Human Rights?

Rovereto - 01/09/2012 : 28/10/2012

Human Rights? è l’evento artistico internazionale che parla dei diritti umani e della loro violazione.

Informazioni

Comunicato stampa



HUMAN RIGHTS?
Inserito nella Settimana Europea delle Democrazie Locali voluta dal Consiglio d’Europa, nel contesto del Castello di Acaya da aprile a giugno e della Campana della Pace di Rovereto da settembre ad ottobre, “HUMAN RIGHTS?” è l’evento artistico internazionale che parla dei diritti umani e della loro violazione.
L’evento è patrocinato dal Consiglio d’Europa, da Amnesty International, della Settimana Europea delle Democrazie Locali quale segnale forte per parlare di questo difficile argomento



Musiche di SAV (SAVERIO D'ANDREA)

GLI ARTISTI
alfredo AVAGLIANO claudio BANDINI federica BARCELLONA elena BARS marco BATTAGLINI sandy BELLANTONI heidi BJORK kika BOHR andrea BOLDRINI BRIZZO corrado BUZZI massimo CAPPELLANI francesco CARBONE alessandra CARLONI cosimo CAROLA enzo CASALE patrizia CAU viviana CAZZATO giovanni COLANERI francesco CONTARINI kelly COSTA mercedes CUMAN giovanni CUOFANO dario de CRISTOFARO tony De SUMMA claudia Del GIUDICE maria Di COSMO ELAV tonia ERBINO paolo FACCHINETTI francesco FERLISI paula FRANCA naomi FUKS irene GITTARELLI paola GRANDI lucio GRECO natalia GROMICHO sien HE lydia HOFFNUNGSTHAL theo HUES gerardo IORIO laure KEYROUZ pino LAURIA josef LEITNER natasha LETHAM LIO paolo Lo GIUDICE giovanni LONGO jeanette LUCHESE luca LUCIANO laura libera LUPO Mauro Maffina (Maurinomangiapanino) antonella MAGGI daniele MANFREDINI alessandro MANGIONE michele MARI livio MARINO claudia MAZZITELLI antonio MENICHELLA rosetta MESSORI francesco MESTRIA marcello MINNIA luca MORSELLI mariangela NEVE patrizia NICOLINI paul O’BRIEN giulio ORIOLI yael PELEG francesca PETTINATO azzurra PICCARDI luca PICCINI nicola PISCOPO andrea POMPELE germana PONTI penelope PRZEKOP nora QUINTERO ana RAKANOVIC francesca RAMELLO michela RIBA pompea RICCI alessandro RIETTI flavio RISI enrico ROBUSTI rossella ROLI eliya RUBINSTEIN rudargia REEF mariapia SACCONE vito SARDANO sara SARNO giuseppe SASSONE SAVANASNEGRAS jolemaria SERRELI giacomo SFERLAZZO antonella SORIA boris SQUARCIO meri TANCREDI nina TODOROVIC marcello TOMA attilio TONO e veronique POZZI mantha TSIALOU Ve elettra VINELLI francesca VIVACQUA johan WAHLSTROM nora YANEVA


STRUTTURA ORGANIZZATIVA E ARTISTICA

DIREZIONE ARTISTICA Roberto Ronca
COORDINAMENTO PROGETTO Roberto Ronca e Debora Salardi
IDEAZIONE Roberto Ronca e Debora Salardi
COMUNICAZIONE Debora Salardi



IL CONCEPT
Il 10 dicembre 1948, viene proclamata la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: per la prima volta nella storia dell'umanità, era stato prodotto un documento che riguardava tutte le persone del mondo.
Ognuno di noi, per il solo fatto di essere nato, gode dei diritti sanciti nella Dichiarazione.
Ognuno di noi, indipendentemente dal luogo nel quale è nato e vive, gode di questi diritti.
Ognuno di noi ha diritti civili, politici, sociali, economici, culturali.
Ognuno di noi è uguale agli altri.
È sempre così?
In HUMAN RIGHTS? gli artisti parlano dei diritti umani. Il titolo semplice e diretto, senza giri di parole, esprime il concetto fondamentale che deve accompagnare l'esistenza di tutti.
In questo evento vengono toccati argomenti scomodi, complessi e di denuncia, che vadano a pungolare la coscienza di tutti coloro che, godendo appieno dei propri diritti, non pensano a tutte le persone che vedono i loro calpestati ogni giorno.
La logica di HUMAN RIGHTS? si fonda sul concetto fondamentale di arte come forma espressiva universale, comprensibile a tutti indipendentemente dalla lingua e dalla cultura di provenienza, indipendentemente dal genere, dall'argomento trattato e dai linguaggi utilizzati.
I linguaggi variano in base all'esperienza e alla maestria degli artisti, e creano nuovi rapporti con il pubblico, che approccia l'arte sentendosene immediatamente coinvolto e direttamente toccato.
Immagini di disagio, di diritti violati, di storie quotidiane che non dovrebbero esistere, ma anche immagini che con sapienza e perché no, ironia, sappiano trattare un argomento difficile e delicato.

Nell'esposizione verranno messi in risalto i diversi modi di vedere la questione, dal momento che l'evento è aperto agli artisti di tutto il mondo. Diventa così particolarmente interessante scoprire in quale maniera la percezione del concetto di “rispetto dei diritti” viene vissuta ed espressa.
L'evento vuole quindi smuovere le coscienze, volendo fortemente uscire dai luoghi comuni che l'abuso dei termini porta con sé: parlare di diritti umani è diventato talmente frequente, che lo stresso termine “violazione dei diritti umani” si è svuotato di significati e ormai ci tocca solo da lontano quando ne sentiamo parlare, senza realmente entrare nella nostra testa.

Il modo più immediato di riprendere quella coscienza, indispensabile per essere realmente parte di un sistema che rispetti i diritti di tutti, è vedere con gli occhi tutto quello che gli artisti hanno da dire. Le immagini vanno a infilarsi nella memoria in maniera così immediata e così forte, che tutti coloro che la visiteranno ne usciranno più consapevoli ed emotivamente coinvolti.
Parlare dei diritti umani significa quindi per gli artisti “tirare fuori” molte idee che in altri eventi non possono trovare lo spazio adeguato.
HUMAN RIGHTS? vuole essere un segnale forte per tutti gli artisti e per tutti coloro che la visiteranno.

L'ORGANIZZAZIONE
Nel 2012 “HUMAN RIGHTS?” è alla sua quarta edizione.
Da quest’anno l’esposizione raddoppia, unendo l’Italia con un ideale collegamento dall’estremo Sud-Est all’estremo Nord-Est, da Lecce a Trento, con due location di grande prestigio e dal forte valore simbolico.
Le opere di artisti internazionali verranno proposte in una prima esposizione a Lecce dal 28 aprile al 10 giugno e successivamente a Trento dal 1 settembre al 28 ottobre 2012.

Inaugurazione dell’evento di Trento: sabato 1 settembre 2012.

Durante l'evento verranno organizzate conferenze sul tema dei diritti umani, con una visione particolarmente attenta ai progetti promossi dall’Istituto di Culture Mediterranee e dalla Fondazione Campana dei Caduti.

A cura di Spazio-Tempo Arte l'intero periodo espositivo sarà animato attraverso performance di artisti internazionali, action paintings, incontri con gli artisti che si renderanno disponibili a parlare delle loro opere.
Durante le serate inaugurali saranno organizzate performance artistiche.

Durante il periodo espositivo Spazio-Tempo Arte organizzerà visite guidate per accompagnare gruppi di visitatori e comitive scolastiche.

FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI
dalle ore 10.00 alle ore 18.00
NB: ultimo biglietto d'entrata mezz'ora prima della chiusura.
La Campana suona ogni giorno: alle ore 21:30 con ora legale, alle 20:30 con ora solare; la domenica suona anche alle ore 12.
Fino al 15 settembre apertura serale dalle ore 20.00 alle ore 22.00 per assistere al suono della Campana delle 21.30

info point: [email protected]

Fondazione Opera Campana dei Caduti
Colle di Miravalle
38068 – Rovereto – Trento – ITALY

http://www.fondazioneoperacampana.it/
[email protected]