Ipotesi Metaverso

Informazioni Evento

Luogo
FONDAZIONE TERZO PILASTRO MUSEO - PALAZZO CIPOLLA
Via Del Corso 320, Roma, Italia
Date
Dal al

Durata: dal 5 aprile al 23 luglio 2023
Orari di apertura: ore 10 - 20 dal martedì alla domenica. Lunedì chiusura. Ultimo ingresso in mostra ore 19:00
Aperture straordinarie:
Pasqua 09 aprile: dalle ore 15 alle 20
Pasquetta 10 Aprile: dalle ore 10 alle 20
25 aprile: dalle ore 10 alle 20
1 maggio: dalle ore 10 alle 20
2 giugno: dalle ore 10 alle 20
29 giugno: dalle ore 10 alle 20

Vernissage
05/04/2023

ore 11.30 su invito

Curatori
Gabriele Simongini, Serena Tabacchi
Generi
arte antica, arte contemporanea, new media
Loading…

Multisensoriale, Multimediale: immersione nella mente dei creatori di mondi dal Barocco a oggi.

Comunicato stampa

Dal 5 aprile al 23 luglio, nel cuore di Roma, a Palazzo Cipolla, arriva Ipotesi Metaverso: grandi artisti del passato incontrano i contemporanei sul terreno dell’immaginazione e della creazione di nuove dimensioni spaziali.

La mostra, curata da Gabriele Simongini e Serena Tabacchi, è promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele, ed è realizzata da Poema SpA.

Nelle ottocentesche sale di Palazzo Cipolla - in Via del Corso, a pochi metri da Piazza Venezia e Colosseo - si alterneranno opere di artisti storici tra cui Andrea Pozzo, Giovanni Battista Piranesi, Maurits Cornelis Escher, Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Giorgio de Chirico al fianco di alcuni tra gli artisti digitali più creativi e innovativi della scena contemporanea italiana e internazionale, pionieri del movimento legato all’arte nativa digitale, metapoeti, musicisti che sperimentano con algoritmi generativi, passando per avatar nati e cresciuti nel Metaverso, figure chiave della nuova corrente artistica multimediale e multisensoriale.

Un’immersione nella mente di creatori di mondi dal barocco a oggi - tra Europa, Asia, Stati Uniti, Sud America, Medio Oriente - che trasformerà ogni spazio del palazzo di Via del Corso in un viaggio fisico e mentale; capsule che condurranno lo spettatore ad immergersi all’interno di mondi e visioni attraverso la pittura, la scultura, l’arte digitale, la danza, la poesia, la musica, fino all'intelligenza artificiale. Ogni opera digitale è pensata come un progetto site-specific, legato allo spazio del Palazzo e in armonia con il resto del percorso espositivo.

Ipotesi Metaverso proporrà una serie di esperienze multisensoriali e multimediali, visioni di mondi possibili creati dal genio di artisti nazionali e internazionali, in dialogo con opere del passato di pittori che hanno immaginato altre “realtà”, a partire dal Barocco. Esperienza digitale/immersiva ed esperienza fisica, “materiale”, entreranno così in cortocircuito, stimolando il visitatore ad interrogarsi sulle nostre modalità percettive di oggi e del futuro.

Il catalogo della mostra è edito da DRAGO; Communication partner è HF4.it.