La Voce dell’Essenza

Roma - 20/05/2015 : 20/06/2015

Al di là, della scelta del linguaggio artistico: impressionismo, espressionismo, iperrealismo, è una ricerca libera e aperta, come istintivamente e semplicemente fanno i bambini.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO D'ARTE SANTARELLI
  • Indirizzo: Piazza di S. Rufina 21 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 20/05/2015 - al 20/06/2015
  • Vernissage: 20/05/2015 ore 18,30
  • Autori: Francesca Santarelli
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

“La Voce dell’Essenza”

Piazza di S. Rufina 21, Roma

20 maggio 2015 ore 18h30

Massimo Fortunato, matita su carta
Lucio Romero, foto
Francesca Santarelli, olio su tela
Con la partecipazione dei bambini della scuola materna Giro Girotondo sotto la guida di F. Cervelli e M. Di Silvestre

Roma 20 Aprile 2015 - Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata (Albert Einstein)

Massimo Fortunato, Lucio Romero, Francesca Santarelli e 20 bambini accompagnati artisticamente da Francesco Cervelli e Mauro Di Silvestre, lavorano insieme per la prima volta nel tentativo di trovare “qualcosa” oltre il corpo, le emozioni e la mente che, attraverso il nutrimento della natura, dia loro sostegno. Al di là, della scelta del linguaggio artistico: impressionismo, espressionismo, iperrealismo, è una ricerca libera e aperta, come istintivamente e semplicemente fanno i bambini.

FRANCESCA, LO SPAZIO, LO SCOPO

Francesca Santarelli, (1985) vive e lavora a Roma, laureata all’Accademia d’Arte di Roma, ha frequentato come apprendista lo studio dell’artista Ugo Boscaino ed espone i suoi lavori dal 2008. Utilizza l’olio su tela per fissare i suoi ricordi e le sue impressioni, come la campagna di Amatrice, il luogo di origine dei nonni paterni. E ancora ringrazia la nonna materna che le regalò i primi colori quando era bambina permettendole di appropriarsi di uno strumento con il quale oggi può dialogare con il mondo. E’ così che esprime se stessa: dialoga con il mondo utilizzando la natura con i suoi luoghi e le sue luci che variano, dando sfumature ai colori, secondo il susseguirsi delle ore e delle sue emozioni più profonde.

Natura, come massima opera d’arte, che sa sostenerci, aiutarci, solo se ci abbandoniamo a lei. A questo punto sorge l’esigenza o la voglia di creare una piccolissima isola a Trastevere, dove poter comunicare con immagini, confrontarsi con altri linguaggi per continuare a sognare insieme, nutrendosi della speranza che dà un ruscello, un prato o un albero. Francesca sceglie di voler rimanere fuori dal mondo dell’apparire e prendersi cura della relazione con gli artisti, con i quali condividere la visione e lo spazio. Non partecipa a eventi sociali non per creare un mistero ma, molto semplicemente, per rimanere fedele al suo mondo, quindi sono io, in questa occasione, a dare a lei la mia voce.


Il ricavato dalla vendita dei disegni realizzati dai bambini verrà devoluto a favore
dell’AISA
Massimo Fortunato, nasce a Castrovillari (CS) il 02/03/1990 ma risiede a Mormanno(CS). Appassionato di arte e disegno, inizia a muovere i suoi primi passi nel mondo della pittura nella bottega di un pittore compae- sano, nel 2004 inizia il suo percorso formativo presso l'Istituto d'Arte A. Alfano ove consegue il diploma in Maestro d'Arte e Orafo. Nel corso di questo decennio partecipa a mostre ed estemporanee sia nel paese natio che nei paesi limitrofi. Successivamente continua i suoi studi all'Università La Sapienza di Roma iscrivendosi alla facoltà di Lettere e Filosofia con preciso indirizzo in studi storico artistici.

Lucio Romero è un artista e Designer che vive a New York. Nato in Argentina a Corrientes vicino al Parco Nazionale Esteros del Iberia Lucio si è connesso presto con una natura selvaggia ed una cultura indigena rurale.

Il contrasto tra queste esperienze e la giungla urbana di Buenos Aires dove è andato a scuola e la metropoli di New York gli ha dato un'acuta percezione della disconnessione tra Uomo e Natura. Dopo venti anni di lavoro dipendente ha cercato uno sbocco creativo piu soddisfacente con la creazione della propria compagnia.
Il suo continuo viaggiare gli ha dato possibilità di catturare immagini della natura nel suo intatto splendore e sopravvivenza nelle situazioni più improbabili.
La sua ispirazione è la natura e le forme naturali e la loro relazione con il mondo artificiale.
Le sue foto catturano ed esprimono la sua visione creativa di una utopica natura selvaggia dove l'uomo è testimone silenzioso. La serie di foto corrente combina natura e forma umana con la contemplazione della fragilità dell'uomo in relazione alla bellezza e forza della natura.
Mentre alcuni lavori sono creati con un "hightech" hypercollage di immagini, tutti intessono una combinazione di trame ed ombre create dalla luce in un’immagine coerente che intriga ed ispira chi osserva.

Lucio ha avuto vaste esperienze di lavoro sia nella moda che nel Design, Comme des Garcons, Valentino, Marie Paule Pelle, Madison Cox Design, lo studio Peter Marino sono solo alcune delle sue collaborazioni. Con essi ha eseguito svariati progetti con il suo contributo artistico e visivo sia nella concezione che nel design e lo styling.
Usando "snapshots" per documentare il processo creativo in questi progetti ha sviluppato la sua intuizione e la sua unica visione artistica

Nel 2001 ha fondato la sua compagnia PROTOTYPEZERO Inc.
Che ha l'intento di preservare e promuovere crafts in via di estinzione, artisti dimenticati e piccole attivita familiari.
Con PROTOTYPEZERO Lucio ha sviluppato opere in vetro, terracotta e ceramica vetrificata , mirate a chi ha discernimento nel suo interesse per il mondo delle arti decorative contemporanee.
Ha collaborato con artisti di tutto il mondo come tra gli altri Archimede Seguso, Piero di Terlizzi, Gianni Ruggeri.

Lucio ha lavorato a lungo a Los Angeles, San Francisco, Miami e Palm Beach e viene frequentemente in Italia dove ha collaborato in tanti progetti con artisti ed esperti artigiani delle Puglie, Sicilia e Venezia.