L’Ariston Urban Center

Lainate - 09/02/2013 : 10/02/2013

L’Urban Center sarà ‘contenitore’ e anima del ‘contenuto’, ovvero iniziative culturali, esposizioni, conferenze, workshop, rassegne e convegni, spettacoli e concerti.

Informazioni

Comunicato stampa

L’Ariston, Lainate Urban Center apre alla città! L’Amministrazione comunale pronta alla ‘maratona’ inaugurale di sabato 9 e domenica 10 febbraio.
A tre mesi esatti dalle ‘prove generali’, quelle del Cantiere Aperto visitato da centinaia di cittadini, in via Mengato-angolo via Cantù è tutto pronto per le presentazioni ufficiali.

Molto più che una Biblioteca!
“Il grande spazio che ci apprestiamo ad inaugurare – spiega l’assessore alla Cultura Ivo Merli - intende diventare la nuova piazza del sapere della città, il cuore pulsante delle sue attività culturali. Uno strumento di inclusione e partecipazione

Un luogo di attività, di iniziative e di eventi. Un progetto che si costruirà passo dopo passo, insieme ai suoi protagonisti: i cittadini, le istituzioni (il Comune in primis), le associazioni, i professionisti della cultura. L’Urban Center, declinando nel nostro tessuto sociale l’esempio della tradizione anglosassone e del Nord Europa, vuole infatti ambiziosamente essere un luogo di ricerca, riflessione, formazione, un centro promotore e diffusore di buone pratiche di cultura urbana. Un osservatorio privilegiato da cui vedere e interpretare i cambiamenti della città”.
Certo il nucleo centrale de l’Ariston Lainate Urban Center sarà rappresentato dalla Biblioteca comunale moderna, tecnologica e multimediale. Ma a completarlo non mancheranno spazi per tutte le fasce d’età (dai più piccoli ai ragazzi, dagli adulti agli anziani), dedicati alla formazione, informazione e socialità. L’Urban Center sarà ‘contenitore’ e anima del ‘contenuto’, ovvero iniziative culturali, esposizioni, conferenze, workshop, rassegne e convegni, spettacoli e concerti. In funzione strategica per la sua contiguità con Villa Litta e all’interno di un progetto complessivo di risistemazione della piazza, la nuova struttura intende diventare il centro vitale della città, a frequentazione quotidiana anche solo per scegliere un libro o bere un caffè.
“Tutto questo in un contesto architettonico di concezione moderna, accogliente, bello e innovativo, ricavato dalla ristrutturazione dell’ex cinema Ariston che ha rappresentato molto per molte generazioni, - aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici Walter Dell’Acqua che ha seguito i lavori - E oggi l’Ariston Urban Center vuole idealmente raccoglierne l’eredità, declinando in chiave moderna la funzione aggregativa, sociale e culturale che il vecchio cinema svolse per la città”.

“Ci auguriamo che dopo la recente inaugurazione della Sala della Musica questo ulteriore investimento in cultura che l’Amministrazione ha portato a termine, oltre a testimoniare concretamente la nostra convinzione che da questi valori e con questi valori si debba ripartire e superare il clima di sfiducia in cui la crisi ci ha trascinato, rappresenti davvero uno stimolo forte per associazioni e cittadini a costruire insieme a donare un contributo di passione per far crescere la nostra città”, conclude il Sindaco Alberto Landonio.




La struttura
La struttura de l’Ariston si estende per circa 2.000 mq suddivisi su quattro piani e un piano interrato.
Piano terreno: comprende un Auditorium in grado di ospitare fino a 280 posti, una caffetteria e due salette da circa 25 posti ciascuna.
Primo piano: uno spazio 0-3 anni, bambini e ragazzi.
Secondo piano: la biblioteca ragazzi e adulti, spazi di lettura e incontro, un soppalco per attività multimediali, un grande terrazzo.
Piano interrato: sono previsti bagni, locali spogliatoi e locali tecnici.
Elementi distintivi: la scala elicoidale rossa e la parete esterna decorata

La storia

Il programma dell’inaugurazione 9 e 10 febbraio (vedi allegato)

Ci sarà musica, cabaret, teatro, fotografia e… ovviamente libri. Tanti libri.
Per una struttura che vuole essere eclettica, eclettico non poteva che essere il programma delle celebrazioni che, ovviamente comprenderanno il taglio del nastro ufficiale (sabato alle 10.30) e il concerto del Corpo Musicale Giuseppe Verdi, ma soprattutto un susseguirsi ‘vorticoso’ di appuntamenti pensati per coinvolgere tutte le fasce d’età.

Da segnalare, la ‘guest star’ del pomeriggio di sabato (alle 16) Flavio Oreglio, cabarettista, musicista e autore di numerosi libri che intratterrà tutti tra battute e perle di saggezza. A lui seguirà la presentazione del Progetto ‘Faccia da Libro’ che, fondendo l’arte del fumetto/caricatura e la fotografia (incarnata dall’illustratore Tiziano Riverso e dalla fotografa Rosanna Calò, con il supporto di Vittorio Forelli), renderà protagonisti i visitatori de l’Ariston. Come? Basterà farsi fotografare con il proprio libro preferito negli spazi predisposti ad hoc per entrare a far parte di una mostra che interpreta l’esperienza della biblioteca e diventerà un progetto europeo di Cartoonist.
Intrattenimento musicale nello splendido soppalco, il tempo di un aperitivo, alle 18.30, nello spazio caffetteria e poi ancora show. La grande musica sarà infatti protagonista della serata (alle 21, in Auditorium) grazie a Paolo Favini e alla la Swing Movie Band con Mariella San Vito al violino. Saranno loro, direttamente dal programma ‘Crozza nel paese delle Meraviglie’ a dar vita ad uno spettacolo musicale dedicato alle migliori musiche del cinema…– giusto per rimanere in tema Ariston.

La domenica sarà soprattutto a misura di famiglie… con bimbi al seguito. Pagliacci e trampolieri accompagneranno infatti il festoso ‘Passalibro’, ovvero l’ultima fase del trasloco di libri dalla vecchia alla nuova biblioteca grazie alla catena umana di bambini che trasferirà le preziose letture. Un gesto simbolico che vuole sottolineare l’importanza riservata al libro e alla lettura per bambini cui sarà dedicato non solo l’intero pomeriggio (dalle 15.30 alle 18 grazie alle proposte e animazioni dei Genitori Lettori) ma un piano esclusivo della Biblioteca, con tanto di scopertura di una targa dedicata a preziosi benefattori.
Sempre per i più piccoli anche lo spettacolo teatrale (alle 16.30) L’impronta dei colori, La meraviglia di raccontare storie con l’Arte con Corrado Deri e Tiziana Salvaggio. Mentre fuori e dentro l'Ariston saranno proposti momenti di animazione e distribuiti festosi palloncini.

Per chi ama Villa Litta e la fotografia, l’area esposizioni dell’Urban Center ospiterà ‘nella due giorni’ inaugurale la mostra fotografica ‘Lo splendore di Villa Litta’curata dall’associazione Amici di Villa Litta e dal foto club FotoinFuga. Si tratta di una sorta di archivio storico per immagini della Villa che invita i visitatori a rivolgere lo sguardo non soltanto sull’intero complesso architettonico, ma soprattutto sui dettagli di cui questa meravigliosa dimora è ricca, sugli scorci e i particolari che sono parte integrante dell’edificio e che rispecchiano anche l’interpretazione di chi sta dietro l’obiettivo.