Invasione degli Asini 8a edizione

Dizzasco - 26/07/2015 : 02/08/2015

Si svolgerà a Dizzasco l’ottava edizione dell’Invasione degli asini. La ricorrenza vuole onorare il progetto che, di anno in anno, investe il territorio.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA INGANNI
  • Indirizzo: Piazza Inganni - Dizzasco - Lombardia
  • Quando: dal 26/07/2015 - al 02/08/2015
  • Vernissage: 26/07/2015 ore 10
  • Curatori: Massimiliano Patriarca
  • Generi: serata – evento
  • Orari: Domenica 26 luglio: 10.00 – 18.00 Da lunedì 27/09 a domenica 2/08: 16.30 - 18.30

Comunicato stampa

Sedi varie, Centro storico, Piazza Inganni
Dizzasco, Como.

Invasione degli Asini, 8a edizione

Domenica 26 luglio 2015

Anche quest’anno salirò per quella strada ripida. Curve a gomito e panorama mozzafiato. L’erba è buona, l’aria fresca e pulita. Sul basto porto il mio fardello, ma non sono da solo. Alla nostra cerimonia c’è sempre tanta gente, musica e canti, come un rito ancestrale, e fra tante persone alcuni sacerdoti che chiamano artisti hanno portato i loro doni. Io li guarderò dalla mia finestra, ristorandomi dalla fatica e cullandomi fra gli sguardi stupiti dei bambini


Così vogliono celebrarci, come ogni anno.
Ci penseranno Tamara Ferioli, Libri Finti Clandestini, Giovanni Smeraldi e un gruppo anonimo chiamato Artisti Non Identificati. Sono loro a dare voce ai nostri sguardi, a raccontare le nostre storie, o ad inventarsele. Perché in fin dei conti, le storie servono anche se non sono vere. Insieme a loro rivedrò anche il passato, installazioni incastonate fra le case, sculture collettive e dipinti archiviati. Come una caccia al tesoro.

Orari di apertura

Domenica 26 luglio: 10.00 – 18.00
Da lunedì 27/09 a domenica 2/08:
16.30 - 18.30

Ingresso libero, visite guidate gratuite

info

[email protected]
+39 3493428492
Twitter: @asinidizzasco
Facebook: Invasione degli Asini

Patrocini

Regione Lombardia
Provincia di Como
Expo Padiglione Italia
Associazione Amici di Dizzasco e Muronico
BIM
Celit
Comunità Montana Lario Intelvese
Comune di Dizzasco
Navigazione Laghi Italiani
Mondo Turistico
Valle Intelvi Turismo

Curatore

Massimiliano Patriarca

Artisti

Tamara Ferioli, Libri Finti Clandestini, Giovanni Smeraldi, Artisti Non Individuati

Redazione artistica

Pietro Ferri, Sara Russo, Francesca Agnelli, Matteo Molteni, Gianpietro Fontana

Redazione tecnica

Associazione Amici di Dizzasco e Muronico

Testo di presentazione

Domenica 26 luglio si svolgerà a Dizzasco l’ottava edizione dell’Invasione degli asini. La ricorrenza vuole onorare il progetto che, di anno in anno, investe il territorio. Fin dalla sua nascita l’intenzione è stata rivolta alla costruzione di un polo culturale che contenesse in sé due diverse realtà: una artistica, intellettuale e contemporanea ed una popolare strettamente legata al territorio, alle tradizioni e ai suoi abitanti. Gli interventi permanenti che ogni anno si aggiungono al substrato urbano sono esemplificativi dell’identità del progetto. Dizzasco ha ormai la conformazione di un museo a cielo aperto, ma la sua proprietà più rilevante è che le opere d’arte sono in luoghi accessibili a tutti, utilizzabili e pensate per tutta la comunità ogni giorno dell’anno. La comunità collabora attivamente, è lei depositaria della memoria delle storie e delle favole, degli usi e dei simboli. E’ così che la tradizione orale popolare si fonde all’artisticità contemporanea, è inoltre per questo motivo che l’asino è il simbolo e il protagonista di ogni movimento sul territorio. L’animale è associato agli abitanti di Dizzasco per leggende e racconti antichi e in questi ultimi anni è stato indagato dagli artisti in ogni sua declinazione. Durante la giornata dell’Invasione ci sarà l’inaugurazione delle nuove opere permanenti e saranno visitabili le sale espositive con mostre temporanee, anche con l’ausilio di guide gratuite. Le esposizioni conterranno opere specifiche di questa edizione e antologie illustrative dell’evoluzione del progetto nel tempo, e resteranno aperte per un’intera settimana. La tradizione sarà incarnata dal Gruppo Folclorico San Bartolomeo che invaderà il paese mostrando i mestieri, i canti, gli usi e i costumi di una volta. Ospiti tradizionali sono anche la M.A.S.C.H.E.R.A di Schignano, Il Ferro Battuto, il Museo Etnografico di Casasco e il Tombolo. Non mancherà la vendita di prodotti locali genuini e a chilometro zero.