Laura Fiorio – Think Globally

Torino - 14/05/2015 : 17/06/2015

Mostra fotografica Think Globally della fotografa Laura Fiorio. La mostra comprende immagini provenienti dall’archivio privato della fotografa berlinese Merit Shambach e si inserisce all’interno della manifestazione “Torino Incontra Berlino”.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO BILD
  • Indirizzo: via Cesare Lombroso 20/A - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 14/05/2015 - al 17/06/2015
  • Vernissage: 14/05/2015 ore 18,30
  • Autori: Laura Fiorio
  • Generi: documentaria, fotografia, personale
  • Orari: La mostra sarà aperta tutti i giovedì dalle 15:00 alle 21:00 Al di fuori del seguente orario sarà visibile su appuntamento
  • Sito web: http://www.torinoincontraberlino.it/

Comunicato stampa

THINK GLOBALLY - Mostra Fotografica -
Giovedì 14 maggio 2015, alle ore 18:30, Bild inaugura la mostra fotografica Think Globally della fotografa Laura Fiorio.
La mostra comprende immagini provenienti dall’archivio privato della fotografa berlinese Merit Shambach e si inserisce all’interno della manifestazione “Torino Incontra Berlino”.

Think globally, act locally
Un progetto sulla gentrificazione e gli stili di vita alternativi berlinesi.
Cos'é la casa se non uno specchio di chi la abita? Abitare é un gesto politico?
Laura Fiorio ha posto queste domande alle persone che ha incontrato sulla sua strada, e queste hanno risposto accettando di farsi ritrarre

Consultando alcuni archivi di diversi fotografi berlinesi già attivi su questi temi tra il 1970 e il 1980, in particolare quello della fotografa Merit Shambach, ha iniziato a fotografare in case e terreni occupati, in comunità in cui le persone cercano insieme di trovare nuove soluzioni al problema del rincaro degli affitti e della speculazione edilizia. Dalla sua indagine fotografica emergono la creatività e l’ingegno degli abitanti di Berlino che, riappropriandosi di pezzi di città abbandonati e dismessi, investono il proprio tempo per creare spazi abitativi autogestiti dove vivere in maniera sostenibile.
Le fotografie d'archivio di Merit Shambach, esposte insieme al progetto, sono da considerasi oggetto di studio, spunto per la realizzazione delle immagini contemporanee ma anche importante testimonianza del passato berlinese.

Laura Fiorio
Nata a Verona nel 1985, è diplomata in Arti Visive allo IUAV e in Nuove Tecnologie per le Arti Visive all'Accademia di Belle Arti di Venezia. Ha lavorato in Italia e all’estero come fotografa ed assistente nel campo della fotografia di architettura, di moda e nel lighting di film. Collabora con l'associazione culturale fuori_vista e a progetti di formazione attraverso la fotografia. La sua ricerca fotografica verte soprattutto sui temi della città e del paesaggio come luoghi in trasformazione, mentre una parte più sperimentale del suo lavoro è dedicata al foro stenopeico. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive, in Italia e all’estero.

Merit Shambach
Fotografa berlinese nata nel 1971.
Ha frequentato la scuola di grafica e arte libraria a Lipsia, diplomandosi nel 1996 con un lavoro sulla Berlino occupata. Ha partecipato a numerose pubblicazioni e mostre locali, sul tema dello sviluppo della città.
Le sue fotografie fanno parte della Collection Regard e del Deutsch Historisches Museum.

Bild
Uno studio, una galleria, un laboratorio aperto alla cittadinanza volto al coinvolgimento attivo dei cittadini attraverso eventi espositivi, laboratori e workshop che permettono la sperimentazione e la scoperta della fotografia e dell'architettura. Nato a novembre del 2013 ha al suo attivo l'allestimento e la curatela delle mostre: “As a fallen apartment building” progetto della fotografa Francesca Cirilli realizzato per GloGauAir (programma di residenza artistica a Berlino) “Sown”, serie di fotografie d'installazioni luminose notturne realizzate dall’artista e fotografo Daniele Sambo e “Pian del Louv” progetto del fotografo Luca Giacosa vincitore del premio Fotoleggendo 2012. Bild ha collaborato e partecipato a Frames 2014, evento internazionale di proiezioni fotografiche inserito all'interno del Glasgow Visual Art Festival 2014, selezionando e curando la proiezione di cinque progetti fotografici.