Giorgio Crisafi – Palmyra

Deruta - 24/10/2015 : 15/11/2015

Le opere esposte sono allegoriche configurazioni di principesse, guerrieri e figure totemiche che popolano il personale museo interiore dell’artista come archetipi di antiche civiltà.

Informazioni

  • Luogo: FREEMOCCO'S HOUSE
  • Indirizzo: Via Vincioli 18 - Deruta - Umbria
  • Quando: dal 24/10/2015 - al 15/11/2015
  • Vernissage: 24/10/2015 ore 18
  • Autori: Giorgio Crisafi
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Sabato 24 ottobre 2015 sarà inaugurata– PALMYRA – la mostra personale di Giorgio Crisafi.
La mostra vuole essere un gesto di sensibilizzazione per la tragedia dell’antica città semita di PALMYRA in Siria,occupatain questi mesidai guerrieri jihadisti dell’ISISe divenutapalcoscenico di violenze e distruzioni.Le opere esposte sono allegoriche configurazioni di principesse, guerrieri e figure totemiche che popolano il personale museo interiore dell’artista come archetipi di antiche civiltà

C’è in Crisafi il desiderio disalvare dal naufragio della violenza i simboli e le icone della storia e dell’immaginario; e di ribadirecol proprio lavoro che la fede, la storia e lamemoria emotiva dell’uomo hanno il potere di resistere alla distruzione attraverso il rigenerarsi continuo dell’immaginazione edell’arte.

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato il libro PALMYRAcon contributi di Nino Caruso, Lorenzo Fiorucci eLuigi Ontani.

Info:
freemocco a.p.s.
Via Vincioli 18
06053 DERUTA PG Italy
http://www.freemocco.com
e-mail: [email protected]
ph. 349 1339086

dal 25 ottobre al 15 novembreapertura della mostra su appuntamento ph. 349 1339086

Giorgio Crisafi è nato il 29 gennaio 1952 a Todi, dove ha frequentato il liceo classico per poi studiare Storia del Teatro e Storia dell’Arte all’Università di Bologna con Francesco Arcangeli, Flavio Caroli e Renato Barilli. Nella sua attività artistica alterna da sempre Teatro Arte e Poesia. In quaranta anni di attività come attore, ha partecipato a circa ottanta allestimenti con importanti compagnie primarie e Teatri Stabili ed è stato diretto da oltre quaranta registi. Nel 1981 è stato diretto dal regista inglese Graham Vick nella prima nazionale della Zaide di Mozart con libretto di Italo Calvino e nella commedia Le sedie di Eugène Ionesco. Ha lavorato come assistente alla regia per Hans Werner Henze, Luigi Squarzina e Enzo Siciliano. Dal 1983 al 1986 a Todi è stato direttore artistico di un festival di teatro e musica con Siciliano e Alessio Vlad. Con la sua Compagnia ha realizzato spettacoli di cui è stato autore, regista e interprete, vincendo un premio al Festival Nazionale del Monodramma di Monte Castello Vibio (PG) per testo e regia di Parte del gioco (scenografia di Bruno Ceccobelli). Tra gli anni ’70 e ’80 ha collaborato inoltre con artisti di fama quali Beverly Pepper, Titina Maselli, Nino Caruso e Piero Dorazio di cui ha curato l’archivio e il catalogo ragionato delle opere (Piero Dorazio Edizione Alfieri, 1977). Dal 2004 è attivo nel proprio laboratorio a Todi per elaborare l’esperienza maturata nel campo della scultura in ceramica. Ha esposto a Roma e in Umbria, Emilia Romagna, Calabria e, recentemente, alla GNAM di Roma nella mostra “La scultura ceramica contemporanea in Italia” (2015).