Hana Sackler / Ana Lía Orézzoli – Something Familiar

Firenze - 14/04/2016 : 22/04/2016

Un percorso di memoria, di identità e ricordi di famiglia. Questo il cammino intrapreso dalle fotografe Hana Sackler e Ana Lía Orézzoli.

Informazioni

Comunicato stampa

Un percorso di memoria, di identità e ricordi di famiglia. Questo il cammino intrapreso dalle fotografe Hana Sackler e Ana Lía Orézzoli, dal prossimo 14 aprile in mostra presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. Scatti fotografici che indagano il tema delle relazioni familiari, delle emozioni e dei sentimenti. Something Familiar esplora concetti e idee sviluppate dalle due fotografe nel corso della propria formazione: la mostra si pone infatti come fase conclusiva di un percorso di due anni compiuto presso lo Studio Art Centers International

Il risultato del lavoro di Sackler e Orézzoli affonda le proprie radici negli esordi dell’esperienza delle fotografe in Italia. Un’esperienza focalizzata sui temi del sé, della memoria, della famiglia, dell’identità e della percezione. I due progetti, seppur diversi, hanno il chiaro obiettivo di porre quesiti più che di fornire risposte: “The edges of us”, di Hana Sackler, affronta la sua relazione della fotografa con i membri della propria famiglia ed esplora le complessità e gli strati emotivi delle dinamiche familiari; Ana Lía Orézzoli con “A Kind of Longing” prova invece a immaginare le emozioni e i sentimenti del suo trisnonno che, intorno alla metà dell’Ottocento, lasciò la sua casa in Italia per emigrare in Perù.

In occasione del vernissage per il giorno 14 aprile alle ore 17.00 è prevista una conversazione con le artiste durante la quale le fotografe spiegheranno il proprio progetto al pubblico.

La mostra è organizzata da Studio Art Centers International MFA in Photography program in collaborazione con Le Murate. Progetti Arte Contemporanea Something Familiar vernissage giovedì 14 aprile ore 18.30