Il tempo regola l’atto: due opere per una mostra

Roma - 10/12/2020 : 29/01/2021

Il tempo regola l’atto è un ciclo di mostre a calendario “irregolare”. Ogni appuntamento presenterà solamente due opere di due artisti a confronto che saranno fruibili per un periodo di tempo breve e indeterminato.

Informazioni

  • Luogo: MONITOR
  • Indirizzo: Via Sforza Cesarini 43a-44 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 10/12/2020 - al 29/01/2021
  • Vernissage: 10/12/2020 no
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: mar - ven ore 13.00-19.00

Comunicato stampa

Il tempo regola l’atto: due opere per una mostra

con Thomas Braida, Matteo Fato, Benedikt Hipp, Laurent Montaron, Elisa Montessori, Claudio Verna

*dal 10 dicembre 2020 al 29 gennaio 2021

A partire dal 10 dicembre e per tutto il mese di gennaio la galleria MONITOR ospiterà un ciclo di mostre a calendario “irregolare”: Il tempo regola l’atto.
Ogni appuntamento presenterà solamente due opere di due artisti a confronto che saranno fruibili per un periodo di tempo breve e indeterminato


Il tempo del processo che regola il concepimento e la realizzazione dell’opera, e la brevità della sua temporanea permanenza negli spazi della galleria, regoleranno questo nuovo piccolo progetto incentrato sul confronto fra generazioni e su una dinamica di proporzioni invertite, di analogie e reciprocità della ricerca artistica.
L’apertura di ogni nuovo appuntamento e i suoi protagonisti, saranno comunicati attraverso una newsletter e i canali social di Monitor.

Durante il mese di dicembre le stanze della galleria ospiteranno i lavori di Elisa Montessori (Genova, 1931) e di Thomas Braida (Gorizia 1982).
Elisa Montessori presenta un libro inedito di grande formato - unico in tutta la lunga carriera dell’artista- appositamente concepito per la mostra.
Il libro che fin dai primi prototipi realizzati, è per l’artista custode di animate narrazioni visive e archivio delle citazioni letterarie e poetiche che l’hanno ispirata nel tempo, diviene in questa occasione spazio di rappresentazione del suo personale flusso di coscienza. Il testimone più veritiero della sua visione delle cose (la natura, l’arte, il tempo, la poesia), della loro connessione e imperitura trasformazione.
‘Atlante’ è il personale tentativo di Elisa Montessori di ricomporre una sua autobiografia, seguendo una mappa mentale con un approccio non convenzionale, che può condurre verso molteplici direzioni. Scorrere le pagine di questa opera, significa attraversare una geografia emotiva senza precisi confini e riferimenti cardinali, ma con un’unica certezza. Un filo conduttore teso dalla presenza costante dell’artista, dal suo segno ineguagliabile che detta il senso di ogni singola pagina e l’essenza dei disegni in essa contenuti.
L’opera - libro si fa registro delle esperienze trascorse e racconto passato e attuale di una vita e di una ricerca che da più di 50 anni si snoda all’insegna di un’inesauribile curiosità e di un instancabile desiderio di conoscere e creare.

Un’opera ‘giovanile’ datata 2012, ci proietta nello stile e della ricerca pittorica di Thomas Braida, ancor prima della sua mostra di esordio a Monitor.
La grande tela - chiara reminiscenza dei telerei veneziani, cari all’artista nella sua formazione- sembra solo in apparenza rievocare le gesta di San Giorgio, le atrocità del martirio subite e la lotta contro il drago. In ‘Le atrocità di San Giorgio e compagna’ ritroviamo la personale lettura da parte di Braida, della storia della pittura, della sacralità di certi temi e la possibilità di rileggerne l’attualità che l’artista offre attraverso il suo lavoro.
Le atrocità della tela raccontano un modo di coppia contro ‘tutti’. Un piccolo e fantasioso universo di lucida follia, che alle volte, come in casi di cronaca recente, può sfociare in atti di crudeltà.
Un piccolo drago che diviene malvagio agli occhi dei ‘consorti’ e simbolo di un mondo/nemico da combattere e eliminare.
La pittura di Braida si nutre oggi come allora di allegorie storiche, mitologiche e di incursioni nella realtà quotidiana, epica o grottesca che essa sia.
Da questo impatto nascono narrazioni non sempre lineari, ma che come per la Montessori, scaturiscono da un’urgenza di utilizzare lo sguardo, di tracciare con costanza il tempo, la storia, la natura degli oggetti e dei fatti, arrivando ad una scrittura molto personale e mai scontata che non ci stanchiamo di leggere su pagine di carta per l’una e su tela per l’altro.

* In conformità con le linee guida del D.P.C.M. 3 dicembre 2020 e per evitare assembramenti, l’apertura di ogni ciclo di mostre non prevede una serata di opening. La mostra sarà aperta al pubblico a partire dalla data indicata e visitabile secondo gli orari consueti di apertura della galleria (mar - ven ore 13.00-19.00). Per visitare la mostra non è richiesta prenotazione, ma le entrate saranno contingentate e si potrà accedere solo se muniti di mascherina propria.

BIO
ELISA MONTESSORI (Genoa, 1931, lives and works in Rome) Selected Solo Shows: 2020 Elisa Montessori. La camera bianca, Fondazione Giuliani, Roma; 2019 Um lugar desenhado pela passagem do corpo, curated by João Silvério, Monitor, Lisbon; 2018 Lungotevere, Auditorium Parco della Musica, Roma; 2017 Fiori Scarlatti Manguste e Volo Notturno, Casa delle Letterature, Rome; 2016 Ogni cosa è un’altra, Monitor, Rome; 2006 Gal leria Nazionale d’Arte Moderna, “Elisa Montessori. Shangai Blues”, curated by L.Velani, catalogue curated by M. Picciau, Rome; 2001, Castello di San Giorgio, curated by B. Tosi, Rome; 2000 Galleria Il Segno, “Elisa Montessori”, texts by F . Purini, N. Fusini, Rome; 1997 Sala Rossa, Loggia-Lombardesca, “Isole-Islands”, curated by M.L. Strocchi Reggio Emilia, Ass. Cult, 8.75, “Indian Summer”, presentation by S. Parmiggiani, Ravenna; 1994 Galleria Mazzocchi, “Paesaggio da Oriente”, texts by F Moschini, L. Cherubini, G. Iovane, C. Terenzi, F. Menna, I. Mussa, B. Tosi, C. Dardi, M. Vescovo, M. Corgnati, A .M. Sauzeau Boetti, Parma; 1993 – 1994 Studio Bo cchi, “Rotoli”, presentation by A .M. Sauzeau-Bo tti, Rome; 1993 Palazzo delle Esposizioni, “Omaggio a Ingeborg Bachman”, with G. Beitling, Rome; 1991 Galleria Mazzocchi, “Elisa Montessori – Viaggio d’inverno”, presentation by M. Corgnati, Rome; 1989 V illa Cuoghi, Antologica, pr esentation by B. Tosi New York, Marina Urbach, “The painter’s garden”, omaggio a Sylvia Plath, presentation by A .M.Sauzeau Boetti, Fiorano Modenese; 1983 Centre Culturel Français, “L’objet c’est la poetique, poèmes de Francis Ponge et dessins di Elisa Montessori”, Rome; 1977 Napoli, Studio d’Arte Lia Rumma; 1975 Galleria Seconda Scala, presentation by F.Menna, Rome; 1957 Galleria laStrozzina, presentation by P.C. Santini, Florence Selected Group Shows: 2020 Il tempo regola l’atto: due opere per una mostra, Monitor, Roma; 2020 Io sono verticale. Monitor Pereto (AQ) 2018 Vita, Morte e Miracoli, curated by Anna Daneri and Carlo Antonelli, Villa Croce, Genova 2017 MAGMA, il corpo e la parola nell’arte delle donna, curated by Benedetta Carpi de Resmini and Laima Kreivyt, Istituto Centrale per la Grafica, Rome2016 Con Goethe in Italia, Michela Maria Langestein | Elisa Montessori | Claudia Peill, Casadi Goethe, Rome; 2004 “Punto uno”, curated by M. Coccia, M. De Candia, Seul, Tokyo, Osaka, Roma, 1999 “Elisa Montessori. Quando il segno diventa suono”, curated by C. Terenzi, Roma, Università La Sapienza, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea 1993 “Trasparenza sulla via della carta”, a cura di A .B. Oliva, Pechino; 1991 Istituto Italiano in Canada, Vancouver; 1989 Festival dei Due Mondi, curated by B. Mantura, Spoleto; 1988 “Gli strumenti della pittura”, curated by I. Mussa Heidelberg V Biennale Grafica Eur opea, Udine, Galleria Plurima; 1986 XI Quadriennale, Palazzo delle Esposizioni, Roma “Ofelia ‘86”, curated by F. Di Castro, Istituto Italiano di Cultura, Parigi; 1983 XVII Biennale d’Arte, presentation by B. Mantura, San Paolo del Brasile; “International Kunstmesse Art 5’84’’. Basilea; 1982 Aperto 82/Tempo”, XL Biennale di Venezia, curated by T. Trini, Venezia “Arteder-’82 – Muestra Internacional de Arte Grafica”, Bilbao

THOMAS BRAIDA (Born in Gorizia in 1982, lives and works in Turin) Selected solo shows: 2019 La bava sul cuscino, curated by Caroline Corbetta, Le Dictateur, Milan; 2018 Aspettando dentro l’anno del gatto, curated by Marcello Smarrelli, Pesaro centro arti visive Pescheria; 2017 Solo, curated by Caroline Corbetta, Palazzo Nani Bernardo, Venice; 2016 Showout #2 Thomas Braida, in collaboration with Valerio Nicolai, curated by Monitor, Antonello Colonna Resort & Spa, Labico (Rome); Solo show, Monitor, Rome; 2014 Solo show, Monitor Studio, New York Thomas Braida – Toads Swallow Fireflies, The Gods Eat Everything, Gust van Dijk – Home to Contemporary Art,Tillburg,Holland (2014); 2013 Thomas Braida | Valerio Nicolai “Lo sbocco romantico” Galleria Furini Arte Contemporanea.Via Giulia, Rome (text by Andrea Bruciati); 2012 Thomas Braida, ex tappezzerie Semenzato, Mestre, Venezia. A project by Sottobosco. IL CREPACCIO presents THOMAS BRAIDA, via Lazzaro Palazzi 19, Milan; 2011 Braida / Nicolai-mostra bipersonale site specific, curated by Alice Ginaldi, SMART Udine Selected group shows: 2020 Il tempo regola l’atto: due opere per una mostra, Monitor, Roma ; 2020 Ciò che vedo, nuova figurazione in Italia, Galleria Civica, Trento; 2019 VIEW/ Openwork a focus in painting, curated by Simone Camerlengo, Monitor, Rome; A Collection, curated by Chiara Casarin and Giovanni Bonotto, Palazzo Barolo, Turin; Exhibit#1, curatad by Cesare Biasini, Arimondi Circle, Rome; 2018 Graffiare il presente, curated by Daniele Capra and Giuseppe Frangi, Casa Testori, Milan; Straperetana. Il tempo svogliato, curated by Saverio Verini; De prospectiva pingendi, curated by Massimo Mattioli, Todi, IT; 2018 CIAC – Gallery, Foligno, Arte per tutti, Thomas Braida e Adelaide Cioni, curated by Marta Silvi e Pier Luigi Metelli; Unrealised Paintings, curated by Valentina Rossi, More Museum; 2017 VIVA ARTE VIVA curated by Treti Galaxie, FuturDome, Milan; Fondazione Malutta at Monitor, Collezione Malutta + Black Market, Monitor, Rome; Straperetana, curated by Saverio Verini, Pereto, IT; 2016 Versus, curated by Andrea Bruciati, Daniele de Luigi, Serena Goldoni, Galleria Civica, Modena, IT; L’Arte è favolosa!, Fondazione Malvina Menegaz, Castelbasso, IT; 2015 ARTE IN CENTRO, curated by Andrea Bruciati, Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture, Palazzo De Sanctis, Castelbasso, Teramo; Sogni di Otello: sogni di Isis, curated by Tracy Kinnally, Chiostro dei Frari, Venice; BACO | Open MIA, Palazzo della Misericordia, Bergamo; 2014 Shit and Die, Palazzo Cavour, Torino; Un’Idea di Pittura II, MONITOR STUDIO, New York; Un’ idea di pittura I, Monitor, Rome; Enchanted: The Poetics of Wonder. Jean-Baptiste Bernadet, Thomas Braida, Ulla von Brandenburg, Daniel Gustav Cramer, Anna Franceschini, curated by Ilaria Gianni, Furini Arte Contemporanea, Arezzo, IT; Xenia- Thomas Braida, il duo artistico CAMPOSTABILE (Mario Campo e Lorena Stabile), Gianfranco Maranto e Valerio Nicolai.Curated by Elisa Fantin and Maria Giovanna Virga, La Collezione-Fondazione Malutta,Venezia, IT; Se di-segno, Padiglione Esprit Nouveau, Bologna, IT; 2013 Istanbul Contemporary Istanbul is very busy. SEA Foundation is showing work of Thomas Braida, Clau De La Torre and John Dyer Baizley; Il Crepaccio Presents DA VENEZIA A PORTA VENEZIA, curated by Caroline Corbetta Padiglione Crepaccio at yoox.com -29,30,31maggio-I“Veneziani”,curated by Caroline Corbetta; Out of focus. Paesaggi, Visioni, Ricordi. Artisti in dialogo tra Cina e Italia: Thomas Braida, Fabio De Meo, Andrea Kvas e Serena Vestrucci e Chen Yu-jun, Li Qing, Wan Ya-bin e Yin Zhaoyang (elected by Hangzhou Cultural Brand Promotion), Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti-Campo Santo Stefano, Palazzo Franchetti; Personal effectsonsale: Concept: Padiglione dell’Esprit Nouveau, Bologna; 2011