Giorgio Di Gifico – Figurba

Torino - 09/01/2016 : 23/01/2016

La Galleria Unique inizia l'anno espositivo con Figurba, esposizione in personale di Giorgio Di Gifico.

Informazioni

  • Luogo: GALERIE D'ART UNIQUE
  • Indirizzo: Via Fratelli Calandra 8 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 09/01/2016 - al 23/01/2016
  • Vernissage: 09/01/2016 ore 17,30
  • Autori: Giorgio Di Gifico
  • Curatori: Patrick Caputo
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal mart al sab 10-12 e 15,30-19,30

Comunicato stampa

La Galleria Unique inizia l'anno espositivo con Figurba, esposizione in personale di Giorgio Di Gifico. La mostra si prefigge soprattutto di esplorare la figura umana attraverso alcuni atteggiamenti e posture nell’ambito dell’ambiente urbano , mettendo in rilievo momenti legati al quotidiano, alle differenze culturali ma nel contempo che delineano prassi civiche e sociali di solidarietà ;
analizza principalmente l’insieme dei meccanismi che legano l’uomo contemporaneo, sottoposto a continue e improvvise trasformazioni, al suo luogo d’origine e all’ambiente con cui entra in relazione



La città con le sue componenti: “la viabilità , strade , trasporti pubblici , rete telefonica , il servizio di ritiro dei rifiuti solidi, la nettezza ,vigili ,ecc.. L’uomo con le sue qualità: correttezza e modi civili.





Un paesaggio urbano capace di rappresentare la vitalità nevrotica e caotica della città, in cui la folla è minacciata dal traffico torrenziale delle auto, fermata dai semafori rossi, intralciata da lavori in corso, soffocata dall’inquinamento acustico e atmosferico. L’uomo, incapsulato in queste trappole quotidiane, sembra ormai accettare questo stato come il suo “habitat naturale”, ma appare disorientato e quasi rassegnato ad una quotidiana condizione di anonimato e marginalità. La contrapposizione tra individuo e spazio urbano è messa in risalto dalla differenza di stile pittorico con cui sono delineate le , strutture urbane dipinte a campiture piu’ piene, e le figure umane, disegnate e dipinte piu’ nei loro contorni e quindi svuotate di ogni concretezza pittorica. Le tele finiscono così per evidenziare lo straniamento dell’uomo nella realtà contemporanea e la città si trasforma, nello stesso tempo, in metafora di decadenza e di rinascita della nostra contemporaneità.

Incentrata sulle questioni dell’urbanizzazione e dell’inquinamento, la mostra, vuole sottolineare l’importanza e il valore degli aspetti legati alla salvaguardia dell’ambiente

Ecco che l'opera di Di Gifico si dimostra così concepita e dichiarata quale una profonda indagine antropologica della nostra contemporaneità.