Il luogo e il sacro

Treviso - 23/01/2013 : 23/01/2013

Un incontro pubblico sui temi convocati dal volume Il luogo e il sacro. Contributi all’indagine sul linguaggio simbolico dei luoghi (edizioni della Fondazione Benetton Studi Ricerche), a cura di Domenico Luciani.

Informazioni

Comunicato stampa

La Fondazione Benetton Studi Ricerche organizza, mercoledì 23 gennaio alle ore 16.30, nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, un incontro pubblico sui temi convocati
dal volume Il luogo e il sacro. Contributi all’indagine sul linguaggio simbolico dei luoghi (edizioni della Fondazione Benetton Studi Ricerche), a cura di Domenico Luciani



Ne parleranno con il curatore: Gabriella Caramore (saggista, autrice Rai Radio 3),
Guido Dotti (monaco del monastero di Bose, delegato della diocesi di Biella per l’Ecumenismo e il Dialogo), Glauco Gresleri (fondatore e direttore di «Chiesa & Quartiere», 1956-1968 e di «Parametro», 1970-2007), Luigi Zanzi (docente di Metodologia delle scienze storiche, Università di Pavia). Parteciperà e interverrà un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Treviso (coordinati dalla professoressa Paola Bellin).


«Le testimonianze e le ricerche raccolte in questo volume costituiscono un ventaglio aperto di contributi assai diversi tra loro e ci aiutano a capire come lo statuto antropologico delle civiltà sia venuto modificandosi nel lungo corso del tempo, ma altresì come le tracce incancellabili di tutte le generazioni che ci hanno preceduto contribuiscano a farci essere quelli che siamo.
Il bersaglio che volevamo colpire sta in quella “e” posta tra i due termini del titolo. Il luogo e il sacro ci appaiono entrambe come figure di speciale complessità concettuale, ma entrambe fanno parte dell’esperienza umana quotidiana, prendono senso a partire da ingredienti molto ordinari e da domande universali che premono in qualsivoglia condizione esistenziale. Infinitamente vari, multiformi, mobili nella storia e nella geografia, sono invece i segni, i simboli e i significati attraverso i quali quelle domande vengono inseguite o intercettate, spiegate o esorcizzate.
Nel binomio viene prima il luogo, perché è da qui che guardiamo quella “e”, nell’ipotesi che ci aiuti a conoscerlo meglio e a curarlo (il luogo, tutti i luoghi) con nuove idee e strumenti, e dunque a fare meglio il nostro mestiere».
Domenico Luciani


Il volume raccoglie i seguenti tredici contributi:
Domenico Luciani, Luogo come ierofania; Alphonse Dupront, Au commencement, un mot: lieu. Étude sémantique et destin d’un concept; Massimo Venturi Ferriolo, Paesaggio e numinoso: «mysterium tremendum et fascinans»; Franco Cardini, Il sacro e i luoghi santi;
José Miguel Puerta Vílchez, La sacralización del lugar en el Islam a través de la palabra; Carmen Añón, Los sitios sagrados y la protección del camino tradicional del pueblo indio huichol de México; Guido Dotti, Pellegrini e abitatori nei luoghi del sacro; Angelico Surchamp, Le lieu sacré; Luigi Zanzi, I monti e il sacro; Franco Arminio, Abbecedario paesologico;
Olivier Ricomini, «Des Canyons aux étoiles» d’Olivier Messiaen. Théologie biblique
de la création et du lieu sacré dans l’oeuvre d’un créateur contemporain;
Le Corbusier, L’espace indicible; Flora Samuel, La cittadella orfica della Sainte-Baume.




Il libro è pubblicato dalle edizioni della Fondazione Benetton Studi Ricerche
nella sua collana “Memorie”, diretta da Domenico Luciani e Lionello Puppi,
con la collaborazione di Canova Edizioni (stampa e distribuzione in commercio);
208 pagine, 59 illustrazioni a colori e una in bianco e nero, prezzo di copertina 25 euro,
ISBN 978-88-8409-265-6.