I Martedì Critici – Bruna Esposito

Roma - 29/10/2013 : 29/10/2013

Ospite del settimo appuntamento dei Martedì Critici al Chiostro del Bramante sarà Bruna Esposito, nata a Roma (1960), dove attualmente vive e lavora, dopo aver trascorso lunghi periodi a New York e a Berlino.

Informazioni

Comunicato stampa

Ospite del settimo appuntamento dei Martedì Critici al Chiostro del Bramante sarà Bruna Esposito, nata a Roma (1960), dove attualmente vive e lavora, dopo aver trascorso lunghi periodi a New York e a Berlino. Attraverso linguaggi diversi, dall'installazione alla performance, dalla scultura al disegno e alla fotografia, i lavori di Esposito sono il risultato dell'azione di un filtro costituito dallo sguardo particolare che l'artista getta sul mondo reale

Situazioni e materiali quotidiani vengono setacciati, finché non ne rimangono che frammenti, densi di un inatteso lirismo e l'esperienza vissuta non è trasfigurata, poiché colta in quell'impercettibile mutamento in cui il dettaglio contingente si rivela scheggia di un retaggio ancestrale e universale. Come haiku giapponesi, Esposito crea dei componimenti caratterizzati da una forma essenziale, dal fragile equilibrio di uno stato d'animo, spesso ricorrendo al linguaggio della natura. Tra i suoi lavori più celebri, l'installazione Aquarell è costituita da una panchina, le cui assi sono state sostituite da specchi. Mostrata per la prima volta a Berlino nel 1988 e presentata in una versione "sull'acqua" alla Biennale di Venezia nel 1999, Aquarell è una scultura mutevole, che assorbe e riflette l'ambiente naturale in cui è inserita, leggera, precaria, attraente e al contempo tagliente e destabilizzante, desta nello spettatore una nuova consapevolezza dello spazio.
Bruna Esposito ha partecipato a numerose rassegne internazionali, tra cui ricordiamo Documenta a Kassel nel 1997, La ville, le jardin la mémoire, Villa Medici, Roma nel 1998, La Biennale di Venezia nel 1999, in cui è premiata, insieme ad altre artiste italiane, con il Leone d’Oro per la miglior partecipazione nazionale. Nello stesso anno ha vinto l’Italian Studio Program P.S.1 a New York. Ha preso parte alla Biennale di Istanbul nel 2003, a quella di Gwanjiu in Corea nel 2004 e all'edizione della Biennale di Venezia nel 2005; a La Quadriennale di Roma nel 1996 e nel 2008; Une histoire privée, Maison Européene de la Photographie, Parigi nel 2006; Italics, Palazzo Grassi, Venezia nel 2007, Terre Vulnerabili, Hangar Bicocca, Milano e Spazio, MAXXI, Roma nel 2010. Tra le recenti mostre personali ricordiamo la mostra al Castello di Rivoli e Madre Patria a Castel Sant’Elmo a Napoli, entrambe nel 2002 e Compro Oro, presso l'Edicola Notte a Roma nel 2007. Nel 2012 ha presentato la performance Paesaggio, nell'ambito di Acting out. Artisti italiani in azione, presso il MAXXI a Roma.