Ivan Dimitrov – Nella Locanda non c’era posto

Siena - 01/12/2014 : 31/01/2015

Si sviluppa la rappresentazione di una Natività medievale (dal titolo esatto “Nella Locanda non c’era posto – Un presepe artistico di Ivan Dimitrov”) con 80 sculture in terracotta (di altezza circa 30 cm), tra cui spiccano i 17 cavalieri con i colori delle Contrade di Siena, appositamente scolpiti e dipinti da Dimitrov per l’occasione.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO DEL PODESTA'
  • Indirizzo: piazza il Campo - Siena - Toscana
  • Quando: dal 01/12/2014 - al 31/01/2015
  • Vernissage: 01/12/2014 ore 16
  • Autori: Ivan Dimitrov
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento
  • Orari: dalle ore 8 alle ore 20, tutti i giorni
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Un suggestivo presepe scenografico verrà allestito nel cortile del Podestà a Siena, in Piazza del Campo, per le prossime festività, fino al 31 gennaio 2015. E porta la firma du uno dei massimi esponenti dell'arte del presepio, l'artista Ivan Dimitrov, autore del Drappellone del Palio del 16 agosto scorso.
Nel cortile dell’antico Palazzo del Podestà di Siena (tutti i giorni dalle 8 alle
20), ci si potrà davvero immergere nella dimensione mistica del Natale

Sotto
un cielo stellato formato da centinaia di lucine a led blu e bianche, con un
sottofondo di musica classica, ci si troverà di fronte al grande presepe di grande impatto, in un contesto straordinario, con ben congegnati richiami alle atmosfere medievali da una parte e dei valori del Palio dall’altra. Al centro del cortile medievale, in una struttura di 3 metri di altezza per 3 metri di larghezza (e 1 m di profondità) che fa da palcoscenico, si sviluppa la rappresentazione di una Natività medievale (dal titolo esatto “Nella Locanda non c’era posto – Un presepe artistico di Ivan Dimitrov”) con 80 sculture in terracotta (di altezza circa 30 cm), tra cui spiccano i 17 cavalieri con i colori delle Contrade di Siena, appositamente scolpiti e dipinti da Dimitrov per l’occasione.
Sotto le rovine di una torre medievale, elemento tipico del paesaggio toscano,
sarà collocata la Sacra Famiglia con i personaggi classici, gli angeli, il bue e
l’asinello, i Re Magi. Nel perimetro esterno le pecore, i cammelli, gli
zampognari, un gruppo di putti cantori e tante altre figure. La parte sinistra del
presepe invece è occupata dai 17 giovani cavalieri di terracotta che in gruppo
vanno a rendere omaggio al Bambinello. Vestiti con i colori delle rispettive
Contrade, sono un piccolo capolavoro omaggio a Siena di cui l’artista Ivan
Dimitrov va molto fiero.
Ivan Dimitrov, scultore e pittore approdato in Italia da giovane negli anni ’70,
negli anni recenti ha ottenuto grande successo nelle sue mostre-evento
incentrate sui presepi artistici, con decine di migliaia di visitatori a Bologna (sua città adottiva) e Milano. E oggi, quello dello scultore per Siena, è un vecchio-nuovo amore che sta dando grandi risultati artistici.

L’iniziativa è inserita nel cartellone di eventi “Tutto il Natale di Siena”, promosso dal Comune di Siena – Assessorato al turismo, con il contributo di Banca Mps. Il programma completo è disponibile all’indirizzo http://www.comune.siena.it/Tutto-il-Natale-di-Siena.
É possibile seguire le iniziative con l’hastag #nataleasiena sui profili EnjoySiena su Facebook, Twitter, Google+, Tumblr, Instagram, Pinterest, YouTube. Su Twitter anche su @NataleSiena.





“Nella Locanda non c’era posto
– Un presepe artistico di Ivan Dimitrov”

Siena, Cortile del Podestà del Palazzo Comunale, Piazza del Campo

Inaugurazione: 1 dicembre 2014 alle ore 16

Orario di apertura: dalle ore 8 alle ore 20, tutti i giorni fino al 31 gennaio 2015 (ingresso gratuito)


INFO:
www.ivandimitrov.com, www.ivandimitrov.net
tel. 051/229684


Ufficio stampa Ivan Dimitrov:
Studio di giornalismo Fabio Bottonelli
mob. 335.8032189
[email protected], www.studiobottonelli.it
PER FOTO, APPROFONDIMENTI, CURIOSITA’… CHIAMATECI O SCRIVETECI


IVAN DIMITROV, BIOGRAFIA

Ivan Dimitrov, pittore e scultore, nasce a Dupniza in Bulgaria nel 1958.
Trascorre, senza mai perdere i contatti con il suo Paese di origine, gran parte della sua vita in Italia dove tuttora vive e lavora. Sceglie Bologna, piccola città densa di fermenti e sollecitazioni culturali come sede abituale di lavoro. Personaggio eclettico ed imprevedibile, Ivan Dimitrov realizza a partire dagli anni 80 una serie di importanti esposizioni personali e di performance di grande richiamo, poi raccolte in eleganti volumi. Riviste specializzate lo presentano come l'artista che ripristina il concetto di modernità e di attualità del fare arte senza ricorrere a sotterfugi estetici o insulti provocatori. Autentico vulcano di idee, programma e sintetizza l' esecuzione di eventi artistici e mostre con assoluta modernità dove gli spettatori divengono protagonisti e non subiscono ma vivono l'opera d'arte come rappresentazione. Nel 2014 ha dipinto il Drappellone del Palio dell'Assunta, realizzato prima di lui da artisti di fama quali Botero, Mitoraj, Fiume, Guttuso.

Alcune delle mostre che si sono tenute in Italia ed all'estero:
* 1994 a Bologna, salone del Podestà di Palazzo Re Enzo, Mostra “Omaggio ai Grandi Maestri del Passato”, da Leonardo a Rembrandt con sculture in terracotta
* 1995 Bologna – Palazzo Isolani Mostra “Omaggio a Bologna” - bassorilievi in terracotta dipinta, dove presenta la “sua” Bologna
* 1996 Palazzo Isolani – Bologna Esposizione di “Clown e maschere della Commedia dell’arte” – Statuine in terracotta
*1998 Bologna – Galleria Studio Santo Stefano – Sculture in bronzo. (Cavalli, tori, nudi e ritratti).
* 2004- 2005 Collettiva presso il Salzburger Museum Carolino Augusteo (Austria)
* dal 2006, ripetuta annualmente fino al 2009 Bologna - Sale Museali del Baraccano – “I Presepi di Ivan Dimitrov”
* 2012 Dipinti a olio - Galleria Studio Santo Stefano - Bologna
Sue sculture dedicate all'Arte Sacra e al Presepio sono state esposte, alcune in forma permanente, in varie Chiese di Bologna, nel Duomo di Ferrara e nella Cattedrale di San Pietro e nella Basilica di San Petronio a Bologna (questa nel 2013).