Incontro con Aldo Cibic

Torino - 06/06/2013 : 06/06/2013

ALDO CIBIC dall’esperienza di freedom room ad altri progetti sarà la prima conferenza organizzata da alessiostudio presso il Museo Regionale di Scienze Naturali, all’interno del ciclo ‘d’ARCHITETTURA – esempi di qualità’ della stagione 2013/2014’.

Informazioni

Comunicato stampa

Incontro
Giovedì, 6 giugno 2013 - ore 18.30
ALDO CIBIC
dall’esperienza di freedom room ad altri progetti
Introduce: Luca GIBELLO, Caporedattore de Il Giornale dell’Architettura
Intervento di Cesare BURDESE, Architetto, esperto di architettura penitenziaria
Segue aperitivo
Auditorium MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI - Via Giolitti 36, 10123 Torino - ingresso libero sino ad esaurimento posti

Un nuovo concetto di ospitalità: un modulo abitativo essenziale, a basso costo, pensato con i detenuti e prodotto in carcere. Una proposta/prodotto, una mostra, una installazione per l’ospitalità temporanea e sociale, hotel diffusi, ostelli

Il design può essere uno strumento di innovazione sociale? Può dare risposte a nuovi bisogni emergenti? Può, in altre parole, essere uno strumento di liberazione? Nella cella, grazie all’arte di arrangiarsi, si fa da mangiare, si lavano le stoviglie ma anche gli indumenti in una situazione davvero precaria. Il problema è di creare delle soluzioni grazie alle quali, nelle stesse dimensioni, quelle funzioni si svolgano in modo tale che un modello del genere possa diventare una possibile nuova cella, la stanza di un hotel low-cost, di un campus, di un centro di prima accoglienza. Si può anche ragionare su nuovi complessi abitativi a costo contenuto fatti con gli stessi moduli, ai quali aggregare parti comuni fornite dei più svariati servizi, in modo da generare socialità, momenti di scambio e di business. Freedom Room è stato realizzato da Cibicworkshop in collaborazione con lo studio Comodo.

Aldo Cibic, Cibicworkshop illustrerà la recente esperienza di freedom room e altri progetti. Durante la conferenza interverrà Cesare Burdese, Architetto, esperto di architettura penitenziaria.

ALDO CIBIC dall’esperienza di freedom room ad altri progetti sarà la prima conferenza organizzata da alessiostudio presso il Museo Regionale di Scienze Naturali, all’interno del ciclo ‘d’ARCHITETTURA – esempi di qualità’ della stagione 2013/2014’.

L’alessiostudio esprime la propria creatività e professionalità nei settori dell’architettura, della comunicazione & grafica, della produzione video e degli eventi. Incontri con architetti per discutere di tematiche attuali, approfondire aspetti progettuali e diffondere la consapevolezza della qualità necessaria degli spazi in cui si vive.

Per informazioni: tel 011 58.21.668 - [email protected] - www.alessiostudio.com

Sponsor: IDROCENTRO - PHILIPS
Sponsor Tecnico: FEDRIGONI
Patrocini di: PROVINCIA DI TORINO - CITTA’ DI TORINO - ANCE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI - COLLEGIO COSTRUTTORI EDILI ANCE TORINO - ORDINE ARCHITETTI TORINO
Media partner: IL GIORNALE DELL’ARCHITETTURA - THE PLAN

Aldo CIBIC Nasce a Schio (Vicenza) nel 1955. Nel 1977 si trasferisce a Milano per lavorare con Ettore Sottsass, di cui diventa socio nel 1980. Nel 1981 nasce la collezione Memphis di cui Cibic è uno dei designer e fondatori. Nel 1989 decide di cominciare il suo percorso fondando lo studio Cibic&Partners e dando via all'attività di ricerca con le scuole. Oggi le attività principali si svolgono a Milano per i progetti di architettura e i grandi interni, e a Vicenza con CibicWorkshop per il design e l'attività di ricerca, rivolta allo sviluppo di nuove tipologie progettuali. Svolge inoltre attività di insegnamento alla Domus Academy, al Corso di Laurea in Disegno Industriale della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e al Corso di Laurea in Disegno Industriale della Facoltà di Design dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. E’ Professore Onorario alla Tongji University di Shanghai. Nel 2010 figura tra i tre italiani invitati dal direttore Kazuyo Sejima alla XII Mostra Internazionale di Architettura a Venezia dal titolo “People Meet in Architecture” con il progetto: “Rethinking Happiness”.

Cesare BURDESE nasce a Bra (Cn) nel 1952. Ha conseguito la laurea in Architettura presso il Politecnico di Torino. Dal 1975 svolge la libera professione, presso il suo studio di Torino, occupandosi di progettazione edilizia, interior design e design forniture. Ha al suo attivo progetti e realizzazioni di residenze private, sedi di fondazioni culturali, spazi commerciali, edifici di culto, edifici socio-assistenziali e di comunità. Dal 1986 è impegnato sui temi dell’Architettura penitenziaria e del rapporto del Carcere con la Città, che lo vedono attivo protagonista, a livello nazionale, con la didattica universitaria, con la promozione di iniziative culturali, con l’attività pubblicistica e di progettazioni sperimentali, anche per conto del Ministero della Giustizia. Nel 1997 ha curato il Progetto del Giardino delle visite nella Casa Circondariale Le Vallette di Torino e nel 2001 il Progetto del Centro per la Giustizia Minorile e funzioni sociali e collettive Ferrante Aporti a Torino. E’ l’autore del Progetto dell’Istituto a custodia attenuata per madri detenute con prole (I.C.A.M.) di prossima realizzazione nella Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino.

Luca GIBELLO (Biella, 1970), presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino si laurea nel 1996 e consegue nel 2001 il dottorato di ricerca in Storia dell’architettura e dell’urbanistica con una tesi sull’opera di Le Corbusier a cavallo della seconda guerra mondiale e sul problema delle abitazioni d’urgenza per il ricovero dei sinistrati. Svolge attività di ricerca sui temi della trasformazione delle aree industriali dismesse in Italia. Presso il Politecnico ha tenuto corsi di Storia dell’architettura contemporanea e di Storia della critica e della letteratura architettonica. Dal 2004 è caporedattore de “Il Giornale dell’Architettura”.
Con Paolo Mauro Sudano ha pubblicato i volumi Francesco Dolza. L’architetto e l’impresa (Celid, 2002) e Annibale Fiocchi architetto (Aión, 2007); ha inoltre curato i volumi Stop&Go. Il riuso delle aree industriali dismesse in Italia. Trenta casi studio (con Andrea Bondonio, Guido Callegari e Cristina Franco; Alinea, 2005), 1970-2000. Episodi e temi di storia dell’architettura contemporanea (con Francesca B. Filippi e Manfredo di Robilant; Celid, 2006) e Il Cineporto della Film Commission Torino Piemonte. Un’opera di Baietto Battiato Bianco (Celid, 2009). Ha svolto il coordinamento scientifico-redazionale del Dizionario dell’architettura del XX secolo (a cura di Carlo Olmo, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma 2003). È autore di numerosi articoli per “Il Giornale dell’Architettura”, nonché di saggi critici e storici pubblicati in libri e riviste di settore. Con “Cantieri d'alta quota. Breve storia della costruzione dei rifugi sulle Alpi” (Lineadaria, Biella 2011), primo studio sistematico sul tema, unisce l'interesse per la storia dell'architettura con la passione da sempre coltivata verso l’alpinismo.


SPONSOR
IDROCENTRO E’ l'azienda più completa nel campo delle forniture di materiale idrico, termico, sanitario, condizionamento, climatizzazione, vapore, piscine, palestre, irrigazione, coperture, lattone ria, solare fotovoltaico, energie alternative, strutture ospedaliere e per disabili. 150.000 mq di magazzini, con la sede di Torre san Giorgio e le sue numerose filiali, Idrocentro è in grado di soddisfare un ampio mercato.


PHILIPS In qualità di società leader nel campo dell’healthcare, del consumer lifestyle e dell’illuminazione, Philips coniuga tecnologia e design in soluzioni incentrate sulla persona, grazie a una profonda conoscenza delle necessità dei consumatori e alla propria promessa di brand, “sense and simplicity”. Philips, con headquarter ad Amsterdam, ha circa 122.000 dipendenti in oltre 100 paesi in tutto il mondo.