Incontro con Anri Sala

Venezia - 04/10/2012 : 04/10/2012

Christine Macel, curatrice al Centre national d’art et de culture Georges Pompidou, incontra Anri Sala, uno degli artisti protagonisti della mostra “La voce delle immagini”, curata da Caroline Bourgeois e dedicata alle immagini in movimento della Collezione François Pinault.

Informazioni

Comunicato stampa

Anri Sala ha cominciato gli studi d'arte a Tirana (Albania) e li ha completati in Francia, paese che rappresenterà alla prossima Biennale di Venezia.

L’artista privilegia il video come forma espressiva e le sue produzioni sono registrazioni discrete di realtà segrete o marginali alle quali l'immagine in movimento assegna un'esistenza fragile, al tempo stesso documentaria e incantata. In mostra a Palazzo Grassi è presentata l’opera Uomoduomo (2000) che riprende il sonno di un uomo visibilmente fragile e anziano, forse senza fissa dimora, curvo sul banco della cattedrale di Milano

I suoi sussulti, i movimenti bruschi, tradiscono un sonno agitato. Immagini rubate, a modo loro notturne: è il passaggio indifferente degli altri, sullo sfondo dell'immagine, a colpire lo spettatore di questo video di breve durata, sorta di haiku contemporaneo.



Anri Sala, nato in Albania nel 1974, vive e lavora in Francia. Il suo lavoro è stato esposto in alcuni tra i più importanti musei d'arte contemporanea internazionali e all'interno di grandi eventi espositivi come le biennali di Venezia (2003 e 2001 quando vince il primo premio per artista giovane), e biennali di Sidney (2004), Istanbul (2003), Sao Paulo e Berlino (2002), Tirana (2001), Yokohama Triennale (2001) e Manifesta 3 a Ljubljana (2000).



In occasione dell’incontro, il Dogana Café, gestito da VyTA Boulangerie italiana, resterà aperto al pubblico sino al termine dell’appuntamento.



L’incontro è aperto gratuitamente al pubblico, sino a esaurimento posti. Tutte le informazioni sugli appuntamenti sono aggiornate sul sito www.palazzograssi.it.



L’iniziativa fa parte del calendario di appuntamenti promossi dalla François Pinault Foundation che, a cadenza mensile, ospita speciali incontri aperti al pubblico con gli artisti le cui opere sono presentate nelle mostre “Elogio del dubbio” a Punta della Dogana e “La voce delle immagini” a Palazzo Grassi. Oltre alle tradizionali conversazioni tra l’artista e intellettuali, critici, curatori, direttori di istituzioni del mondo dell’arte, l’iniziativa quest’anno si rinnova con nuove formule e proposte, come workshop e concerti, e testimonia ancora una volta la volontà di Palazzo Grassi e Punta della Dogana di essere luoghi di incontro e di scambio, aperti al pubblico più vasto.



Prossimi appuntamenti:

15/16/17 novembre Workshop con Johan Grimonprez a Palazzo Grassi

Lunedì 26 novembre Hassan Khan in conversazione con Andrea Lissoni a Punta della Dogana

Martedì 27 novembre Concerto “Superstructure” di Hassan Khan al Teatro Fondamenta Nuove