Giovanni Motta – Momonsters

Bologna - 28/01/2012 : 31/03/2012

Momonsters “We Come in peace” è il titolo della personale di Giovanni Motta nella quale verranno esposte le sculture dei Momonsters nonchè le tele delle precedenti serie di «Moonpark» e le recentissime tele di Blue Black e Deliciously.

Informazioni

Comunicato stampa

MOMONSTERS “ We Come in peace” è il titolo della personale di Giovanni Motta nella quale
verranno esposte le sculture dei Momonsters nonchè le tele delle precedenti serie di
« Moonpark » e le recentissime tele di Blue Black e Deliciously.
Reduce dal successo di Strasburgo e di Art Verona, Giovanni Motta è per la prima volta con
una personale a Bologna in una altrettanto originale combinata di due gallerie bolognesi, la
Forni e la Grafique

Per la speciale serata di Art White Night, l'evento vedrà la partecipazione
di una prestigiosa Azienda del Consorzio dei Colli dei Vini Bolognesi, la Erioli-Malaguti.
Giovanni Motta è nato a Verona nel 1971. L'artista, figlio d'arte, si esprime attraverso pittura e
scultura. I suoi dipinti sono il frutto di un’elaborata e complessa tecnica pittorica dove lo studio
del colore e della forma sono protagonisti indiscussi.
Nella poetica di Motta, dove spesso le tematiche affrontate sono quelle della memoria e del
ricordo, mezzo pittorico e scultura non entrano in contraddizione, ma anzi, il dato oggettivo e
la percezione della realtà, rappresentati dalla pittura tendono ad amplificare l’idea di
fantasia soggettiva che sottende la scultura, secondo una logica di alterazione e
trasformazione che intercorre nell’utilizzo congiunto di entrambi i mezzi.
Le sue opere, dal forte impatto visivo e al limite del fantastico, partono dalla ricerca e dallo
sviluppo del ricordo di momenti legati all’infanzia. Il suo è un alfabeto contemporaneo
contaminato dalla cultura nipponica, dallo stile cartoon e da cartelle colori vivaci
rigorosamente impiegate a tinte piatte.
"WE COME IN PEACE". I Momonsters sono anime colorate che vivono nel regno di Giovanni
Motta. Sono l'emozione di un giro in giostra senza la paura.
La loro casa è un luna park abbandonato.
Essi nascono dalla materia e sono modellati dalle mani dell'artista, che prende ispirazione dai
cartoni animati giapponesi e disegni dai figli Massimiliano e Ottaviano.
Sono piccole sculture in argilla, carta e resina. Ogni tanto, uno di loro prende vita e diventa un
pezzo di ceramica, un dipinto o un fumetto.
Giovanni Motta esplora il mondo delle gioie infantili, recupera emozioni e traduce in forma e
colore il ricordo.
I Momonsters sono il risultato della ricerca, I Momonsters sono un mezzo per viaggiare.
Sono realizzati in resina stratificata, fibra di carbonio e metallo.
I dipinti sono realizzati in acrilico con l'aggiunta di serigrafie. Un dipinto di medie dimensioni
puo' raggiungere le 250 ore di pittura.