Going Around the Corner

Roma - 15/03/2012 : 10/06/2012

Going Around the Corner. Percorsi dalle collezioni Berlingieri, che porta in mostra circa trenta opere, è il primo appuntamento del programma “Collezionismi”, dedicato all’indagine e alla riflessione sul valore, i fondamenti e le prospettive del collezionismo sia pubblico che privato.

Informazioni

  • Luogo: MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
  • Indirizzo: Via Nizza, 138 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 15/03/2012 - al 10/06/2012
  • Vernissage: 15/03/2012 ore 19
  • Autori: Andy Warhol, Vanessa Beecroft, Candice Breitz, Felix Gonzalez-Torres, Bruce Nauman
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Biglietti: Biglietto d'ingresso MACRO - Intero: € 8,50 - Ridotto: € 6,50 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza): - Intero € 7,50 - Ridotto € 5,50 MACRO + MACRO Testaccio (valido 7 gg. per 1 solo ingresso a sito) - Intero: € 11,00 - Ridotto: € 9,00 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza): - Intero € 10,00 - Ridotto € 8,00
  • Email: macro@comune.roma.it
  • Uffici stampa: ZETEMA

Comunicato stampa

Going Around the Corner. Percorsi dalle collezioni Berlingieri, che porta in mostra circa trenta opere, è il primo appuntamento del programma “Collezionismi”, dedicato all’indagine e alla riflessione sul valore, i fondamenti e le prospettive del collezionismo sia pubblico che privato. La collezione Berlingieri, avviata verso la metà degli anni sessanta con un forte indirizzo minimalista e concettuale, è via via cresciuta con opere che conservano un’impronta visivo-analitica

Partendo da opere importanti come Going Around the Corner Piece With Live and Taped Monitors (1970) di Bruce Nauman, proseguendo con un capolavoro assoluto di Andy Warhol, Self-portrait (1986), e due capisaldi della produzione di Felix Gonzalez-Torres, fino alle opere più recenti di Vanessa Beecroft e Candice Breitz, la mostra si costruisce sull’intensità del rapporto visivo tra opera e spettatore.