Ivan Dal Cin – Nowhere

Udine - 12/07/2012 : 28/07/2012

Il lavoro di Ivan Dal Cin può essere inteso come un'estensione della pittura, un allargamento che finisce per includere lo spazio stesso. Appunto, ma quale spazio?

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO ULTRA
  • Indirizzo: Piazzetta Valentinis, 5 – 33100 - Udine - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 12/07/2012 - al 28/07/2012
  • Vernissage: 12/07/2012 ore 18
  • Autori: Ivan Dal Cin
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Esposizione online sul sito: http://www.side-specific.com visite: Mer - Sab / 14.30 - 19.30, per qualunque fuso orario Opening online-only: Giovedì 12 luglio, ore 18 Edizioni limitate presso lo spazio ULTRA Piazzetta Valentinis, 5 - Udine (IT) Dal Mer. al Sab. 14.30 – 19.30, o su appuntamento Tracce fisiche dell'intervento presso l'abitazione privata di Ba Abat visite solo su appuntamento: [email protected] si ringrazia Ba Abat per la disponibilità e collaborazione al progetto.

Comunicato stampa

L'associazione no profit art ex dono e spazio ULTRA sono lieti di annunciare il nuovo progetto dell'artista Ivan Dal Cin, NOWHERE. Una collaborazione, questa, che dopo alcuni mesi di reciproco ascolto prende forma in una mostra che indaga tre diversi spazi: lo spazio mentale, reale, digitale.

Il lavoro di Ivan Dal Cin può essere inteso come un'estensione della pittura, un allargamento che finisce per includere lo spazio stesso. Appunto, ma quale spazio?

Lo spazio fisico della galleria è mentale, è un luogo svuotato che predispone alla pura contemplazione delle opere esposte

Lo spazio privato, ad esempio un'abitazione, può essere inteso come l'incontro più o meno casuale di oggetti che ci definiscono e che sentiamo reali. Lo spazio web è diventato molto denso: un tempo si diceva "virtuale", oggi la sua prossimità e connessione con il reale lo rendono un canale accessibile per operare su cose ed incontrare persone.

La mostra NOWHERE articola questi tre differenti spazi indicando il non-luogo digitale come depositario di un concetto di pittura espansa, una pittura che si espone attraverso lo schermo, che è rappresentazione di se stessa e che arriva a coincidere con lo spazio digitale: WYSIWYG.
Ad essere rappresentata è anche l'idea stessa di esposizione: il sito web mutua alcune caratteristiche dello spazio espositivo, come gli orari d'apertura per poter visitare la mostra.
L'inaugurazione di NOWHERE avverrà solo online: l'evento, reiterato attraverso i fusi orari, non può più definirsi tale, è anch'esso una rappresentazione. Ovunque, e da nessuna parte.

Il processo pittorico è il seguente. In un'abitazione privata l'artista interviene con dei segni materiali, applicando alle pareti e sugli oggetti dei pezzi di nastro adesivo e fotografando da vari punti di vista la scena.

Successivamente, queste immagini vengono selezionate ed allestite sul sito www.side-specific.com in modo che siano visibili solo ad orari prefissati, che coincidono con l'apertura della galleria. Infine, nello spazio della galleria viene esposta la stampa pubblicitaria di un'immagine scelta tra quelle presenti sul sito, in edizione limitata destinata al fund raising dell'associazione art ex dono.

Il poster presente in galleria ha una duplice natura: è un'immagine classica, frontale, che rappresenta e riproduce la pittura confrontandosi con la sua storia, e allo stesso tempo è un'immagine pubblicitaria che ci rimanda ad altro luogo. Le opere reali non sono confinate all'interno della galleria, essendo fisicamente presenti in uno spazio esterno e trovando il proprio compimento formale sul web.

Il qui-e-ora e l'estetica dell'evento, che sono diventati lo standard espositivo e comunicativo di gallerie, musei e biennali, vengono tradotti in un non-luogo come rappresentazione e fuoriuscita dall'arte stessa, come insufficiente contenimento ad una pittura infinita.







Ivan Dal Cin
Nato nel 1978, vive e lavora in provincia di Pordenone. Inizia ad esporre nel 2001 con "La prima volta" a Venezia, interessandosi da subito al linguaggio verbale nel contesto visivo. La scrittura e la pittura si ritrovano sullo stesso piano, a rigore non è più possibile distinguere le due pratiche. Negli ultimi lavori, la scrittura intercetta situazioni ed oggetti provenienti dal contesto stesso dell'arte, riportandoli sul piano della pittura da cui sembra inessenziale uscire.

The non-profit art ex dono association and ULTRA space are pleased to announce the new project by the artist Ivan Dal Cin, NOWHERE. A collaboration which, after a few months of mutual listening, takes shape into an exhibition that explores three different spaces: mental, real and digital space.

The art-work of Ivan Dal Cin can be understood as an extension of painting, an enlargement that ends up including the space the same. Indeed, but how much space?

The physical space of the ULTRA gallery is mental, it's an empty space which predisposes to pure contemplation of exhibits. Private space, such as a home, can be understood as the almost random meeting of objects which define us and make us feel real. Web space has become very cluttered: a time you would say "virtual", today its close and connection with reality transform it in a accessible channel where work on things and meet people.

The NOWHERE exhibition consists of these three different spaces, indicating the digital non-place as depositary of an expanded painting concept, a painting exhibited through the screen, which is a representation of itself and which comes to coincide with the digital space: WYSIWYG.
To be represented is also the idea of exhibition: the web site borrows some exhibition space features, such as the opening hours in order to visit the exhibition.
The opening of NOWHERE will take place online only: the event, repeated across time zones, can no longer be defined a real opening, but it's a representation too. Everywhere and nowhere.
The pictorial process is the following. In a private house the artist participates with materials signs, applying to walls and to objects pieces of tape and photographing from different points of view the entire scene.
Then, these images will be selected and arranged on the website www.side-specific.com making them visible only at predetermined times, coinciding with the opening of the ULTRA gallery. Finally, in the space of the gallery itself, will be exhibited the advertising print of an image chosen among those present on the website, in limited edition to the art ex dono association fundraising.

The poster featured in the ULTRA space has a dual nature: it is a classic image, front, representing and reproducing painting confronted with its history, and at the same time it's an advertising image redirecting us to an other space. The real artworks are not confined within the gallery, being physically present in an outside space and finding their formal accomplishment on the web.

The here-and-now and the aesthetics of the event, which has become the exhibiting and communicative standard of exhibition galleries, museums and biennials, are translated into a non-place as a representation and as a leaking from the art itself, as
inadequate containment to an infinite painting.