Il Mattone: 6 Outsider

Roma - 03/03/2015 : 20/03/2015

Il nome Mattone è un gioco di parole. Mattone è il grande matto, quello che per molti psichiatri è irrecuperabile, non più reinseribile nella società. Ma allo stesso tempo, il mattone è il pezzo con cui, lentamente, si costruisce qualcosa.

Informazioni

Comunicato stampa

Il MLAC - Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, facente parte del Polo Museale dell’Università La Sapienza, riprende l’attività espositiva nella sede rinnovata. Il 3 marzo 2015 inaugura la collettiva di autori del Laboratorio il Mattone, condotto da Paolo Iavarone e attivo dal 1993 presso l’istituto residenziale riabilitativo San Giovanni di Dio di Genzano.
In mostra circa trenta opere, tra disegni e dipinti su tavola e tela, realizzate da Luigi, Franco, Paolo, Marco, Giovanni e Gaetano

Autori che in comune hanno alcune caratteristiche, soprattutto biografiche: quasi tutti sono nati a Roma o hanno vissuto nella capitale, tutti sono autodidatti e lavorano al di fuori del sistema dell’arte ufficiale, ignorandone i meccanismi espositivi e le regole di mercato (molti donerebbero una loro opera in cambio di un caffè o di una sigaretta). Alcuni disegnano da sempre, altri hanno iniziato intorno ai 30-40 anni, e tutti, dopo il ricovero in istituto, hanno frequentato il laboratorio il Mattone, dove hanno trovato uno spazio accogliente e strumenti adeguati per esprimersi liberamente. Qui, con l’incoraggiamento del conduttore dell’atelier Paolo Iavarone, ognuno ha iniziato a sperimentare varie tecniche, secondo personali predisposizioni, raggiungendo con il tempo un proprio stile, individuale e riconoscibile.
Le opere si collocano nel più vasto contesto dell’Outsider Art, che include anche le creazioni spontanee sorte all’interno di laboratori presenti in istituti psichiatrici. Negli ultimi anni è sempre più diffuso l’interesse verso questo tipo di produzione: lo dimostrano gallerie specializzate, centri di studio e ricerca, musei, esposizioni e iniziative culturali che ruotano intorno al tema.
A partire dal 1999 gli autori del laboratorio hanno partecipato a numerose mostre sia in Italia sia all’estero. Tra le altre ricordiamo: Le ragioni di un delirio. Il delirio della ragione, Galleria Forum Interart (1999) e L’arte del sociale, Palazzo Valentini (2004), entrambe a Roma; Deliré. Tra identità e diversità, allestita all’interno del palazzo comunale di Genzano. Del 2010 è la mostra Art Brut. I visionari tra arte e follia presso il Museo Archeologico Lavinium di Pomezia. All’estero gli artisti hanno partecipato al Festival KICK (Kunst Integration Chancen Kultur) organizzato a Monaco e per due anni consecutivi, nel 2006 e nel 2007, hanno esposto all’Atelier Zeta di Parigi.
La mostra Il Mattone: 6 Outsider è stata realizzata grazie alla collaborazione degli studenti del Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo della Sapienza coordinati dalla prof.ssa Ilaria Schiaffini: Martina Conte, Eleonora Conti, Sara De Carlo, Serena Evangelisti, Nadia Guidi, Noemi Longo, Francesca Pasqui, Francesca Ragone, Martina Urso, Tommaso Zijno.
Inaugurazione con la presenza degli autori.