Opera dello Svelamento, Conoscenza e Rinnovamento delle acque del Lago di Molveno 2017.

Informazioni

Comunicato stampa

Nella stagione invernale in corso il Lago di Molveno sta subendo uno svuotamento delle proprie acque a causa di un lavoro di manutenzione degli impianti per la produzione di energia idroelettrica da parte di Hydro Dolomiti Energia.
Nell'intento di trasformare in opportunità questo evento finora vissuto dalla comunità come una ferita, l'Amministrazione comunale si è rivolta a Natourism che ha elaborato una proposta culturale coinvolgendo quattro artisti di fama internazionale: Luca Lagash, MOG, Thomas Boehm e Alessandro Cremonesi che firmano il progetto con l’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo


Ancor prima dell'avvio delle iniziative, un primo obiettivo è stato raggiunto: folle di visitatori animano le rive del lago e sui social network si moltiplicano immagini e commenti entusiastici che alimentano il passaparola positivo.

#OP17 ruota attorno a una potente analogia tra il processo di svuotamento e riempimento del lago e le operazioni svolte dai chirurghi dell'Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo, i quali durante gli interventi al cuore fermano temporaneamente il flusso di sangue e lo “deviano” verso vasi artificiali, fino a quando nei bambini operati si ristabilisce la normale circolazione dei fluidi che li restituisce alla vita.
Questa analogia fornisce la lettura con cui si interpreta il fenomeno al quale stiamo assistendo al Lago di Molveno: il lago si mette a nudo, predisponendosi a un totale rinnovo delle proprie acque e della propria vita riproponendo la potenza della sua natura, sia sul piano paesaggistico che su quello sociale, grazie alla produzione di energia.

#OP17 è anche il tentativo di ricucire simbolicamente la ferita tra il lago “cartolina” e il lago “macchina”, recuperando il duplice valore di questo meraviglioso specchio d’acqua per la sua Comunità.
Gli elementi dell’Opera:

• Manifesto poetico a cura di Alessandro Cremonesi: “Eppure sono sempre io”, il monologo del lago che si svela.
• Tavolo, il Palcoscenico dell’interazione a cura di Thomas Boehm e Luca Lagash: uno straordinario tavolo in legno, della lunghezza di 100 metri, installato sulle sponde del lago per permettere a turisti e residenti di innescare meccanismi di condivisione e socialità, scambio di idee, pensieri e dibattiti, in un mondo che ha bisogno di maggior empatia.
• Paesaggio sonoro (Soundscape) a cura di Luca Lagash: un percorso onirico di suoni, a evocare la voce del lago che emerge dalla sua profondità nascosta e vive nella sua magia misteriosa. Esso verrà installato seguendo il pendio naturale del fondale a “riempire” gli spazi rimasti vuoti per l’assenza delle acque.
• Scultura monumentale a cura di Mog - Morgana Orsetta Ghini: ricorda a tutti che il lago è sempre lui, anche se appare diverso, anche se sembra un altro. Basta cambiare punto di vista, come in questa scultura in cui il lago è messo in verticale, per scoprire nuove prospettive e per riflettere su quello che sta intorno a noi e su noi stessi.
Attività correlate con l’Opera:
• La Palestra letteraria, a cura della Professoressa Iris Tania Verlato: un concorso dal titolo “Molveno. Lago delle meraviglie...e se non fosse sempre il solito lago?” con l’obiettivo di valorizzare le tradizioni già presenti e di riscoprire le storie dimenticate del territorio oltre a inventarne di nuove facendo sognare e fantasticare i giovani e gli adulti attraverso la stesura di testi (fiabe o poesie) che abbiano come tema il Lago di Molveno, la sua fauna, il suo ambiente montano e lacustre.
• L’Esplorazione del territorio: l’attivazione di visite guidate sia di stampo naturalistico, alla scoperta dei tesori che il Lago ha portato alla luce, sia di stampo tecnologico in collaborazione con Hydro Dolomiti Energia per approfondire il tema della produzione di energia elettrica nelle centrali di Nembia e di Santa Massenza, alimentate proprio dalle acque del Lago di Molveno.
• La Capsula del Tempo: un contenitore preparato da un artigiano locale per conservare oggetti e informazioni rappresentativi della nostra epoca destinati ad essere ritrovati in un’epoca futura. La Comunità di Molveno ha immaginato la sua Capsula del tempo come un metodo per comunicare con il futuro; ognuno potrà inserire un messaggio nella Capsula che verrà inabissata nel Lago di Molveno il 3 giugno 2017. Il posizionamento della Capsula sarà fatto in modo da consentire il ritrovamento durante l’eventuale futuro nuovo svuotamento del lago.
A suggellare la ritrovata armonia tra il lago svuotato e la comunità, l'avvio del progetto prevede il 19 febbraio alle ore 14.00, la posa del Tavolo sulle rive del lago.
All'atteso evento sono invitati i bambini e i ragazzi delle scuole della zona, le associazioni, i cittadini e tutti i visitatori che vorranno prenderne parte.
Il Tavolo alimenterà un programma d'incontri e dibattiti che da Molveno si ramificheranno nei luoghi della cultura del Trentino e dell'Italia, il cui programma sarà presentato il primo marzo alle ore 11.30 nell'ambito di una conferenza stampa nazionale con la presenza degli artisti e dei principali partner coinvolti. Proprio quel giorno, contestualmente al debutto del Paesaggio Sonoro, anche la scultura, che sarà collocata al momento del ritorno delle acque, comincerà a dare le proprie tracce grazie ad una installazione sulle torri destinate al Soundscape.

L'intervento #OP17 ha lo scopo di innescare meccanismi virtuosi a dimostrazione di come l’arte e la cultura siano un mezzo straordinario di innovazione sociale, capaci di trasformare una situazione di per sé lesiva per l’immagine di un territorio (lo svuotamento del lago), in un’occasione importante di rinascita di una Comunità sotto il profilo della rigenerazione culturale.

ROADMAP
19 Febbraio 2017 ore 14.00
Lago di Molveno, installazione Tavolo, “Palcoscenico dell’Interazione”
1 Marzo 2017 ore 11.30
Lago di Molveno, Conferenza Stampa Nazionale e debutto Paesaggio Sonoro
25 Marzo 2017 ore 17.00
MART, Rovereto. Presentazione del Libro fotografico "Le mani nel cuore" a cura di Giovanni Porzio (reporter) con Gabriella Simoni (inviata Mediaset) e Marco Di Terlizzi (vice presidente Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo)
10 Aprile 2017 ore 17.00
Fondazione Museo Storico del Trentino, Trento. La Vita: incontro con persone che quotidianamente salvano la vita a bambini malati di cuore, con il Professor Tammam Youssef e presentazione del libro di Giovanni Terzi “Shukran ti salverò”
29 Aprile 2017
Lago di Molveno, installazione Scultura monumentale
Maggio 2017
MUSE, Trento; Quale Terra? Incontro con personaggi della cultura e della scienza per parlare del nostro pianeta e di come può essere percepito

PARTERNSHIP
Il progetto è reso possibile grazie alla collaborazione tra il Comune di Molveno, Provincia Autonoma di Trento-Servizio Attività Culturali, la Comunità di Valle della Paganella, l'ApT Dolomiti Paganella, Hydro Dolomiti Energia, Consorzio Bim, Molveno Holiday, Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo, Gruppo GPI, Cantine Ferrari, Mart, Muse, Fondazione Museo Storico del Trentino, Natourism, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, SITM, Funivie Molveno Pradel, Funivie Paganella 2001, Cassa Rurale Giudicarie, Valsabbia, Paganella, tsm-Trentino School of Management.