Jean Dubuffet – Litografie libri d’artista dischi e manifesti 1944-1963

Piacenza - 21/03/2015 : 26/04/2015

Per la prima volta nel nostro paese una mostra interamente dedicata alla ricca produzione grafica e ai libri d’artista di Jean Dubuffet (Le Havre 1901 – Parigi 1985), l’inventore del concetto di art brut, uno dei principali esponenti della pittura informale e profondo indagatore della materia.

Informazioni

  • Luogo: BIFFI ARTE
  • Indirizzo: Via Chiapponi 39 - Piacenza - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 21/03/2015 - al 26/04/2015
  • Vernissage: 21/03/2015 ore 18
  • Autori: Jean Dubuffet
  • Curatori: Michele Tavola
  • Generi: personale, disegno e grafica
  • Orari: da martedì a domenica 11|19

Comunicato stampa

La Galleria “Biffi Arte” di Piacenza ha il piacere di presentare un evento straordinario, inedito per l’Italia. Per la prima volta nel nostro paese una mostra interamente dedicata alla ricca produzione grafica e ai libri d’artista di Jean Dubuffet (Le Havre 1901 – Parigi 1985), l’inventore del concetto di art brut, uno dei principali esponenti della pittura informale e profondo indagatore della materia

Il percorso espositivo, curato da Michele Tavola, passa in rassegna in modo esauriente e, per alcuni aspetti, assolutamente completo, la produzione litografica del periodo “materiologico”, dal 1944, ovvero quando Dubuffet viene ufficialmente salutato come pittore, al 1963, quando si chiude un ciclo. Tutte le opere esposte provengono da una collezione privata lombarda che, per quanto concerne la grafica di Dubuffet, in Italia non trova eguali nemmeno nelle più importanti raccolte museali. Dubuffet è stato l’artista che, nel XX secolo, ha affrontato la tecnica litografica in maniera più innovativa e sperimentale, raggiungendo esiti imprevedibili. Il suo interesse per l’illustrazione libraria è paragonabile solo a quello di Picasso, Chagall, Miró e Rouault.
L’esposizione si apre con due fondamentali capolavori, due libri realizzati tra il 1944 e il 1945: Matière et Mémoire, composto da trentaquattro litografie, e Les Murs, che comprende quindici fogli. Seguono altri importanti libri d’artista quali Elégies, Ler dla campane e La Métromanie. Dal 1953 al 1958 si sviluppa il periodo degli Assemblages d’empreintes, tra cui spiccano nel percorso espositivo splendidi e rari fogli quali Le chat furieux, Le braconnier, Les défricheurs, Feuillages à l'oiseau e Jeux et travaux. Tra il 1958 e il 1962 eseguì la fondamentale serie dei Phénomènes, che rappresenta la più approfondita e impressionante ricerca di Dubuffet nell’ambito dell’informale. A partire dal 1962, rielaborò e riutilizzò le trame astratte e le textures dei Phénomènes per comporre gli straordinari Reports d’assemblages, tra i quali si possono ammirare capolavori come Le guerrier, Personnage au costume rouge, Le noctambule e L’homme au chapeau. Agli stessi anni risalgono imprescindibili libri d’artista, tra cui ricordiamo almeno Le Mirivis des Naturgies e La lunette farcie.
La retrospettiva promossa dalla Galleria “Biffi Arte” di Piacenza raccoglie buona parte dei libri da lui illustrati, importanti litografie tirate in un numero limitato di esemplari, rarissime prove di colore e prove di stampa che svelano il complesso processo creativo elaborato dall’artista. Inoltre, si potrà ammirare una sezione documentaria con manifesti originali e con i sorprendenti dischi da lui incisi.















La Galleria Biffi Arte nasce a Piacenza il 19 Dicembre 2009 per desiderio del Presidente di Formec Biffi azienda leader nel settore alimentare, che nella creazione della Galleria testimonia e mantiene vivo lo storico legame tra il marchio Biffi, Milano 1852 e il mondo dell'arte: fu proprio intorno ai tavolini del Caffè Biffi, infatti, che Marinetti, Balla, Depero diedero vita al movimento Futurista, che avrebbe influenzato tanta cultura del Novecento. Nel corso degli anni Biffi Arte si è trasformata in polo culturale aperto all’espressione di tutte le arti, ponendosi come territorio di incontro fra gli artisti e la collettività, alla ricerca di una cultura libera e innovata. Per questo motivo nel programmare le proprie attività, Biffi Arte coltiva un’ampia pluralità di iniziative promuovendo, accanto all’allestimento di mostre, conferenze e incontri con filosofi, autori, critici e pensatori, eventi speciali, concerti e performance in collaborazione con istituzioni italiane e straniere.



L’azienda Formec Biffi
Biffi Arte è parte di Formec Biffi, un’azienda dal cuore lombardo ma attiva sui mercati del mondo. Orientata all’innovazione e alla sperimentazione del gusto, da sempre Formec Biffi guarda con speciale attenzione al mondo dell’arte, trovando nella sponsorship delle arti un territorio espressivo privilegiato per iniziative pubbliche offerte alla cittadinanza. E lo spirito che la sostiene è il principio per il quale le imprese possono svolgere un ruolo fondamentale per la promozione e la diffusione della cultura, aiutando anche e soprattutto i giovani artisti a diventare protagonisti del loro tempo.

“ La forza della nostra Galleria sta nel sodalizio che riesce a ospitare: è l’incontro fra le arti nella pluralità dei loro linguaggi, alla ricerca di percorsi trasversali, inattesi, sempre nuovi. A questo incontro, estraneo alle logiche del profitto, le porte di Biffi Arte saranno sempre aperte ” Pietro Casella, fondatore e artefice di Formec Biffi