James Brown – Drawings and paintings

Bologna - 21/01/2012 : 10/03/2012

La mostra presenta un ciclo di opere su carta dell'artista americano realizzate nel 1982 su ispirazione delle Kachina Dolls, bambole-feticcio degli indiani Hopi, per secoli usate a scopo rituale dai nativi americani. Accanto ai disegni, due grandi dipinti degli anni ottanta, in cui la tensione primitivista diventa simbolo.

Informazioni

Comunicato stampa

JAMES BROWN drawings and paintings 1982/1985 presenta un ciclo di opere su carta dell'artista americano realizzate nel 1982 su ispirazione delle Kachina Dolls, bambole-feticcio degli indiani Hopi, per secoli usate a scopo rituale dai nativi americani. Accanto ai disegni, due grandi dipinti degli anni ottanta, in cui la tensione primitivista diventa simbolo.

James Brown, partecipe della corrente che riuni' a New York Basquiat, Haring ed i piu' noti graffitisti, ha percorso un suo personalissimo cammino che lo ha portato ad una ricerca di carattere simbolico ed intimista con esiti di riconosciuta qualita'

Nato nel 1951 a Los Angeles, Brown e' uno dei protagonisti dell'arte contemporanea internazionale dagli anni ottanta a oggi. Le sue opere sono caratterizzate da un forte segno espressivo, attraverso il quale figure frontali si impongono ieraticamente su spazi pittorici di fondo, uscite dalla dimensione mitica/rituale, o prodotte dalla durezza delle angosce urbane. Il legame con le Kachina Dolls nasce nell'artista dalla tensione verso le profondita' dell'animo umano. Nelle straordinarie carte dei primi anni ottanta della mostra compaiono immagini dai tratti apparentemente semplici, ma caricate di un intenso valore simbolico. Rappresentazioni di figure e teste che richiamano presenze primitive e, fisse nei gesti e nelle posture, hanno in se' la solennità dell'icona.