Jean-Paul Charles / Sculture con Luce

Torino - 01/12/2017 : 10/01/2018

Sculture con Luce: Ennio Bertrand, Piero Gilardi, Giorgio Tedesco, Jean-Paul Charles, in concomitanza con la mostra personale di Jean-Paul Charles “I Fuochi della Montagna”.

Informazioni

Comunicato stampa

I Fuochi della Montagna. Mostra Personale di Jean-Paul Charles


a cura di Ivan Fassio

con il prezioso supporto di Vita Diocesana Pinerolese


In concomitanza con “Sculture con Luce”: Ennio Bertrand, Piero Gilardi e Giorgio Tedesco

Durante l'inaugurazione, presentazione dei volumi “Piero Gilardi. L'Uomo e l'Artista nel Mondo” e “Le Voyage de Jean-Paul Charles”, PRINP Editoria d'Arte 2.0.

Intervengono l'editore Dario Salani, Orietta Brombin, curatore (AEF/PAV), gli artisti e Ivan Fassio



Inaugurazione venerdì 1 dicembre dalle 19.00

fino al 12 dicembre – tutti i giorni 11-13 e 15-20 o su appuntamento 3382270563

Spazio Parentesi

via Belfiore, 19

Torino


Jean-Paul Charles espone una serie di dipinti di matrice gestuale, creati durante un laboratorio di pittura tenuto recentemente all'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino e, negli ultimi anni, tramite libere azioni di pittura nel proprio atelier, in gallerie e nell'ambito di manifestazioni artistiche e sportive: maratone e gare agonistiche nel corso delle quali l'artista-atleta propone momenti di pittura e produzione artistica concettuale dal vivo.

I Fuochi della Montagna è una mostra antologica che, accanto alle montagne e ai ritratti di recente produzione, ripercorre a tappe il cammino della sua pratica a partire dagli esordi. Come se si trattasse, per il visitatore, di percorrere il sentiero di una elevazione e di una liberazione: una scalata e, infine, una discesa a ritroso su vie inesplorate, definite dalla natura e dagli eventi prima ancora che dall'uomo. I paesaggi di Jean-Paul sono illuminati da due Iris di Piero Gilardi, simulazioni biologiche a memoria del lavoro dell'immaginazione umana: mimesi conoscitiva, funzionalità ricettiva. Le Sculture con Luce di Ennio Bertrand testimoniano la carriera dell'artista, che ha costellato la propria produzione di sistemi e installazioni con lampade che utilizzano modellazione e stampa 3D, interazioni natura-macchina, nuove e moderne tecnologie, utilizzo di materiali inconsueti e forme dalla quotidianità. Giorgio Tedesco propone in tre esemplari una vera e propria linea di design, in cui la luce partecipa delle strutture e della fruizione stessa dell'elemento artistico.


Jean-Paul Charles, nato a Nancy nel 1967, inizia la propria formazione come pittore e decoratore, specializzandosi in stucchi, encausti e finto marmo. Dopo esperienze figurative tradizionali, conosce la street-art nell'accezione originaria di critica sociale: cancellature su manifesti pubblicitari, iscrizioni e interventi in luoghi pubblici, periferie, zone di degrado.

Trasferitosi in Italia, a Torino continua la propria ricerca declinando attraverso il suo stile i linguaggi dell'espressionismo, dell'astrattismo e dell'action painting. Conosce l'immagine digitale e inizia a cimentarsi con la liquidità della comunicazione contemporanea e, in particolare, della condivisione attraverso i network. Crea, quindi, con l'elaborazione come precedentemente con la pittura, una serie di interventi pretestuali on line. Da qui, nasce anche l'idea di un libro gestibile e implementabile su piattaforma, ideato e composto attraverso l'incontro virtuale con altri artisti ed operatori culturali. PRINP Editoria d'Arte 2.0 di Dario Salani diventa, così, l'interlocutore ideale per la sua proposta editoriale.

Attualmente, continua a lavorare su diversi fronti: didattico, artistico, sportivo. Allo stesso modo, presenta a Spazio Parentesi la variegata attività che lo ha contraddistinto negli ultimi anni. Una stampa digitale su vetro in diretto confronto con gli IRIS di Piero Gilardi. Un'installazione su nylon di quadri dipinti a bitume e catrame come dialogo e attualizzazione di alcune tematiche dell'Arte Povera. Una serie di immagine volutamente sbiadite e parcellizzate in accostamento ai lavori luminosi di Ennio Bertrand. Una tavola a spray su materiale di recupero accanto alle innovazioni del designer Giorgio Tedesco.

Sculture con Luce

Ennio Bertrand, Piero Gilardi, Giorgio Tedesco, Jean-Paul Charles
in concomitanza con la mostra personale di Jean-Paul Charles “I Fuochi della Montagna”

a cura di Ivan Fassio

dal primo dicembre 2017 al 10 gennaio 2018

Inaugurazione venerdì 1 dicembre dalle 19.00
Spazio Parentesi
(Poesia e Pratiche Contemporanee)
via Belfiore, 19
Torino

Durante l'inaugurazione, presentazione dei volumi “Le Voyage de Jean-Paul Charles” e “Piero Gilardi. L'Uomo e l'Artista nel Mondo”, PRINP Editoria d'Arte 2.0. Interverranno l'editore Dario Salani, gli artisti e il curatore della mostra Ivan Fassio.


Venerdì 1 dicembre 2017, a partire dalle 19.00 si inaugura la mostra collettiva “Sculture con Luce” con lampade artistiche e opere luminose di Ennio Bertrand, Piero Gilardi e Giorgio Tedesco.
Tre protagonisti dell'arte relazionale, dell'installazione interattiva e del design si confrontano su diversi fronti.
La produzione di sculture con luce di Ennio Bertrand costella l'intera sua carriera: le lampade incontrano i cieli – teli illuminati che giocano con i sistemi generativi della casualità – la scultura
con stampante 3D, i sistemi di interazione tra pubblico e opera.

Piero Gilardi presenterà a Spazio Parentesi due “Iris”, opere di concetto, canne luminose in letterale equilibrio tra natura, simulazione e serialità.

Giorgio Tedesco presenta tra lavori dalla serie Phono Cromo. Il suo progetto nasce dall’idea di intrecciare la tecnica di lavorazione (essenziale) dei materiali, le loro caratteristiche intrinseche, con il concetto di Luce, “elemento” capace di nobilitare il corpo che la genera, di donargli un’immagine eterea. L’oggetto si trasforma in soggetto, in quanto all’occhio risalta l’immagine complessiva tanto quanto gli archetipi che la compongono.

Jean-Paul Charles, artista recentemente attivo con laboratori all'Accademia Albertina di Belle Arti, presenta opere informali, restituzioni di azioni di pittura gestuale, tele illuminate. Presenta il suo libro d'arte “Le Voyage de Jean-paul Charles”

Sculture con Luce.
Una riflessione sul valore dell'illuminazione, metafora dell'ispirazione e della visione estatica.
Una messa in discussione dei concetti di consumo, per una sostenibilità della percezione e della divulgazione artistica.

Ivan Fassio