Kamparube Undergraund

Roana - 06/09/2013 : 08/09/2013

Nasce quest'anno il festival dell'immaginario - Kamparube Undergraund; nasce per raccontare gli esseri delle antiche fiabe e racconti, nasce per esplorare la zoologia fantastica e per indagare gli infiniti mondi prodotti dall'umana immaginazione.

Informazioni

Comunicato stampa

Nasce quest'anno il festival dell'immaginario - Kamparube Undergraund; nasce per raccontare gli esseri delle antiche fiabe e racconti, nasce per esplorare la zoologia fantastica e per indagare gli infiniti mondi prodotti dall'umana immaginazione.

A Camporovere, nell' Altopiano dei Sette Comuni, sopra al Tanzerloch - il buco delle danze in un luogo di immenso fascino e mistero, testimone dei racconti dell'Orco, delle Beate Genti e degli Uomini Selvatici, per tre giorni si potranno vedere film e mostre, concerti, ascoltare racconti e testimonianze


Sarà una tre giorni dedicata al cinema, video art, fotografia e documentari anche con nuove produzioni realizzate appositamente per il festival come il Tanzerloch Concerto di Giancarlo Schiaffini, Liber Pater di Dem e Set Morley, Savage di S'odinonsuonare e Viriditas di Paolo Villatore.

Il protagonista di questa edizione sarà una figura antica e sempre nuova, sfuggente e in armonia con la natura, silenziosa, timida, forte, bonaria ma talvolta feroce: l'Uomo Selvatico - der Wilde Mann.
Questo essere è sempre stato oggetto di interesse da parte degli artisti e scrittori di tutti i tempi dalle rappresentazioni del selvatico coperto di pelo Enkidu (epopea di Gilgamesh XXVI-VII sec. a.C.), fino al selvatico di Paul Klee (der Wilde Mann - 1922) passando per artisti come Giovannino de' Grassi, A. Dürer e Cranach il Vecchio.

Il tema del selvatico diventa, oggi come un tempo, l'occasione per riflettere del rapporto tra uomo e ambiente, sulla natura dell'uomo e sui segreti della natura.