Gianni Celano Giannici / Gianfranco Sergio

Vado di Monzuno - 28/09/2013 : 19/10/2013

Nell'ambito della manifestazione "Vado in Mostra 1", inaugurazione delle personali di Gianni Celano Giannici "DNA : il profumo della rosa rosa", e Gianfranco Sergio "KoniKa", a cura di Giorgia Cassini e Edoardo Di Mauro.

Informazioni

Comunicato stampa

Gianfranco Sergio, artista cosentino trapiantato da alcuni anni a Como, ha esordito giovanissimo, nel 1982, in una galleria storica come quella di Rinaldo Rotta a Genova. La sua ricerca si è dipanata in varie fasi, in sintonia con quell’eclettismo stilistico che caratterizza la scena italiana ed internazionale dalla seconda metà degli anni ’80 ad oggi. Dopo le prime prove pittoriche, che presentavano non pochi punti di tangenza con lo stile dei Nuovi Nuovi, ha sviluppato, per un decennio abbondante, un progetto legato all’installazione, a sua volta suddiviso in due diverse modalità espressive

La prima centrata sulla dimensione parietale, con una serie di regolari strutture ad incastro evocanti l’archetipo della casa o del rifugio, comunque del luogo dove dare spazio alla propria dimensione intima ed ai sentimenti riposti ; la seconda composta da componenti metalliche irsute e minacciose ed, al tempo stesso, agili e svettanti, ad indicare una tensione all’ascesi spirituale. Le opere successive viravano nuovamente nel supporto bidimensionale della tela, e si caratterizzavano per la presenza di un linguaggio aniconico, fondato sul tracciato di elementi piramidali disposti in sequenze regolari e spesso avviluppati in torsioni spiraliformi. Gli anni recenti, che hanno segnato un deciso ritorno di Gianfranco Sergio sulla ribalta dell’arte, si connotano per l’impiego gioiosamente creativo della pittura. Le immagini hanno mantenuto l’andamento vorticoso che ha spesso caratterizzato il suo lavoro, ma all’astrazione si è succeduta una figurazione densa di richiami surreali. Citazioni tratte dalla banca dati della storia dell’arte si abbinano ad altre ispirate alla nostra sfuggente dimensione quotidiana, raggiungendo un tono che si iscrive tra prove più riuscite del neo pop italiano dell’ultima fase.

Edoardo Di Mauro,luglio,2012


Testo critico estratto dal catalogo di Un’altra Storia 2 – 1980/1990,
Edizioni Bertani&c.,Cavriago (RE),2012.