Il Gusto dell’Arte

Milano - 11/04/2018 : 31/03/2019

Quando capolavori artistici ispirano ricette sane e gustose.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO MEDICO BOSCOVICH
  • Indirizzo: via Settembrini 7 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 11/04/2018 - al 31/03/2019
  • Vernissage: 11/04/2018 ore 19
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.30, sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Comunicato stampa

Cos’hanno in comune arte e cucina? Ha provato a spiegarlo, diversi anni fa in un suo libro di ricette, il pittore Toulouse-Lautrec. E l’ha spesso ricordato il Maestro Gualtiero Marchesi, scomparso da pochi mesi: “L’accuratezza, la precisione, l’umiltà sono il segreto di ogni successo artistico e culinario. L’arte e la cucina hanno in comune il rispetto per le stesse qualità, ovvero l’abilità, la tenacia, l’originalità dell’ispirazione, la fedeltà alla tradizione”.

L’Associazione Boscovich Arte e Salute, in collaborazione con lo Studio Medico Boscovich, presenta la mostra “Il Gusto dell’Arte”, ideata e curata dal direttore artistico dell’Associazione Caterina Corni



L’esposizione - allestita negli spazi milanesi di via Settembrini 7 dall’11 aprile 2018 a marzo 2019 – propone cinquanta riproduzioni di opere famose (dal Carracci a Manet, da Botero a Matisse, fino a Oldenburg e Sparnaay) che hanno ispirato ricette realizzate dalla food blogger Isaporidib con la consulenza della nutrizionista Dott.ssa Francesca Ghelfi. Un esempio? L’opera di Matisse “Still Life with Shellfish” diventa una tartare di gamberi e capesante con pepe rosa.

“Il Gusto dell’Arte” è un viaggio culturale e gastronomico tra i capolavori della pittura dal Quattrocento a oggi. Un curioso e intrigante sposalizio tra opere d'arte e cucina che offre ai visitatori ricette ispirate alle immagini esposte, selezionate attraverso una cronologia storica che intende mostrare il cambiamento in termini non solo stilistici ma anche (e soprattutto) culinari.

“La sensibilità culturale dello Studio Medico Boscovich ha operato negli anni dando vita all’Associazione Boscovich, con l’obiettivo di valorizzare il ruolo terapeutico dell’arte in tutte le sue forme – ha commentato il socio fondatore Giorgio Gottardi. Questa mostra, quarta tappa di un percorso espositivo intrapreso per avvicinare il pubblico alla nostra mission, rappresenta quindi il coronamento del connubio tra arte e salute, suggerendo le regole per una buona e sana alimentazione”.

“Il Gusto dell’Arte” intende infatti dare seguito all’impegno dell’Associazione per il sociale dopo le esposizioni degli scorsi anni: “Non ti scordar di me” (maggio 2017, sulle problematiche che accompagnano l’età senile dell’essere umano, con particolare attenzione alla malattia di Alzheimer); “Tutti Pazzi per l’Arte” (marzo 2015, incentrata sui pazienti con problemi psichiatrici); “Sprigioniamo l’Arte” (maggio 2016, focalizzata sulle detenute del carcere di San Vittore).

“Arte e cibo” di Caterina Corni
Il cibo, e soprattutto il “buon mangiare”, sono da sempre i pilastri fondanti della nostra cultura mediterranea. Il cibo è convivialità, coesione e la tavola costituisce un luogo d’incontro e di scambio che va ben oltre l’atto del nutrirsi. Pensiamo ad esempio al termine “compagno”, che deriva dal latino cum pani, ovvero “dividere il pane con”.
La tavola è un luogo sacro e non solo dal punto di vista religioso. “L’Ultima Cena” è forse la prima opera che ci viene in mente, ma la tavola è un luogo sacro perché è proprio intorno a essa che sono nati amori, rivoluzioni e storie.
Il cibo è una fonte inesauribile d’ispirazione per l’arte: dalle pitture rupestri, dove assumeva un valore propiziatorio, nel corso dei secoli è stato oggetto/soggetto di innumerevoli dipinti.
Il cibo ha occupato un posto di rilievo capace di comunicare all’osservatore la natura del quadro, lo status sociale dei suoi protagonisti (patate e fagioli erano associati ai ceti più bassi, mentre uva e selvaggina alle classi più agiate) e l’ambientazione della scena.

Caterina Corni
Direttore artistico dell’Associazione Boscovich Arte e Salute dal 2012, Caterina Corni è critica d’arte impegnata in ambito nazionale e internazionale.
Si è laureata in Lettere Moderne (indirizzo Storia e Critica delle Arti) presso l’Università degli Studi di Milano e successivamente ha frequentato l’Université d’Eté del Centre Pompidou di Parigi.
Nel suo curriculum vanta numerose collaborazioni con gallerie private e riviste di arte contemporanea, tra cui FlashArt.

Associazione Boscovich Arte e Salute
L’Associazione nasce nel 2012 dall’attività dello Studio Medico Boscovich, fondato per offrire alle donne, prima, e alle loro famiglie, poi, servizi medici altamente qualificati e innovativi con particolare attenzione alla prevenzione dei tumori.
In questo contesto l’Associazione opera per promuovere e divulgare la cultura medica e quella artistica fuori dagli ambienti tradizionali, con l’obiettivo di rendere la prima maggiormente fruibile e fare della seconda una vera e propria terapia.