In quale modo realizzare la bellezza nei luoghi della cultura

Milano - 04/06/2014 : 04/06/2014

Una conversazione tra Philippe Daverio e Carlo Truppi sul tema: “Come realizzare la bellezza nei luoghi della cultura”. Durante la serata sarà presentato "Ruga", il nuovo romanzo edito da SE dell’architetto-scrittore Carlo Truppi.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA BERTARELLI
  • Indirizzo: Piazza Bertarelli - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 04/06/2014 - al 04/06/2014
  • Vernissage: 04/06/2014 ore 18,30
  • Autori: Philippe Daverio, Carlo Truppi
  • Generi: presentazione, incontro – conferenza

Comunicato stampa

La bellezza nei luoghi della cultura
Il 4 giugno alle ore 18.30, a Milano, in piazza Bertarelli 4 si terrà una conversazione tra Philippe Daverio e Carlo Truppi sul tema: “Come realizzare la bellezza nei luoghi della cultura”, argomento trattato negli anni sia dal professor Daverio dal punto di vista della storia dell’arte, sia da Truppi, professore ordinario di Progettazione Ambientale, dal punto di vista dell’arte del costruire, del recupero e della valorizzazione dell'identità dei luoghi


Fra i molti testi di Carlo Truppi: i saggi “L’anima dei luoghi” (Rizzoli), scritto con James Hillman e “Nei luoghi dell’anima” (Electa), scritto con Wim Wenders.
Carlo Truppi, già preside della Facoltà di Architettura dell'Università di Catania con sede in Siracusa, è il coordinatore nazionale di un progetto PRIN dal titolo “La difesa del paesaggio tra conservazione e trasformazione, economia della bellezza per uno sviluppo sostenibile”, importante studio che vedrà la sua conclusione nel gennaio del 2016.
Durante la serata sarà presentato "Ruga", il nuovo romanzo edito da SE dell’architetto-scrittore Carlo Truppi, che segue i suoi precedenti romanzi “Il treno nella stanza” e “In concerto”.
La storia di Renzo, il protagonista di “Ruga", si dipana tra luoghi tutti profondamente significativi: dalla costiera salernitana alla sciara di Stromboli, passando per Santiago di Compostela e Finisterre, in Spagna, dove ancora oggi i pellegrini si bagnano nell’oceano e raccolgono una conchiglia a memoria dell’avvenuto cammino, per quindi concludersi a Noto, il Giardino di Pietra.
Sarà presente l’Assessore alla Cultura e ai Beni Culturali di Noto Cettina Raudino.
L’attrice Irene Grazioli Fabiani leggerà alcuni brani tratti da “Ruga”.