Giulio Cassanelli – Untitled day

Informazioni Evento

Luogo
GALLERIA ZAK
Piazza Roma 13, Monteriggioni, Italia
Date
Dal al

merc/dom 11:00|20:00 - lun|mar su appuntamento

Vernissage
29/06/2012

ore 18.30

Contatti
Email: infogalleriazak@gmail.com
Artisti
Giulio Cassanelli
Generi
arte contemporanea, personale
Loading…

La mostra presenta una selezione di opere realizzate da Cassanelli dal 2008 al 2012 e fornisce al pubblico la chiave di lettura del lavoro svolto dall’artista fino ad oggi.

Comunicato stampa

GalleriaZAK|Project Space|Castello di Monteriggioni, Piazza Roma 13 - 53035 Monteriggioni (SI) presenta:

UNTITLED DAY: mostra personale dell'artista GIULIO CASSANELLI

Opening: giovedì 28 giugno 2012 dalle ore 18:30

Alle ore 19:30 la Performance RESPIRARE realizzata da Giulio Cassanelli

Winebar: Arteliquida sponsorizzata da Terre delle Grigia Az. Agr. Montechiaro di Alessandro Griccioli

Residenze di artisti e collezionisti a cura di Ass. Cult. Muravive x l'arte

Periodo: 29 giugno | 5 agosto 2012

merc/dom 11:00|20:00 - lun|mar su appuntamento

Infoline: (+39) 3469437211 - [email protected]

www.galleriazak.com - [email protected]

Galleria ZAK è lieta di comunicare che giovedì 28 giugno dalle ore 18:30 inaugurerà UNTITLED DAY la personale dell'artista Giulio Cassanelli (Bologna 1979).

La mostra presenta una selezione di opere realizzate da Cassanelli dal 2008 al 2012 e fornisce al pubblico la chiave di lettura del lavoro svolto dall'artista fino ad oggi.

Il percorso inizia con Resti? (2008/2011) una serie di scatti fotografici macro, che registrano la mutazione delle sedimentazioni e dei residui lasciati dal vino nei fondi di bicchieri; questo lavoro riflette sulle alterazioni e le metamorfosi che segnano la materia in conseguenza al passaggio del tempo. Se nei Resti? la componente di casualità insita al processo di deterioramento del soggetto è imprescindibile dal risultato dell'opera, Hiranyagarbha (2011) appare come un set fotografico, preparato dall'artista in ogni dettaglio; dentro alle rughe dell'asfalto Cassanelli rompe dei tuorli d'uovo: l'uovo è innanzitutto simbolo del mondo e della cosmogonia, in più è simbolo di vita, e della vita che sussiste dopo la morte grazie al duro guscio; galleggiando nel suo albume trasparente, il tuorlo tremolante di un acceso colore aranciato, sopravvive al risucchio delle oscure crepe del mondo.

Un'idea si salva in How to save an idea (2009), opera presentata alla Biennale di Istanbul del 2009. Una lampadina rotta è alloggiata in una lampadina funzionante ed è così che torna a funzionare: contenuta all'interno della sua stessa forma rispetta la sua essenza. In questo lavoro emerge la differenza che esiste tra vedere e/o guardare ciò che ci sta intorno. A prima vista non ci accorgiamo della lampadina rotta, ma a ben guardare ne cogliamo l'incrinatura e di conseguenza il concetto d'idea che ci sta intorno.

La Performance “Respirare” (2012), che l'artista terrà in galleria durante l'opening del 28 giugno alle ore 19:30, spiega oltre alle tecniche di realizzazione, i contenuti che stanno dentro al lavoro delle bolle di sapone colorate. Queste forme passeggere e delicatissime che l'artista cattura in volo su tipologie di carte differenti, sono come lui stesso ci dice “un respiro, un'istantanea pittorica, la traccia di un volo e di un gesto ideale, un cerchio disegnato dall'effimero reso manifesto, un pianeta, una cellula, una genesi pura nata dalla necessità di esprimermi cercando di unire il caso e l'autodeterminazione di fermare un qualcosa d'imprendibile e d'irripetibile come può essere l' attimo”. Respirare vede Giulio Cassanelli letteralmente alle prese con il lavoro: soffiando dentro ad un retino intinto nel sapone, l'artista realizza quelle bolle di sapone che poi bagna di pigmenti colorati mentre ancora sono in volo; poi le guida verso l'esplosione che avviene su carta fotografica o su acetati trasparenti, sui quali restano impresse forme affascinanti ed irripetibili, dei veri e propri microcosmi aperti all'immaginazione. Scrive Barbara Martusciello “questo inedito procedimento di Giulio Cassanelli è una sorta di danza creativa che nulla ha a che fare con l'azione pittorica di matrice espressionistica, ma molto con la calibrazione del lirismo astratto”.

Giulio Cassanelli è nato a Castel San Pietro (BO) nel 1979 dove vive e lavora.

Tra le mostre personali: Untitled Day, Galleria Zak Project Space Castello di Monteriggioni (SI) 2012; Respirare, Galleria Grossetti, Milano 2012; Fisica e Metafisica Arte Fiera, Bologna 2012; Resti, Private Exibition ArteFiera, Bologna 2011; The End of Fate, Home Gallery Project VR7, 2010; Private Exibitions, Various Places, 2010; Environment, Galleria ArtToDesign, Bologna 2009; Il Doppio: Ricerca Fotografica, Club Stile Libero, Bologna 2003.

Mostre collettive: Roma the road to Contemporary Art V: Stand Galleria Zak project Space Castello di Monteriggioni (SI) 2012; While in, Galleria Zak Project Space, Castello di Monteriggioni (SI) 2012; Oltre l'Attimo, Grossetti Arte Contemporanea, Bologna 2012; Una collezione che attraversa il tempo - 1958/2011, Grossetti Arte Contemporanea, Milano 2011; Past Is Not Alone, XI Biennale di Istanbul, 2009; Imprimatur 2, Sant'Elena, Venezia 2009; Target With Seven Faces - On Rail - Arte Mobile, Manifesta7, Bolzano 2008; Revolt, Fotografia Europea R.E., Reggio Emilia 2008 ; Arte Fatta a Pezzi, Arte Fiera, Bologna 2008.

Galleria ZAK | Project Space | Castello di Monteriggioni | Piazza Roma 13 - 53035 Monteriggioni (SI) is pleased to present:

UNTITLED DAY, a solo show of artist Giulio Cassanelli

Opening: Thursday, June 28th, from 6.30 p.m.

At 7.30 p.m., RESPIRARE ( BREATHING), live performance by Giulio Cassanelli

Winebar Arteliquida, sponsored by Terre delle Grigia, vinery Montechiaro of Alessandro Griccioli.

The residencies of artists and collectioners are sponsored by the cultural association Mura vive per l'arte

From June 29th to August 5th 2012

Wed/Sun from 11.00 a.m. to 8.00 p.m., Mon/Tue by appointment

Info: (+39) 3469437211 - [email protected]

www.galleriazak.com, [email protected]

Galleria Zak is happy to announce the opening of UNTITLED DAY, a solo exhibition of Giulio Cassanelli (Bologna 1979) on Thursday, June 28th, at 6.30 p.m.

The exhibition shows a selection of Cassanelli's work from 2008 to 2012 and offers the public a reading of his oeuvre from its inception to the present day.

The itinerary starts with RESTI?/REMAINS? (2008/2011), a series of macro photographs that record the mutations of the sediments and residual matter left in the bottom of some glasses of wine; this work is a musing (reflection, consideration) on the alterations and metamorphosis that mark matter through the passing of time. If in RESTI? the element of casuality is inseparable from the final outcome of the work, HIRANYAGARBHA (2011) appears like a photographic stage, carefully set up by the artist in every detail; Cassanelli breaks some egg yolks in the wrinkles of the asphalt. The egg is in the first place a symbol of the world and of cosmogony, then is also the symbol of life, of life that continues to be even after death, thanks to its hard shell; by floating in its transparent albumen, the trembling yolk of a vibrant orange colour survives the suck of the dark crevices of the world.

An idea is saved in HOW TO SAVE AN IDEA (2009), a work presented at the Istanbul Biennale of 2009. A broken light bulb is inserted in a working light bulb, so that it goes back to perform its function: contained in the interior of its own form, it respects its own essence. This work shows the difference between looking and/or seeing what surrounds us. At first we do not notice the broken light bulb, but if we observe it carefully we can see its crack, and therefore the concept of the idea that surrounds it.

The performance RESPIRARE (2012), which the artist will hold in the gallery during the opening of June 28th at 7.30 p.m., shall present, beside the techniques of realization, the contents that inhabit the work of the coloured soap bubbles. These ephemeral, very delicate shapes captured in flight by the artist on different types of paper, consist, as he himself tells of, “of a breath, a pictorial snapshot, the trace of an ideal flight and gesture, a circle drawn by the ephemeral and made manifest, a planet, a cell, a pure genesis borne out of the necessity to express myself by trying to put together both case and the self-determination to arrest something that cannot be grasped, that cannot be repeated, such as the fleeting moment”.

In RESPIRARE Giulio Cassanelli gets literally into his work: by blowing inside a small net plunged into suds, the artist forms the soap bubbles which he then will tinge with colour pigments while still in flight; he then guides them towards the explosion that sh or on all take place on photographic paper or on transparent sheets of acetate, which will carry the imprint of fascinating, unrepeatable forms, real microcosms open to the imagination. As Barbara Martusciello writes 'this unprecedented procedure of Giulio Cassanelli is a sort of creative dance, which has nothing to do with a pictorial gesture of expressionistic origin, but has much to share with the calibration of abstract lyricism'.

Giulio Casanelli was born in 1979 in Castel San Pietro (Bologna), where he resides and works.

Select solo shows: Untitled Day, Galleria Zak Project Space, Castello di Montereggioni, Respirare, Galleria Grossetti, Milano 2012; Fisica e Metafisica Arte Fiera, Bologna 2012; Resti, Private Exibition ArteFiera, Bologna 2011; The End of Fate, Home Gallery Project VR7, 2010; Private Exibitions, Various Places, 2010; Environment, Galleria ArtToDesign, Bologna 2009; Il Doppio: Ricerca Fotografica, Club Stile Libero, Bologna 2003.

Select Group shows: the Road to Contemporary Art Rome V: Stand ZAK Gallery Project Space Castle of Monteriggioni (SI) 2012; While in Zak Gallery Project Space, Castle of Monteriggioni (SI) 2012; Besides the Moment, Grossetti Arte Contemporanea, Bologna 2012, a collection that transcends time - 1958/2011, Grossetti Arte Contemporanea, Milan 2011; Past Is Not Alone, XI Istanbul Biennial, 2009; Imprimatur 2, Saint Helena, Venice 2009; Target with Seven Faces - on Rail - Mobile art, Manifesta 7, Bolzano 2008; Revolt, European Photography RE, Reggio Emilia 2008; to Pieces Without art, art Fair, Bologna 2008.