Un sito web può aspirare ad essere “opera”? Homepage è il sito in questione, progettato dall'artista Aurelio Andrighetto, il musicista Riccardo Sinigaglia e il web producer Costanzo Zingrillo. Il nome dice bene quale è lo strumento, cioè la pagina, la superficie con cui il sito si presenta, questa nuova forma di superficie che chiamiamo interfaccia, che è animata e si lascia animare.

Informazioni

Comunicato stampa

Un sito web può aspirare ad essere “opera”? Ai posteri l’ardua sentenza, ma intanto è senz’altro l’occasione di un esercizio d’arte, un esercizio speciale perché con caratteristiche speciali: l’interattività, certo, ma molto di più: la possibilità di scelte e costruzioni di percorsi e quella di essere un vero e proprio “strumento” di cui il fruitore diventa “interprete”. Homepage è il sito in questione, progettato dall'artista Aurelio Andrighetto, il musicista Riccardo Sinigaglia e il web producer Costanzo Zingrillo

Il nome dice bene quale è lo strumento, cioè la pagina, la superficie con cui il sito si presenta, questa nuova forma di superficie che chiamiamo interfaccia, che è animata e si lascia animare. E' una homepage particolare già da come si presenta, come un campo grafico pieno di frammentazioni, interferenze e apparenti errori, ma soprattutto perché questi stessi “difetti” sono in realtà il punto di partenza del funzionamento creativo del sito.
“L’effetto grafico causato da un ritardo nella trasmissione digitale che frammenta l’immagine, una porzione indecifrabile di QR-code, il pulsare intermittente della luce in un codice senza chiave interpretativa, una interferenza di suoni: Homepage è una collisione di codici e linguaggi che si spezzano e frantumano e che il gesto ricompone ogni volta in modo diverso”.



Come funziona? Attraverso l’attrazione, lo sfruttamento dei processi di attenzione e di distrazione guida l’esplorazione del sito che diventa sua animazione e scoperta continua di forme e contenuti, che fa suonare lo strumento. Una dimostrazione-concerto verrà tenuta da Riccardo Sinigaglia in occasione della serata di
inaugurazione. Che poi questo vada anche in altri sensi molto al di là della proposta di un sito web lo si ribadisce sviluppando l’esposizione del sito con un’esposizione parallela nella galleria Milano di Carla Pellegrini, luogo emblematico dell'arte milanese, che ha attraversato da protagonista diversi momenti significativi negli ultimi decenni e ha visto passare tra le sue mura personaggi ed opere che vale la pena rivedere e rileggere. Nasce così l'idea di questa particolare esposizione che vuole essere più che una “collettiva”; di fatto è una selezione di opere dei depositi della galleria scelte su un principio che mima quello di Homepage e crea un parallelo tra l’esplorazione della collezione e l’esplorazione della pagina web attraverso accostamenti, attraversamenti, sfasature, analogie, salti per costruire altri percorsi, incontrare altre scoperte, rendere visibili, far parlare altre logiche e altri sensi. A provarci ci si mette il critico Elio Grazioli, che, sempre nella serata di inaugurazione, metterà in atto (“suonerà”) con un breve discorso l’esercizio della “collezione” come forma.

Homepage di Aurelio Andrighetto, Riccardo Sinigaglia e Costanzo Zingrillo.
Selezione di opere della Galleria Milano.
Nella serata di inaugurazione: performance musicale di Riccardo Sinigaglia, intervento parlato di Elio Grazioli.

Link per Homepage
Per Mac e PC http://www.homepageproject.it/HPPWEB.html
Per tablet e smartphone http://www.homepageproject.it/HPP.html