Ghisa Art Fusion #3

Schio - 07/12/2014 : 14/12/2014

Va in scena l’ultimo atto di GHISA Art Fusion nell’imponente salone dello spazio SHED (via Pasubio 99) dove la ghisa cede il passo al cemento armato, ed il bianco della sala novecentesca è contenitore e artefice delle fusioni d’arte contemporanea all’interno dell’ex sito industriale.

Informazioni

Comunicato stampa

GHISA ART FUSION
Arte Musica Performance Degustazione
a cura di Metamorfosi Gallery
SPAZIO SHED via Pasubio, 99 - SCHIO (VI)
“Atto terzo – Il Bianco”
7 DICEMBRE > ore 18:00

DOMENICA 7 DICEMBRE alle ore 18.00 va in scena l’ultimo atto di GHISA Art Fusion nell’imponente salone dello spazio SHED (via Pasubio 99) dove la ghisa cede il passo al cemento armato, ed il bianco della sala novecentesca è contenitore e artefice delle fusioni d’arte contemporanea all’interno dell’ex sito industriale

GHISA, rassegna dedicata alle arti del contemporaneo nei luoghi d’archeologia industriale della città di Schio, è stata realizzata in accordo con il Comune di Schio sviluppando il tema culturale dell’anno proposto dall’amministrazione scledense: THAT'S ALL FOLKS. Una conclusione che in questo terzo appuntamento raggiunge le tonalità eteree e inudibili del bianco dove si dipanano le opere d’arte visuale, e le esecuzioni vocali cercano di esprimere i sentimenti di un commiato muto e allo stesso ricco di possibilità che è rappresentato dalla somma di tutti i colori: il bianco, appunto.
Protagonisti dello SHED saranno le opere site specific di Patrizia Polese, UBIKteatroe le esecuzioni del quartetto vocale Clivis Ensemble. A partire dalle 18.00, durante tutta la serata si attraverserà l’intreccio di trama e ordito proposto nell’installazione Scorre di Patrizia Polese, accompagnati da alcuni disegni dell’artista. L’installazione tesse un unico filo che passa di mano in mano:le dita seguono un percorso tattile che ripercorre l’esperienza della vita, espressione del suo circolo perpetuo. UBIKteatro presenta In Vitro, di Andrea Santini e Francesca Sarah Toich, videoinstallazione in cui si riconduce l’esperienza vitale agli elementi di acqua e luce che mostrano la forza primigenia e la potenza creatrice di una nuova materia in continua trasformazione. Dopo la presentazione inaugurale alla presenza del Vice Sindaco e Assessore alla Cultura, Roberto Polga, il quartetto Clivis Ensemble- composto da Rossella Vicentini, soprano, Giulia Piazza, contralto, Flavio Nardon, tenore, Paolo Farinello, basso - daranno voce ai madrigali, canti che anche nella loro scrittura “cromatica” rimandano a particolari stati d’animo.Nell’arco della serata l’enoteca La mia Cantina e Anna Indri Raselli suggeriranno i vini e le degustazioni nelle tonalità più appropriate al tema della serata così da assaporarne appieno il significato.