Guido Gaudioso – In corpore

Noto - 05/07/2014 : 31/07/2014

La mostra si propone come una riflessione su un tema quanto mai attuale: il corpo umano, come esso viene oggi fruito e percepito.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO DUCEZIO
  • Indirizzo: Via San Spaventa - Noto - Sicilia
  • Quando: dal 05/07/2014 - al 31/07/2014
  • Vernissage: 05/07/2014 ore 19
  • Autori: Guido Gaudioso
  • Generi: fotografia, personale

Comunicato stampa

IN CORPORE
si propone come una riflessione su un tema quanto mai attuale: il corpo umano, come esso viene oggi fruito e percepito. Intorno alla metà degli anni 70 si teorizzava che "il mezzo (di comunicazione) è il messaggio" (M. Mc Luhan). Si parlava di "villaggio globale". Oggi quelle visioni premonitorie si sono pienamente avverate. Il corpo stesso è rappresentazione, ovvero immaginario, individuale o collettivo che sia, che si traduce in un'opinabile realtà. Siamo nell'era della ingegneria genetica, delle clonazioni, della codificazione del genoma. È il tempo della manipolazione fisica, corporale

La chirurgia plastica è alla portata di chiunque vi si voglia sottoporre, e non desta più scandalo vedere corpi ricostruiti, dalle proporzioni innaturali ma rispondenti a modelli che i mezzi di comunicazione presentano come un ideale di bellezza, di "perfezione" che è lecito, se non doveroso, perseguire. Il corpo umano è diventato anch'esso "prodotto", reificato dalle e per le esigenze della "Società dello Spettacolo". Allo stesso tempo esso non rappresenta più un limite concreto, fisico appunto, all'individualità ed al suo agire. Internet ha demolito questi confini. Si parla di "realtà virtuale", di corpi che non hanno tangibilità, composti da informazioni elettroniche, ma non per questo meno "veri". Il progetto "In corpore" indaga alcuni degli aspetti sopra accennati, rivolgendo l’attenzione ad argomenti che fanno comunque, da sempre, parte della mia ricerca.

ENGLISH VERSION:

IN CORPORE
is a reflection on a topic very interesting to me: the human body, how it is perceived and received today. It is generally well established that, in many ways, the man of the twenty-first century is about to embark on a radical change. This is the age of hyper- technology and the virtual reality. There was never before such an acceleration in the succession of technological innovations and their entry into the most ordinary daily life and the rapid obsolescence of previous applications. The body itself is mere rapresentation, or imaginary, individual or collective, a questionable reality. We are in the era of genetic engineering, cloning, coding genome. It is a time of physical, corporal manipulation. At the same time, it is no longer a limiting physical, to the individuality and his act. Internet has broken down these boundaries. We talk about "virtual reality", and bodies that have no tangibility, consisting of electronic information, but no less "real." The topic is very large and extremely relevant, as mentioned above. The project "In corpore" explores some of the issues mentioned above, paying attention to topics that has always been part of my research.