Il Cantico delle Creature

Bari - 04/10/2013 : 13/10/2013

Progetto espositivo itinerante per i conventi della Provincia Apuliae dei Frati Minori Cappuccini (Terra di Bari, Terra d’Otranto e Lucania).

Informazioni

Comunicato stampa

Il Cantico delle Creature
Progetto espositivo itinerante per i conventi della Provincia Apuliae dei Frati Minori Cappuccini (Terra di Bari, Terra d’Otranto e Lucania)
Provincia OFM Puglia e ADSUM artecontemporanea
Espongono: Maria Addamiano, Grazia Maria Addante, Cosmo Allegretta, Maria Bonaduce, Franco Bratta, Valentina Capurso, Emma Chiavarone, Mario Colonna, Vito de Leo, Carlo Dicillo, Sara Di Costanzo, Nicola Filazzola, Enza Luiso, Enza Mastria, Francesco Mestria, Giovanni Morgese, Paolo Ober, Stefano Pelle,Pasquale Petrucci, Patrizia Ricco, Franco Tullo, Vincenza Vasallucci, Sabrina Vendola.
A cura di Francesco Parisi
Coordinatore: Fra Onofrio Antonio Farinola
1° sede espositiva presso:
Convento dei Frati Cappuccini “S. Fara”, v. Gen

Bellomo, 94
Bari

dal 4 al 13 ottobre 2013

Vernissage della mostra
venerdì 4 ottobre 2013 alle ore 19,00
Catalogo: editrice “Ed Insieme”di Renato Brucoli
orari: aperto tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00

www.retearte.it - [email protected] Tel. 3476502478 –

Il progetto espositivo itinerante è interamente dedicato al “Cantico delle Creature” (Canticus o Laudes Creaturarum) anche noto come Cantico di Frate Sole, il testo poetico più antico della letteratura italiana che si conosca, redatto da San Francesco d’Assisi nel 1224.
Il progetto invita gli artisti ad esprimersi ed a riflettere, nei diversi linguaggi artistici con la propria tecnica e il proprio immaginario, sulla visione di fratellanza umana e naturale che rappresenta il cuore del messaggio francescano, tema di grande attualità. L’amore per la natura sfocia e si condensa poi nell’amore per il vertice della creazione: l’uomo. L’uomo, in particolare l’artista, è chiamato ad essere nel creato il custode ed il coltivatore della Bellezza, come ha affermato Papa Francesco. Il divino si manifesta nelle opere del creato e l’artista dotato di autentica intuizione si adopera per interpretarne il mistero nascosto, facendolo diventare parte integrante della creazione artistica. L’arte, dunque, può diventare un veicolo, affinchè l’uomo prenda maggiore coscienza del suo essere artefice non che promotore della Bellezza, custode e responsabile dei beni della creazione, patrimonio di tutti e non solo di alcuni.
Il progetto espositivo itinerante farà tappa nei numerosi conventi e fraternità locali, disponibili ad accogliere presso le loro sedi la mostra, e rientranti nella competenza territoriale della Provincia Apuliae dei Frati Minori Cappuccini ( Terra di Bari. Terra d’Otranto e Lucania) .
La prima esposizione è prevista venerdì 4 ottobre 2013, in concomitanza con la festività liturgica di San Francesco d’Assisi presso il Convento dei Frati Cappuccini “S. Fara”, a Bari. Il progetto espositivo itinerante avrà una durata annuale e toccherà anche nelle prossime settimane le città di Giovinazzo (16-20 ottobre), Taranto (21-27 ottobre), Trinitapoli (1-10 novembre), Barletta (1-8 dicembre) e Alessano (16-25 dicembre).
Francesco Parisi