Iaia Filiberti – Pepita Reloaded

Gignese - 08/07/2017 : 23/07/2017

Il museo del Comune di Gignese presenta la nuova serie di Pepita, un personaggio ideato nel 2001 dall’artista Iaia Filiberti.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DI GIGNESE
  • Indirizzo: via Golf Panorama 2 - Gignese - Piemonte
  • Quando: dal 08/07/2017 - al 23/07/2017
  • Vernissage: 08/07/2017 ore 18
  • Autori: Iaia Filiberti
  • Curatori: Marina Mojana
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dall’8 al 23 luglio. Orari 16.30-19.30 e su appuntamento

Comunicato stampa

Il museo del Comune di Gignese presenta la nuova serie di Pepita dell’artista Iaia Filiberti.
E’ un personaggio ideato nel 2001 e tanti sono stati da allora gli eventi che hanno permesso a Pepita di esprimersi nel mondo dell’arte con il suo piglio curioso, impavido, netto


Il grafico personaggio femminile dalle molte sfaccettature caratteriali, ammira, in modo particolare, Giovanna d’Arco e lo spirito dei cavalieri antichi: davanti a un popolo svilito e offeso, di fronte a nemici corrotti e crudeli non si scappa, ma si reagisce! La Pulzella d’Orléans e Pepita sono accomunate dal senso dell’onore, dal rispetto per l’anziano, l’orfano, la vedova, dalla difesa dei più deboli e soprattutto dall’amore di Patria, intesa come luogo di convivenza pacifica e di civiltà. Pepita è affascinata da chi sa ubbidire e comandare al tempo stesso, da chi sa fare squadra (o corpo) e ha una grande causa per cui lottare.
È quindi stato naturale l’incontro di Pepita, eroina del XXI secolo, con l’antica e nobile disciplina delle armi e ancor di più con l’insieme delle forze militari che, di uno Stato, costituiscono il suo Corpo armato: in terra (Esercito), in mare (Marina) e in aria (Aereonautica).
La ricerca è partita dai simboli araldici che contraddistinguono i vari corpi. In particolare l’analisi dettagliata dei motti di ciascuna arma ha permesso a Iaia Filiberti di esaltarne l’eroismo. Con il nuovo progetto artistico dal titolo Pepita reloaded, l’eroina si trasforma, si mette al servizio dell’esercito ed entra in scena, con la sua dirompente personalità e con l’ironia che da sempre la contraddistingue.