La Fondazione Carla Fendi si rivolge alla Scienza

Spoleto - 01/07/2018 : 15/07/2018

Un’installazione virtuale racconta le origini dell’Universo.

Informazioni

  • Luogo: CHIESA DELLA MANNA D'ORO
  • Indirizzo: Piazza Del Duomo (06049) - Spoleto - Umbria
  • Quando: dal 01/07/2018 - al 15/07/2018
  • Vernissage: 01/07/2018 ore 11.30
  • Generi: serata – evento
  • Uffici stampa: DELOS

Comunicato stampa

La Fondazione Carla Fendi, nata per dare contributo e sostegno alla cultura oggi, dopo la scomparsa della fondatrice e per sua volontà, sotto la guida di Maria Teresa Venturini Fendi, ha iniziato un nuovo percorso focalizzandosi sulla scienza e sulla filantropia. «Nella società attuale, con una forza centrifuga che riduce in pochi istanti ogni stabilità, l’obiettivo è quello di lavorare sul lungo periodo, sostenendo progetti e collaborazioni internazionali che verranno selezionati con l’avallo di esperti dei due campi» dichiara la Presidente





Main partner del Festival, la Fondazione Carla Fendi a Spoleto organizza e promuove una serie di eventi che testimoniano il nuovo interesse per la Scienza.



Domenica 1 luglio, nella chiesa della Manna d’Oro, in Piazza del Duomo, sarà inaugurata LA SCIENZA, una installazione a carattere astrofisico, virtuale e immersiva, prodotta dalla Fondazione in collaborazione con INFN, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e CERN, Centro Europeo di Ricerca Nucleare. L’installazione, a cura di Lucas-Federica Grigoletto, è un viaggio nel tempo e nello spazio che, partendo dall’esplosione del Big Bang e arrivando fino ai laboratori del CERN, vuole far scoprire al pubblico i primi momenti di vita dell’Universo, la formazione dei buchi neri, le onde gravitazionali e la nascita della materia primordiale.

L’installazione è aperta gratuitamente al pubblico fino al 15 luglio.



Per sottolineare l’eterno dualismo tra ragione e spiritualità, insieme a LA SCIENZA domenica 1 luglio inaugurerà una seconda installazione MITI TRASFIGURAZIONI (Armeria Lucrezia Borgia ex Museo Civico, 1-15 luglio) dedicata al bisogno dell’uomo di ricerca verso l’Assoluto. In mostra marmi greco-romani (II sec. d.C.) e antichi scisti orientali (II-IV sec. d.C.) provenienti dalla regione del Gandhāra.



Le inaugurazioni saranno precedute da un prologo (domenica 1 luglio ore 11.30 – Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi) che anticipa il tema delle installazioni con: Lucy Hawking scrittrice di libri scientifici per bambini e figlia del celebre scienziato Stephen Hawking; l’antichista Silvia Ronchey; gli attori Massimo Popolizio e Alberto Onofrietti.



Domenica 15 luglio, in chiusura del Festival, al Teatro Caio Melisso sarà conferito il Premio Carla Fendi, giunto alla sua settima edizione. Quest’anno, sempre nel nuovo interesse della Fondazione per la Scienza, saranno premiati tre illustri fisici: Peter Higgs e François Englert, Premi Nobel per la Fisica 2013 per la teorizzazione del bosone di Higgs e Fabiola Gianotti, fisico delle particelle, direttore del CERN. Il premio consiste in un contributo complessivo di 90.000 euro da devolvere a scopi didattici.