Genuardi/Ruta – Supercella SS115

Noto - 30/06/2017 : 16/07/2017

Supercella SS115, un progetto di natura pittorica del duo Genuardi/Ruta, a cura di Daniela Bigi.

Informazioni

  • Luogo: EX CHIESA DEL GESU'
  • Indirizzo: Via Santa Sofia - Noto - Sicilia
  • Quando: dal 30/06/2017 - al 16/07/2017
  • Vernissage: 30/06/2017 ore 19
  • Autori: Genuardi/Ruta
  • Curatori: Daniela Bigi
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Una riflessione sulla luce al centro dell’ultimo evento del progetto “Mas – Modica Art System” che in questi lunghi mesi, sotto la direzione artistica di Francesco Lucifora, è riuscito a creare una rete di sinergia culturale tra tre centri di espressione artistica di Modica, il Museo Civico Belgiorno, il Teatro Garibaldi e il CoCA.
Venerdì 30 giugno alle ore 19.00 viene inaugurato Supercella SS115, un progetto di natura pittorica del duo Genuardi/Ruta, a cura di Daniela Bigi


Location ancora una volta di grande suggestione la Chiesa del Gesù che in questi mesi ha ospitato diversi appuntamenti del “Mas”, ad essere coinvolti saranno questa volta sia la navata centrale che le cappelle laterali, “due ambienti un tempo comunicanti – spiega la curatrice – che la storia ha successivamente restituito come spazi separati, cristallini nella ritmica costruttiva, regolari nella tessitura muraria, pervasi da una materia luminosa calda generata dall’incontro della luce naturale diurna con l’oro e il rosa della pietra di Modica”.
I due artisti compongono, in un equilibrio mobile e sempre riscrivibile, la vocazione per il colore dell’una con la tensione segnica dell’altro; indagano i fattori costitutivi dello spazio attraverso la pittura, ridefiniscono, ridisegnano l'architettura attraverso l'introduzione di tensioni di natura e temperatura pittorica, esprimono istanze proiettive che traducono l'incontro della luce con i volumi del costruito, mantenendo sempre al limite l'equilibrio tra la geometria effettiva che struttura la realtà e la geometria visionaria che di quella stessa realtà legge le possibili e infinite estensioni.
La pittura non può prescindere dalla relazione con il fenomeno luminoso, è essa stessa questione luminosa: in questo progetto se ne indaga la capacità di trasformarsi in volano spirituale mentre, fisicamente, agisce come motore nella costruzione di una dimensione percettiva. “La spinta che essa è in grado di generare travalica i credi – raccontano gli artisti - attraversa gli steccati delle storie, diventa un pneuma, un soffio misterioso che gonfia e sagoma delle grandi strutture facendole diventare simili a delle vele. Un fascio di raggi di luce, come venuti dall’alto, si manifesta su di esse e ne assorbe i colori, restituendoli per radiazione riflessa”.
Da qui la scelta del titolo, Supercella SS115, che contiene la giustapposizione di un termine di origine meteoreologica, la supercella appunto, che è un fenomeno atmosferico raro, un grande e spettacolare evento temporalesco, con una sigla toponomastica, SS115, che sta per Strada Statale 115 Sud Occidentale Sicula. Rimandare all’Occidentale Sicula significa pensare ad un territorio specifico, concreto, sul quale si è scritta una parte significativa della storia del Mediterraneo.
Il progetto Supercella SS115 sarà visibile sino al 16 luglio.
Un ringraziamento va ad Alessandro Mignemi per l'assistenza e a Leggio Ferramenta e Colori per la sensibilità verso l'arte.
Intanto continuano i preparativi per la grande festa conclusiva del progetto “Mas” del 2 luglio con una particolare caccia al tesoro attraverso i luoghi nascosti e meno conosciuti di Modica che saranno individuati mediante l’uso di speciali cartoline. La caccia al tesoro culminerà a Santa Maria del Gesù dove saranno allestite le opere prodotte in questi mesi dagli otto artisti ospiti del “CoCa” per il progetto.


Bio Genuardi/Ruta

Antonella Genuardi (Sciacca 1986)
Formazione
-Istituto D'Arte G. Bonachia (Sciacca) 2005
-Accademia di Belle Arti (Palermo) - Corso di I livello in Decorazione, 2008
-Accademia di Belle Arti (Palermo) - Corso di II livello in Decorazione, 2012

Leonardo Ruta (Ragusa 1990)
Formazione
-Liceo Artistico T. Campailla (Modica)2009
-Accademia di Belle Arti di Palermo - Corso di I livello in Grafica d'arte, 2013
-Accademia di Belle Arti di Palermo - Corso di II livello in Pittura, 2016

Mostre recenti: 2017, La vita della mente, a cura di Giuliana Benassi, Istituto Svizzero, Roma; Imago Mundi – Rotte Mediterranee, ZAC-Zisa Arti Contemporanee, Palermo; Attraverso i punti #2 - Traiettorie dall’Osservatorio dell’Accademia di Palermo, a cura di Toni Romanelli, Daniela Bigi e Gianna Di Piazza, Palazzo Ziino, Palermo; 2016, Rilevamenti 1, idea e progetto di Bruno Corà in collaborazione con Daniela Bigi, Tommaso Evangelista, Aldo Iori, Federico Sardella e Marco Tonelli, Museo Camusac, Cassino (FR); Attraverso i punti #1 - Traiettorie dall’Osservatorio dell’Accademia di Palermo, a cura di Toni Romanelli, Daniela Bigi e Gianna Di Piazza, Palazzo Ziino, Palermo; 30 opere per una Collezione, a cura di Mauro Cappotto, La Stanza della Seta, Ficarra (ME); La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso, a cura di Daniela Bigi, Fondazione per l’arte, Roma; Fuori Uso-Avviso di Garanzia, a cura di Giacinto Di Pietrantonio e Simone Ciglia, Ex Tribunale, Pescara; Previsioni II, a cura di Daniela Bigi, Fondazione Puglisi Cosentino, Catania; INquadrato, a cura di Daniela Bigi, Galleria Francesco Pantaleone Arte Contemporanea, Palermo (mostra personale); 2015, Learning what you already know, un progetto di Stefania Galegati Shines, Caffè Internazionale, Palermo; FICARRA_CONTEMPORARY DIVAN, residency/summer school con Lois Weinberger, a cura di Lorand Hegyi, direttore artistico Mauro Cappotto, Ficarra (ME); Ce l’ho, mi manca, a cura di Agata Polizzi, Museo Mandralisca, Cefalù (PA); DebuT, progetto di Stefania Galegati Shines, a cura di Roberta Randisi, Galleria del Teatro Garibaldi, Palermo; Il senso del corpo, FISAD, In Partnership con Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Accademia Albertina, Torino; LATI, a cura dell’Osservatorio Arti Visive Palermo (Toni Romanelli, Daniela Bigi, Gianna Di Piazza), Cappella dell’Incoronazione-Riso Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, Palermo (mostra personale).


ufficio stampa
Michele Barbagallo per MediaLive
24 giugno 2017