I libri che hanno fatto l’Europa

Roma - 12/09/2016 : 09/12/2016

In mostra 180 libri-manoscritti latini e romanzi, greci, arabi ed ebraici.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI
  • Indirizzo: Via Della Lungara 14 roma - Roma - Lazio
  • Quando: dal 12/09/2016 - al 09/12/2016
  • Vernissage: 12/09/2016
  • Generi: documentaria
  • Orari: Lunedì, mercoledì e venerdì: dalle ore 10.00 alle ore 13.00 martedì e giovedì: dalle ore 10.00 alle ore 17.00 Sabato: dalle ore 10 alle ore 14.00 Ultimo ingresso consentito: 1 ora prima della chiusura Domenica: chiusa, ma sarà aperta ogni prima domenica del mese dalle 10.00 alle 18.00. Sono previste visite guidate alle ore 11.00 e alle ore 15.00, il martedì e giovedì.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

A grande richiesta e sulla scorta del grande successo ottenuto anche a livello internazionale di pubblico e media, riapre lunedì 12 settembre la mostra “I libri che hanno fatto l'Europa”

Se nella sua prima edizione l’Europa si stava interrogando in maniera profonda sulla propria identità culturale, in un periodo di grandi contraddizioni, caratterizzato dalla crisi economica, dall’instabilità politica, da guerre e flussi migratori, oggi più che mai, con l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione e le visioni isolazionistiche dell’Europa che si scontrano con altre più ampie e aperte, è necessario ribadire quanto la complessità della cultura europea, la sua natura aperta e non univoca, si riflette nella straordinaria pluralità di culture e di libri nei quali è stata trasmessa.
Scopo della mostra è rappresentare materialmente, attraverso alcune opere fondamentali e attraverso l’evoluzione della forma-libro, dalla riforma carolingia alla rivoluzione gutenberghiana, il comune percorso storico-culturale che ha portato dalla cultura e letteratura classico-cristiana e mediolatina a quella romanza e moderna e quindi alla cultura europea occidentale.
Nella mostra, curata da Roberto Antonelli, Michela Cecconi e Lorenzo Mainini, sono presentati 183 manoscritti e stampe, in gran parte della Biblioteca Corsiniana dell’Accademia dei Lincei e in parte in prestito da altre grandi Biblioteche pubbliche romane (Angelica, Casanatense, Nazionale, Vallicelliana), ora integrati, alla riapertura, anche da manoscritti delle Biblioteche Laurenziana e nazionale Centrale di Firenze. Accanto ai manoscritti latini e romanzi, sono esposti anche manoscritti greci, arabi ed ebraici, per illustrare le grandi tradizioni che hanno contribuito a formare la cultura europea.
La mostra, organizzata dall’Accademia Nazionale dei Lincei e dal Dipartimento di Studi Europei, americani e interculturali di “Sapienza” Università di Roma, offre dunque l’occasione di far conoscere il patrimonio culturale delle biblioteche di Roma ai giovani e al più ampio pubblico, innanzitutto attraverso i libri che appunto, attraverso i secoli, “hanno fatto” gli Europei così come oggi sono.

I manoscritti, gli incunaboli e le cinquecentine saranno presentati attraverso 5 sezioni diacroniche, ulteriormente articolate al loro interno (I. La tradizione classico-cristiana: Trivio; Quadrivio; Bibbia; Auctores; I Padri fondatori; II. Verso la nuova cultura europea: Enciclopedie; Trattati di scienza; III. La nuova cultura europea: Diritto; Aristotelismo; Agiografia e letteratura didattica; Storiografia; Epica; Romanzo; Lirica; Laudari e sacre rappresentazioni; IV. Il primo canone: Dante; Petrarca; Boccaccio; V. Verso la Modernità). L’esposizione è accompagnata da testi, video, mappe e materiale mediatico che aiutano a collocare le opere nel loro contesto e nel loro percorso storico, oltre che da un prezioso volume che dà conto della mostra e non solo.



Progetto di allestimento: SNA, Susanna Nobili, Allegra Albani, Fabrizio Furiassi.