Giochi Olimpici: dietro lo schermo

Losanna - 19/02/2015 : 26/01/2016

Il Museo Olimpico presenta “Giochi Olimpici: dietro lo schermo”. Questa esposizione racconta la storia della trasmissione dei Giochi Olimpici alla radio e alla televisione e presenta i nuovi modi di vivere le Olimpiadi nel futuro.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO OLIMPICO
  • Indirizzo: Quai d'Ouchy 1, 1006 - Losanna
  • Quando: dal 19/02/2015 - al 26/01/2016
  • Vernissage: 19/02/2015
  • Generi: fotografia
  • Orari: Dal 1° maggio al 19 ottobre: aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00 Dal 20 ottobre al 30 aprile: aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00 Chiuso il lunedì (ad eccezione del lunedì di Pasqua), il 25 dicembre e il 1° gennaio
  • Biglietti: Biglietto d’ingresso al Museo Olimpico: 18 CHF - esposizione inclusa (15€) Biglietto d’ingresso alla sola esposizione: 5 CHF (4€)

Comunicato stampa

L’esposizione presenta la dimensione universalista della diffusione delle Olimpiadi attraverso due prospettive: le nuove tecnologie messe al servizio dell’eccellenza sportiva e la creazione di emozioni resa possibile da sistemi di diffusione dei contenuti.

La prima parte dell’esposizione si intitola: ascoltare e vedere le Olimpiadi. Qui vengono presentati i pionieri della trasmissione alla radio, quegli uomini e quelle donne le cui parole hanno permesso agli ascoltatori di liberare l’immaginazione e seguire le imprese dei campioni in campo

Con l’avvento dell’immagine, il modo di vedere i Giochi Olimpici in televisione è via via influenzato dalla posizione delle telecamere negli stadi e dai progressi della tecnologia.

La seconda parte dell’esposizione proietta il visitatore nel magico universo della trasmissione delle Olimpiadi. Trasportato a Londra tra le 15.00 e le 16.00 del 29 luglio 2012, il visitatore vive un’ora di trasmissione dei Giochi Olimpici. Davanti ai suoi occhi sfila allora il viaggio delle immagini e dei suoni delle 20 competizioni in corso in 18 diverse località, partendo dal campo fino agli schermi di tutti i paesi. Dispositivi inediti mettono in risalto le meraviglie tecnologiche e la creatività dei tecnici e dei cameramen sul campo. Due film d’animazione, realizzati dal regista belga Denis van Waerebeke, trasportano il visitatore in luoghi nascosti come il camion della regia e l’International Broadcasting Centre. Il visitatore può quindi cimentarsi nel commentare una gara delle Olimpiadi.

L’esposizione proietta infine i visitatori nel futuro della trasmissione. Questa terza parte regala un assaggio dei nuovi modi di vivere i Giochi Olimpici in diretta, permettendo di visualizzare le emozioni generate dalle Olimpiadi sui social network, scoprire quale sarà la qualità dell’immagine in futuro ed ammirare la sorprendente tecnologia usata per filmare lo sport a 360 gradi.

La scenografia partecipativa firmata dal laboratorio di Parigi Projectiles guida il visitatore dietro le quinte della trasmissione delle Olimpiadi mostrandogli la magia della diretta grazie a innovativi dispositivi interattivi.
Questa esposizione inedita mette in scena una serie d’immagini e di video straordinari del CIO, mostrando i sistemi di telecamere più spettacolari utilizzati ai Giochi Olimpici di Londra 2012.

La consulenza scientifica dell’esposizione “Giochi Olimpici: dietro lo schermo” è stata affidata a Jim Owens, docente di comunicazione e preside della Ashbury University di Wilmore, Stati Uniti.