Giardini

Bari - 29/09/2020 : 06/10/2020

Giardini, progetto didattico ed editoriale coordinato da Raffaele Fiorella ed edito da Pietre Vive (Locorotondo, BA, 2019) che raccoglie i lavori di dieci giovani artisti.

Informazioni

  • Luogo: MICROBA
  • Indirizzo: Via Giambattista Bonazzi, 46 - Bari - Puglia
  • Quando: dal 29/09/2020 - al 06/10/2020
  • Vernissage: 29/09/2020 ore 18
  • Curatori: Raffaele Fiorella
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dalle ore 17 alle ore 20 (ingresso contingentato, si consiglia la prenotazione all’indirizzo e-mail: [email protected]).

Comunicato stampa

Martedì 29 settembre 2020 lo Spazio MICROBA ospita e presenta Giardini, progetto didattico ed editoriale coordinato da Raffaele Fiorella ed edito da Pietre Vive (Locorotondo, BA, 2019) che raccoglie i lavori di dieci giovani artisti, Sara Fiorella Abbadessa, Federica Bevilacqua, Francesca Cerullo, Vincenzo de Bari, Rosa Dibenedetto, Michele Livrieri, Stefano Lotito, Pierpaolo Marchitelli, Rosaria Lucia Marrone, Grazia Palumbo e che è il frutto di uno specifico percorso creativo, realizzato durante il corso di Drammaturgia Multimediale presso l’Accademia di Belle Arti di Bari, nel quale gli studenti hanno indagato il concetto di “giardino”, dando una loro peculiare interpretazione


“Ognuno di loro ha idealizzato il tema secondo la propria estetica emotiva, messa a dura prova in questo periodo di ‘lockdown’, quindi traducendo, attraverso opere inedite e brevi testi, il proprio punto di vista in merito e provando ad attraversare questo confine”.
Una progettualità corale che ha dato vita a un libro (acquistabile presso la sede di MICROBA) e, adesso, a una collettiva in cui verranno esposti i lavori dei dieci autori che, “giardinieri di se stessi”, hanno raccontato “in modo diverso e intimo la quarantena imposta, rivelandone suggestioni e incanti”.
La mostra, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale Achrome, sarà visitabile a partire dalle ore 18 del 29 settembre e per tutta la settimana successiva, sino a martedì 6 ottobre 2020, dalle ore 17 alle ore 20 (ingresso contingentato, si consiglia la prenotazione all’indirizzo e-mail: [email protected]).