La grande Trieste 1891–1914. Ritratto di una città

Trieste - 07/02/2015 : 21/06/2015

Si tratta di un percorso, una passeggiata, che immerge il visitatore, attraverso un mix di fotografie e oggetti di valore - provenienti dal cospicuo patrimonio dei Musei civici (Musei di storia ed arte, Museo Revoltella, Musei Scientifici), della Biblioteca Civica e della Biblioteca Nazionale Slovena, nonché dall’archivio storico delle Assicurazioni Generali - nell'atmosfera della città negli anni precedenti lo scoppio della prima guerra mondiale, che per la Trieste Austro-Ungarica è coinciso, forse più che altrove, con il passaggio tra la città ottocentesca e la città moderna.

Informazioni

  • Luogo: SALONE DEGLI INCANTI - EX PESCHERIA CENTRALE
  • Indirizzo: Riva Nazario Sauro 1 - Trieste - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 07/02/2015 - al 21/06/2015
  • Vernissage: 07/02/2015 ore 18
  • Generi: documentaria, fotografia
  • Orari: LUN-GIO dalle 11 alle 19 - VEN-SAN dalle 11 alle 21 - DOM e festivi dalle 10 alle 19
  • Patrocini: realizzata e promossa dal Comune di Trieste, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione CRTrieste e delle Assicurazioni Generali.

Comunicato stampa

Si inaugura sabato 7 febbraio 2015 alle ore 18.00 nel Salone degli Incanti - ex Pescheria la mostra “La grande Trieste 1891 – 1914. Ritratto di una città”, realizzata e promossa dal Comune di Trieste, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, della Fondazione CRTrieste e delle Assicurazioni Generali



Si tratta di un percorso, una passeggiata, che immerge il visitatore, attraverso un mix di fotografie e oggetti di valore - provenienti dal cospicuo patrimonio dei Musei civici (Musei di storia ed arte, Museo Revoltella, Musei Scientifici), della Biblioteca Civica e della Biblioteca Nazionale Slovena, nonché dall’archivio storico delle Assicurazioni Generali - nell'atmosfera della città negli anni precedenti lo scoppio della prima guerra mondiale, che per la Trieste Austro-Ungarica è coinciso, forse più che altrove, con il passaggio tra la città ottocentesca e la città moderna.

Vicende, personaggi, progetti, opere, storie di una città a cavallo di due secoli raccontate dai responsabili scientifici della mostra Maria Masau Dan, Bianca Cuderi e Nicola Bressi, grazie all’allestimento curato dall’architetto Dimitri Waltritsch, e al progetto grafico di Matteo Bartoli.