Giorgio Robustelli – Silente praesentia

Saronno - 05/03/2016 : 03/04/2016

Mostra antologica dello scultore cunardese Giorgio Robustelli, classe 1943.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO GIUSEPPE GIANETTI
  • Indirizzo: Via Felice Carcano 9 - Saronno - Lombardia
  • Quando: dal 05/03/2016 - al 03/04/2016
  • Vernissage: 05/03/2016 ore 18
  • Autori: Giorgio Robustelli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal 6 marzo al 3 aprile 2016 martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle 18.00, sabato dalle ore 15.00 alle 19.00 . I
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Con il patrocinio di: Comune di Saronno (VA), Comune di Cunardo (VA) In collaborazione con: Associazione Amici della Fornace Ibis di Cunardo (VA), Edizioni PulcinoElefante di Osnago (LC)

Comunicato stampa

Il Museo della Ceramica G. Gianetti, sabato 5 marzo alle ore 18, a distanza di otto anni dalla precedente mostra personale, inaugura la mostra antologica dello scultore cunardese Giorgio Robustelli, classe 1943, nello spazio espositivo temporaneo e nelle sale della collezione settecentesca.
« Una sola esposizione non sarebbe mai stata sufficiente ed esaustiva per raccontare il percorso artistico e di vita di Giorgio: siamo quindi lieti di poter ospitare una mostra che renda omaggio alla sua carriera » sottolinea Mara De Fanti, direttrice e conservatrice del museo


Giorgio Robustelli è un artista e ceramista conosciuto non solo nel territorio varesino, ma anche in quello italiano ed europeo.
La mostra antologica pone l’accento sul dialogo tra forma e funzione nelle opere di G. Robustelli, con un excursus storico sulla collezione settecentesca. I “periodi”, come li definisce l’artista, sono momenti e tappe di sperimentazione, ricerca e riflessione non solo del momento storico, ma anche della sua vita e degli incontri che negli anni ha avuto con grandi artisti, letterati e critici
Alcune opere di Giorgio Robustelli, in particolare le Presenze silenti, saranno collocate all’interno delle sale della collezione settecentesca: un dialogo tra passato e presente; mentre nella sala adibita alle mostre temporanee una grande installazione delle opere storiche e più recenti racconteranno il percorso artistico dell’artista, dove lo spettatore stesso potrà riconoscere analogie di gesto e forma, immergendosi in epoche e periodi diversi.
La mostra è corredata da un catalogo antologico a cura di Mara De fanti e Andrea Griffanti, con un contributo critico di Ettore Ceriani e da un’edizione a tiratura limitata di un libro d’artista stampato dalle Edizioni PulcinoElefante di Osnago (LC) dedicato a G. Robustelli.
La mostra resterà aperta al pubblico fino a domenica 3 aprile 2016 giorno in cui si terrà un evento conclusivo con la partecipazione dell’artista.