ruvo di Puglia, nella provincia di Bari.
Oltre alle opere esposte appartenenti alle raccolte d’arte del Gruppo bancario, al Pontificio Seminario Regionale Pugliese di Molfetta e al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (partner dell’iniziativa), a Palazzo Leoni Montanari potrete trovare delle videoproiezioni animate che raccontano la Ruvo archeologica, uno dei principali scavi ottocenteschi, e l’appassionante storia di Carolina Bonaparte Murat, regina di Napoli e grande collezionista di vasi.