Karin Kneffel – Hühner

Milano - 06/10/2020 : 06/11/2020

“Hühner” è un dipinto del 1990 che occupa un ruolo fondamentale nell’evoluzione artistica della pittrice.

Informazioni

  • Luogo: LE CASE D'ARTE
  • Indirizzo: corso di Porta Ticinese, 87 - 20123 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 06/10/2020 - al 06/11/2020
  • Vernissage: 06/10/2020 ore 16,30
  • Autori: Karin Kneffel
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dalle 16.30 alle 20.00 Ingresso limitato con mascherina E su appuntamento i giorni successivi

Comunicato stampa

La galleria Le Case d’Arte è lieta di presentare un lavoro di grandi dimensioni di Karin Kneffel: artista tedesca portata per la prima volta in Italia da Pasquale Leccese nel 1996. “Hühner” è un dipinto del 1990 che occupa un ruolo fondamentale nell’evoluzione artistica della pittrice. Su una tela di grande formato vediamo delle galline immerse in un paesaggio campestre. L’indagine pittorica sul mondo rurale delle campagne acquista maggior rilievo in quanto l’artista è originaria della regione industriale della Vestfalia, a cui nel secondo dopoguerra è stata attribuita la nomea di Land del carbone e dell’acciaio

Da questo punto di vista “le galline” di Kneffel si oppongono al mondo dell’industria pesante della Ruhr, proiettando lo spettatore nel tempo immutabile della campagna. Sull’imperturbabile e spaesata esistenza dei volatili incombe però un cielo temporalesco vagamente turneriano, che nella sua esecuzione pittorica ricorda il famoso ciclo dei Fire paintings, a cui Kneffel lavora a partire dagli anni ’90. Il tema degli animali da fattoria ritorna invece nei Tierportrait: una serie di ritratti di animali del 1995 eseguiti dalla pittrice in un’allucinata maniera iperrealista che denuncia l’influenza di Gerhard Richter, di cui Kneffel è stata allieva alla Kunstakademie di Düsseldorf negli anni ‘80. Nel dipinto in mostra l’artista, con virtuosa abilità tecnica, riesce a ricreare in modo tangibile la tensione che sottende all’atto dell’attesa; la calma che annuncia l’arrivo di un temporale. Le galline di Kneffel, nella loro stralunata impotenza, diventano così emblema di una condizione esistenziale che presenta analogie col momento storico presente, quella, appunto, di un’attesa carica di presagi funesti. L’artista con magistrale ironia ci porta a indentificarci con il soggetto del quadro, a raccoglierci intorno ad esso, aspettando che le nuvole si disperdano.

Karin Kneffel (Marl, 1957) ha studiato alla Kunstakademie di Düsseldorf. Le sue opere sono state esposte in gallerie e musei internazionali. In Italia ha esposto con la galleria Le Case d’Arte nel 1996 e nel 2001. Nel 2018 una sua personale si è tenuta a New York presso la galleria Gagosian. L’ultima sua mostra personale è stata ospitata dalla Kunsthalle di Brema nel 2019. Vive e lavora a Düsseldorf.