Giuseppe Spagnulo e Carlo Zauli

Faenza - 28/05/2021 : 25/06/2021

La mostra "Giuseppe Spagnulo e Carlo Zauli. Dialoghi, confronti ed eredità artistiche tra gli anni ’50 e ’90" desidera proporre un percorso che inizia dagli anni faentini, in cui Spagnulo fu allievo e amico di Zauli

Informazioni

  • Luogo: MUSEO CARLO ZAULI
  • Indirizzo: Via Della Croce 6 - Faenza - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 28/05/2021 - al 25/06/2021
  • Vernissage: 28/05/2021 ore 19
  • Autori: Giuseppe Spagnulo, Carlo Zauli
  • Curatori: Barbara Vincenzi
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: E’ prevista la redazione di un catalogo in pubblicazione durante il periodo della mostra. Saranno proposte alcune giornate dedicate a Visite Guidate Speciali che prevedono il seguente percorso: MCZ + MIC + luoghi in città. Le giornate saranno sabato 29 maggio 2021 ore 10,30; sabato 5 giugno 2021 ore 10,30; sabato 12 giugno 2021 ore 10,30.
  • Biglietti: Ingresso MCZ + visita guidata 10,00 euro + Ingresso MIC 5,00 euro

Comunicato stampa

Giuseppe Spagnulo e Carlo Zauli. Dialoghi, confronti ed eredità artistiche tra gli anni ’50 e ’90
Dal 28 maggio al 25 giugno 2021
A cura di Barbara Vincenzi.

Carlo Zauli e Giuseppe Spagnulo. Dialoghi, confronti ed eredità artistiche tra gli anni ’50 e ’90, nasce dall’incontro tra Barbara Vincenzi, Alessandro Deponti (Artea Gallery-Milano) gallerista e collezionista del Maestro di Grottaglie, e Matteo Zauli, figlio di Carlo Zauli e direttore artistico del Museo Carlo Zauli di Faenza


La mostra pertanto desidera proporre un percorso che inizia dagli anni faentini, in cui Spagnulo fu allievo e amico di Zauli, e che si dilata in un tempo più ampio, in un dialogo continuo e reciproco fino agli anni ’90. Infine, risulta fondamentale l’incontro tra Carlo Zauli e Pino Spagnulo a Faenza tra gli anni ’50/’58, un confronto ed una amicizia da cui partire per tessere l’esposizione sui concetti di storia di ricerca e passione.
Barbara Vincenzi, curatrice della mostra, da sempre appassionata a tutto ciò che è materia e che trova la sua massima esaltazione nelle opere di Giuseppe Spagnulo e di Carlo Zauli, ha costruito il dialogo tra i due artisti scegliendo opere di Spagnulo di piccole e medie dimensioni, in modo da inserirle e farle rivivere nel tessuto già esistente del Museo, dove si trovano le opere in permanenza di Carlo Zauli.
Il taglio intimo e di confronto all’interno del Museo Carlo Zauli esce poi dalle mura del museo per completare il progetto proponendo una mostra diffusa nel territorio, dipanandosi poi negli spazi del vicinissimo MIC (Museo Internazionale delle Ceramiche) e in alcuni luoghi della città in cui si trovano le sculture ambientali di Spagnulo e di Zauli e che arricchiscono il percorso del MAP, il museo all’aperto della città.

E’ prevista la redazione di un catalogo in pubblicazione durante il periodo della mostra.
Saranno proposte alcune giornate dedicate a Visite Guidate Speciali che prevedono il seguente percorso: MCZ + MIC + luoghi in città.
Le giornate saranno sabato 29 maggio 2021 ore 10,30; sabato 5 giugno 2021 ore 10,30; sabato 12 giugno 2021 ore 10,30.
BIGLIETTO: Ingresso MCZ + visita guidata 10,00 euro + Ingresso MIC 5,00 euro
E’ necessaria la prenotazione scrivendo a [email protected]
Collaborano al progetto:
- ARTEA GALLERY | Corso Buenos Aires 52 | Milano (MI)
[email protected] | www.arteagallery.it | tel. +39 3334012115 (Alessandro Deponti)
- MIC (Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza) Viale Baccarini n. 19 Faenza (RA) | [email protected] | www.micfaenza.org/it | tel: +39 0546 69 73 11

Sarà possibile accedere al MCZ come da indicazioni in materia di emergenza sanitaria da Covid19, muniti di mascherine e osservando le distanze indicate. Il MCZ farà entrare i visitatori su appuntamento e a gruppi di max 30, che attenderanno in giardino prima dell’ingresso alla mostra.