La fede nell’arte

Milano - 15/10/2011 : 19/02/2012

Per i suoi dieci anni di attività, il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano, ha deciso di raccontare l’arte dal punto di vista dei frati cappuccini. Nella mostra La fede nell’arte: luoghi e pittori cappuccini, con la direzione artistica della direttrice del Museo, Rosa Giorgi, i frati cappuccini saranno protagonisti come pittori con la presentazione di opere di artisti appartenuti all’Ordine; e come custodi delle opere d’arte con la presentazione di alcuni dei capolavori tutt’ora presenti nei conventi della Provincia di Lombardia dei Frati Minori Cappuccini.

Informazioni

Comunicato stampa

La fede nell’arte: luoghi e pittori dei frati cappuccini
Mostra per il decennale del museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano

Inaugurazione: 15 ottobre 2011
Conferenza stampa-Preview: 14 ottobre 2011



Frati cappuccini e pittori di rilievo, un connubio che non è noto ai più. Eppure molti sono i pittori cappuccini che con grande spirito di fede e profonda passione e talento artistico hanno espresso la loro fede e la loro attenzione verso l’altro con la pittura



Per i suoi dieci anni di attività, il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano, ha deciso di raccontare l’arte dal punto di vista dei frati cappuccini. Nella mostra La fede nell’arte: luoghi e pittori cappuccini (dal 16 ottobre al 19 febbraio), con la direzione artistica della direttrice del Museo, Rosa Giorgi, i frati cappuccini saranno protagonisti come pittori con la presentazione di opere di artisti appartenuti all’Ordine; e come custodi delle opere d’arte con la presentazione di alcuni dei capolavori tutt’ora presenti nei conventi della Provincia di Lombardia dei Frati Minori Cappuccini.
Presentazione di opere di importanti autori cappuccini o artisti molto vicini all’Ordine, e rilevanti opere di manifattura cappuccini. Per l’occasione si coinvolgeranno i Musei dei Beni Culturali dell’Ordine di Genova e di Reggio Emilia, la Quadreria di Trento, la Quadreria di Voltaggio, il Museo francescano dell’Istituto Storico di Roma e la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.

In mostra opere di Bernardo Strozzi, Fra Semplice da Verona, Paolo Piazza, Fra Stefano da Carpi, Fra Giovanni Francesco Gamberoni, Fra Camillo Kaiser.

Come cammeo e al tempo stesso omaggio reciproco fra l’istituzione cappuccina e la più antica istituzione artistica religiosa della città di Milano, la Veneranda Fabbrica del Duomo, sarà presente in mostra un importante prestito: la statua raffigurante san Francesco (statua in marmo di Candoglia, inizio secolo XV, h. 60 cm. ca) proveniente da un pilone del Duomo di Milano.
L’opera ripulita per l’occasione, è una omaggio che la Veneranda Fabbrica desidera fare per i dieci anni del Museo dei Cappuccini, e nello stesso tempo è la possibilità che il Museo dei Cappuccini dà alla Veneranda Fabbrica di un piccolo spazio espositivo nel momento in cui il museo del Duomo è in ristrutturazione e l’opera non può essere esposta al pubblico.






La presenza dei francescani e dei cappuccini a Milano e in Lombardia verrà testimoniata anche attraverso l’esposizione delle opere più preziose dei Beni Culturali Cappuccini della Lombardia, con indicazioni storiche sulla presenza dei cappuccini in quei luoghi: Bergamo, Cremona, Cerro Maggiore, Varese.
Un video documentario in mostra racconterà e mostrerà la storia e i luoghi della presenza dei frati cappuccini in Lombardia

IL MUSEO DEI BENI CULTURALI CAPPUCCINI

Il Museo dei Beni Culturali Cappuccini, inaugurato nel mese di marzo del 2001, intende offrire al pubblico un’occasione per conoscere meglio la realtà dell’Ordine che, presente in Lombardia dal 1535, ha saputo farsi apprezzare dalla popolazione per il suo quotidiano operare tra la gente. Attraverso opere d’arte per la maggior parte inedite provenienti sia dall’archivio provinciale sia da alcune delle ventisette fraternità dell’ordine situate in Lombardia, il museo presenta il pensiero e il lavoro dei frati, l’ambito culturale e religioso nel quale hanno operato, insieme ad ampi percorsi della tradizione e della storia di Milano. Questa struttura, innovativa per l’Ordine, ha trovato la sua collocazione nell'edificio di Palazzo Kramer ed è divenuta, in dieci anni anni, un punto di riferimento costante all’interno della promozione culturale milanese e lombarda, con particolare attenzione alle sempre maggiori esigenze provenienti da una società multietnica e multiculturale. L’offerta della collezione permanente, infatti, affiancata e sostenuta da esposizioni temporanee (otto ad oggi dall’apertura del museo), persegue lo scopo di mantenere e diffondere storia arte e cultura, con lo spirito che da sempre pervade l’opera dei Frati Minori Cappuccini di Lombardia. Esso, riprendendo le parole con cui si espresse il Ministro Provinciale all’apertura della seconda mostra, ancora coincide con quanto scrisse il Manzoni: “Siamo come il mare che riceve da tutte le parti e che torna a distribuire”. Per questo le opere d’arte e i beni culturali che, per diverse ragioni, sono entrati a far parte del patrimonio dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, vengono “restituiti”, attraverso il Museo e donati affinché tutti ne possano godere.
Il Museo dei Beni Culturali Cappuccini è stato riconosciuto con D.G.R. 19262 del 2004 da parte della Regione Lombardia quale museo rispondente a tutti i requisiti richiesti in tema di struttura e profili professionali degli operatori. Dal dicembre 2007 è Museo accreditato.


Il curatore della mostra

Rosa Giorgi, si è laureata all’Università Cattolica nel 1990 in lettere moderne con tesi di Storia dell’arte. Come storica dell'arte ha seguito con passione studi di iconografia e iconologia. Da diversi anni collabora con Electa come autrice di volumi, alternando tale attività con cicli di lezioni di storia dell'arte e, in particolare, di iconografia cristiana in collaborazione con Musei, Università e centri culturali. Si dedica da tempo alla didattica nell’ambito del patrimonio dei Beni culturali e all'aggiornamento degli insegnanti di storia dell'arte.
Tra le pubblicazioni: Caravaggio, edizioni Leonardo Arte, Milano 1998; Velázquez, , edizioni Leonardo Arte, Milano 1999, Santi, edizioni Electa, Milano 2002 già in settima edizione con 40.000 copie vendute in libreria e 45.000 in traduzione all’estero, e della medesima collana Angeli e Demoni, Milano 2003 e Simboli, protagonisti e storia della Chiesa, Milano, 2004. Nel 2005 ha pubblicato Santi. Giorno per giorno tra arte e fede, edizioni Mondatori (seconda edizione ampliata autunno 2006). Nel 2006 ha pubblicato il saggio di iconografia per i cataloghi di presentazione della mostra “La Pietà dimenticata di van Gogh” e per la mostra “Il Vangelo di Aldo Carpi” presso il Museo Diocesano di Milano. Dal 2007 ha curato la pubblicazione dei cataloghi delle mostre del Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano. Nel 2009 ha curato la pubblicazione della guida “San Francesco a Milano. Guida ai luoghi francescani della città” edizioni Biblioteca Francescana.




Correderanno la mostra numerosi eventi collaterali, con i consueti cicli di conferenze, visite guidate, visite conferenze e attività didattiche per i bimbi e le famiglie.