Lagazuoi EXPO Dolomiti – La programmazione

Cortina d'Ampezzo - 04/07/2021 : 24/08/2021

La galleria d’arte e di cultura a 2.778 metri di altitudine punta i riflettori sulla montagna presentando il calendario delle prossime esposizioni, in programma da luglio a ottobre 2021.

Informazioni

  • Luogo: LAGAZUOI EXPO DOLOMITI
  • Indirizzo: Cortina d'Ampezzo - Cortina d'Ampezzo - Veneto
  • Quando: dal 04/07/2021 - al 24/08/2021
  • Vernissage: 04/07/2021
  • Generi: arte contemporanea

Comunicato stampa

Le montagne interpellano il nostro senso dello stupore, offrendo un punto di vista inusuale sul nostro destino. Lagazuoi Expo Dolomiti, galleria d’arte “estrema”, tra le più alte del mondo, presenta la nuova stagione espositiva 2021, ancora più attesa dopo la pausa forzata legata alla pandemia.

Si torna a quota 2.778 metri, immersi in un paesaggio eccezionale raggiungibile con
la Funivia Lagazuoi in pochi minuti. Si scopre tutto ciò che sta avvenendo di significativo intorno e sulla montagna, archetipo culturale, ma soprattutto avamposto prezioso per la sua biodiversità e la sua unicità

Perché la montagna è pura avanguardia, anche quando guarda alla tradizione come fonte di ispirazione. È un laboratorio vivente e integrato di stili di vita, che mette al centro la qualità della relazione tra l’uomo e la natura.
Tra le montagne del Ladakh
4-24 luglio | Inaugurazione domenica 4 luglio alle 15 alla presenza di Enrico Rondoni

Il giornalista Enrico Rondoni propone un viaggio fotografico ai confini del mondo, nel Ladakh, una enclave buddista nello Stato indiamo dello Jammu e Kashmir, tra Cina e Pakistan. Tra le rocce di Batolite a ridosso della catena himalayana e le rocce di Dolomite del Lagazuoi, dove è ospitata la mostra, si crea un legame profondo, quello che unisce due terre patrimonio dell’umanità, terre che raccontano la storia dell’uomo da millenni. Veri archivi della memoria, degli usi, dei costumi, delle testimonianze di chi vive questa dimensione.

Il Ladakh è da sempre una terra contesa, un mondo invalicabile e impenetrabile per lunghissimo tempo, per morfologia geografica e condizioni politico-religiose. Solo negli ultimi secoli esploratori come il gesuita Ippolito Desideri o – nel Novecento - il Duca degli Abruzzi e il grande orientalista Giuseppe Tucci sono riusciti a raggiungerlo. Rimasto isolato dopo la divisione dell’India nel 1947, il Ladakh è stato riaperto alle visite degli stranieri nel 1974. Il suo mistero è ancora intatto, la sua cultura, sviluppata a 4.000 metri di altezza, ha molto da raccontare.

Rondoni l’ha avvicinato lentamente, partendo da Srinagar, una sorta di campo base a 1585 mt, dopo aver soggiornato nelle accoglienti house boat adagiate sul Lago Dal. Viaggiando in pulmino attraverso le aride montagne della Valle dell’Indo ha raggiunto la capitale Leh, per soffermarsi nei monasteri incastonati tra le rocce. Qui, tra tradizioni antichissime e feste, ha documentato la straordinaria cultura di un popolo distante eppure così vicino.

Vicedirettore del TG5, il giornalista Enrico Rondoni ha lavorato agli Speciali del Tg1 e scritto per numerosi quotidiani e settimanali. Come inviato ha viaggiato in giro per il mondo, sempre accompagnato dalla sua macchina fotografica, realizzando reportage e mostre dedicate alla Cina, il Tibet, il Giappone e il Ladakh.
Le montagne rosa. Viaggio alla scoperta delle Dolomiti
25 luglio – 18 agosto | Finissage alla presenza di Massimiliano Ossini

La montagna che guarisce, che si rivela – e “ci” rivela - ai nostri occhi, che ci eleva dalla quotidianità per permetterci di entrare, in punta di piedi, in una dimensione differente. Il contatto con le terre alte ha lasciato un segno profondo in Massimiliano Ossini. Specialmente le Dolomiti, le montagne “rosa”, tinte dall’Enrosadira al tramonto: un Patrimonio Unesco, un simbolo. Il conduttore e autore della guida di Linea Bianca su Rai1, ha conquistato le vette e ne è stato conquistato.
Le fotografie esposte in mostra offrono panorami mozzafiato, paesaggi e cime che comunicano quel silenzio che pervade l’animo di chi, sale in vetta per scendere dentro sé stesso.
Massimiliano Ossini vive di montagna, nei suoi libri, e soprattutto in questo che presentiamo in mostra e da cui sono tratte le fotografie, l’autore ha cercato di raccontare con immagini e parole la vita di chi ha scelto di rimanere a vivere in questi luoghi, meravigliosi e difficili, diventandone allo stesso tempo testimone e custode.

Massimiliano Ossini, volto di punta delle reti Rai, ha scritto tre libri dedicati alla sua più grande passione: la montagna.
Conduce con grande successo di pubblico Linea Bianca ormai da 6 anni, programma grazie al quale fa conoscere a tutto il mondo le bellezze delle Dolomiti.
Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards 2021
20 agosto - 24 ottobre 2021

Materiali, tecnologie, applicazioni mai sperimentate, soluzioni high tech: i Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards, progetto curatoriale originale di Lagazuoi EXPO Dolomiti, raccontano lo stato dell’arte della tecnologia, del design, della comunicazione nel contesto della montagna. La mostra dedicata ai progetti vincitori della seconda edizione raccoglie le idee più innovative, chiave di un’evoluzione possibile.
Un segnale positivo e incoraggiante che giunge dopo l’arresto temporaneo delle attività sportive e turistiche in quota a causa della pandemia: la situazione non ha intaccato la capacità di innalzare l’asticella del possibile, innovandosi costantemente in un’ottica ecosostenibile.

In esposizione, tante visioni di futuro: una scarpa riciclabile che si trasforma in scarpone da sci, una start-up che aiuta a ridurre la propria impronta ecologica, una sala da concerti interamente di neve dove tenere concerti “glaciali”, un esempio di cucina rigenerativa e circolare in un ex fienile. E ancora, uno scarpone che “legge” come si scia, una tuta “spaziale” per tutte le attività sulla neve, un borgo che diventa un museo diffuso, una App per scoprire le cime. Il pubblico è invitato ad esplorare concetti nuovi, immergendosi in uno scenario unico come quello del Lagazuoi.
Il processo di selezione ed esame delle proposte pervenute (su segnalazione o per autocandidatura) ha coinvolto esperti di alto profilo: giornalisti, referenti di enti ed associazioni, ricercatori, imprenditori che hanno valorizzato i progetti più interessanti nel panorama nazionale.
Le giurie – composte da studenti delle più prestigiose università, iscritti in master e facoltà attinenti ai temi proposti - hanno identificato i vincitori di ogni categoria: Abbigliamento e attrezzature da montagna; Turismo di montagna innovativo e sostenibile; Innovazione digitale & App; Produzioni enogastronomiche innovative e sostenibili.