I racconti della musica – WebTV Accademia Ducale

Pietragalla - 15/11/2020 : 20/12/2020

La Web TV dell’Accademia Ducale centro studi musicali, in collaborazione con la SIMC – Società Italiana musica contemporanea, inaugura “I racconti della musica”, la nuova rubrica di cinque puntate in cui i compositori della SIMC racconteranno genesi, segreti e curiosità di uno dei loro brani che sarà ascoltato durante la trasmissione.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DUCALE CENTRO STUDI MUSICALI
  • Indirizzo: piazza Mons. Donato Pafundi, 10 85016 - Pietragalla - Basilicata
  • Quando: dal 15/11/2020 - al 20/12/2020
  • Vernissage: 15/11/2020 no, solo evento online dalle ore 19
  • Generi: musica

Comunicato stampa

Domenica 15 novembre 2020, alle ore 19.00, la Web TV dell’Accademia Ducale centro studi musicali, in collaborazione con la SIMC – Società Italiana musica contemporanea, inaugura “I racconti della musica”, la nuova rubrica di cinque puntate in cui i compositori della SIMC racconteranno genesi, segreti e curiosità di uno dei loro brani che sarà ascoltato durante la trasmissione. Gli autori saranno accompagnati ogni volta da uno dei membri del CdA della SIMC che aiuterà il pubblico a conoscere meglio l’autore e il brano proposto


La prima puntata vedrà protagonista il M° Ada Gentile, compositore e pianista, con l’illustre intervento del presidente della SIMC, il M° Andrea Talmelli.

La puntata potrà essere seguita in diretta sulla pagina Facebook dell'Accademia Ducale https://www.facebook.com/AccademiaDucalePietragalla/ e successivamente sarà disponibile sul canale YouTube e sul sito internet dell’Accademia Ducale, nella sezione dedicata alla WebTV https://ducaleacademy.it/webtv/.

Nata nella primavera 2020, in pieno lockdown, con l’intento di diffondere la cultura, la WebTV dell’Accademia Ducale ha ospitato eminenti personalità della musica e della cultura e ha diffuso i concerti dei suoi musicisti in ogni parte del mondo, grazie al web. In questo periodo i teatri e i luoghi della cultura sono chiusi, ma l’attività artistica non si ferma e, grazie agli spazi virtuali, continua a diffondere la bellezza.