Giuseppe Barilaro – L’Oblio dei Corpi

Catanzaro - 11/02/2022 : 11/03/2022

Saranno esposte circa 50 opere, tra quadri, scultura e disegni degli ultimi anni, che come tutto il percorso di Giuseppe Barilaro, si muovono in un equilibrio perfetto tra il Barocco e l’Informale.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 11 Febbraio 2022 alle ore 18:00 presso il Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro, Corso Giuseppe Mazzini, 4, verrà inaugurata l’esposizione personale di Giuseppe Barilaro, dal titolo “L’Oblio dei Corpi”.
Saranno esposte circa 50 opere, tra quadri, scultura e disegni degli ultimi anni, che come tutto il percorso di Giuseppe Barilaro, si muovono in un equilibrio perfetto tra il Barocco e l’Informale, tra la crudeltà e la poetica, aggredendo la materia e dilatandola, accentuando il senso di abbandono


Giuseppe Barilaro è l’esempio perfetto della combinazione tra il periodo antico e moderno, senza tralasciare l’aspetto estetico del territorio, restituendo così un’identità ai suoi quadri. Il luogo, che ospita le opere, è una fucina di immagini e suggestioni tale da coinvolgere i visitatori e suscitare in loro emozioni.
L’esposizione sarà curata dal Prof. Lorenzo Canova con la collaborazione della Galleria Lombardi di Roma. Apriranno il dibattito il Presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro dott. Marco Polimeni ed il sindaco di Cotronei avv. Antonio Ammirati, ne discuteranno la prof.ssa Anna Russo, già direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, il docente, storico e critico d’arte prof. Lorenzo Canova,il gallerista di Roma Enrico Lombardi, moderati dall’Avv. Ottavio Porto.


Dal testo di Lorenzo Canova: “I sacelli dell’artista sono abitati quindi da sculture che ritraggono uomini senza volto che il tempo sembra avere divorato senza pietà, lasciandoci soltanto le ultime parvenze della loro presenza terrena, sacerdoti di culti dispersi nel fiume sotterraneo dell’abbandono e del silenzio.”
BIOGRAFIA
Giuseppe Barilaro nasce a Catanzaro il 16 luglio 1988, ha studiato
all’Istituto di Arte di San Giovanni in Fiore, conseguendo il diploma
di laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro nel 2017.
Nel 2013 vince il Premio Nazionale delle Arti, conferito dal MIUR,
come “miglior allievo in Pittura”.
Già prima, nel 2012 espone presso il “Palazzo Ducale” di Maierà
Cosenza.
Nello stesso anno viene selezionato da Andrea Romoli Barberini e
Wang Lin per esporre nella città di Xi’ An in Cina.
Nel 2015 espone per il premio internazionale “Limen Arte” e
partecipa alla Biennale di Venezia nel workshop di pittura “Il solco
dipinto”.
Nel 2017 espone in personale a Roma, Milano e Livorno.
Sono gli anni dell’esplosione del colore rosso, realizzato mediante
miscele di resine, colle e colori, soggetto di metamorfosi concettuali,
esposto al processo di combustione, alla scoperta della essenza della
materia.
Ha vinto il Premio Nazionale Arti-MIUR con la rappresentazione
del “Cristo esposto alla confessione”.
Attualmente è docente presso il liceo artistico Canova di Vicenza, ed
espone in gallerie di tutto il mondo, dall’Iran, passando per la Cina,
sino a New York, città nella quale ha ottenuto l’importante
riconoscimento dell’acquisto di due opere da parte di un museo.